Qualificazioni Russia 2018 - Montenegro avanti col minimo sforzo, Romania fuori dai giochi (1-0)

Il Montenegro riesce a vincere in casa propria e aggancia così Danimarca e Polonia (che ha una partita in meno) a 16 punti. La Romania resta ferma a quota 9 e vede svanire le speranze di qualificazione.

Qualificazioni Russia 2018 - Montenegro avanti col minimo sforzo, Romania fuori dai giochi (1-0)
Jovetic può esultare. Fonte: http://images2.gazzettaobjects.it/
Montenegro
1 0
Romania
Montenegro: Petkovic; Tomasevic, Savic, Stojkovic, Marusic, Jovetic, Vukcevic, Ivanic (Mugosa, 69'), Beciraj (Zverotic, 90'+1'), Vesovic, Jankovic (Jovovic, 84'). All. Tumbakovic.
Romania: Tatarusanu; Moti, Chiriches, Tosca, Benzar, Stancu, Marin (Stanciu, 63'), Gaman (Hanca, 80'), Andone (Baluta, 63'), Maxim, Chipchiu. All. Daum.
SCORE: 1-0, 75', Jovetic.
ARBITRO: Thompson. Ammoniti: Vesovic (53'), Beeciraj, (85'), Moti (85'), Stojkovic (89').
NOTE: Qualificazioni Mondiali Russia 2018. Gruppo E. Podgorica City Stadium, Podgorica.

Partita molto importante per le sorti del Gruppo E. Il Montenegro infatti potrebbe clamorosamente agganciare il primo posto, attualmente occupato dall'accoppiata Danimarca-Polonia. I danesi infatti, vincendo sui polacchi e sull'armenia, li hanno raggiunti a quota 16 punti, in attesa che i biancorossi giochino la loro ottava partita. I balcanici quindi, a quota 13 punti potrebbero mettere ancor più scompiglio, ma davanti c'è la Romania, che a quota 9 punti vede in questa sfida le ultime possibilità di qualificazione. In una partita tutt'altro che spettacolare, la spunta il Montenegro, con Jovetic che sfrutta una delle pochissime occasioni del match e permette ai suoi di vincere per 1-0.

Formazione Montenegro: Petkovic; Tomasevic, Savic, Stojkovic, Marusic, Jovetic, Vukcevic, Ivanic, Beqiraj, Vesovic, Jankovic. All. Tumbakovic.

Formazione Romania: Tatarusanu; Moti, Chiriches, Tosca, Benzar, Stancu, Marin, Gaman, Andone, Maxim, Chipchiu. All. Daum.

PRIMO TEMPO

Molto più in palla i padroni di casa rispetto alla Romania. Al 14' Ivanic conclude dal limite dell'area dopo un batti e ribatti, costringendo Tatarusanu alla parata in due tempi. Subito dopo Jovetic semina scompiglio tra le fila rumene sulla sinistra, il giocatore del Monaco riesce a mettere in mezzo, ma Beciraj, dopo essersi liberato bene della marcatura in area, non conclude con abbastanza forza per battere il portiere avversario. Gli ospiti comunque non si sono fatti un viaggio per restare a guardare e al 21' battono il primo squillo importante: Benzar scende sulla destra e la mette in mezzo per Chipciu, il quale però cerca una conclusione al volo che finisce alta sopra la traversa. Rispondono i padroni di casa con un tiro di Marusic respinto in corner.

Il Montenegro vuole il gol e sembra anche trovarlo al 30': cross basso dalla destra, la palla arriva a Jovetic che, tutto solo, scarica in porta, la traiettoria viene deviata da Vesovic in rete, ma questo era in posizione irregolare. Tutto da rifare dunque. La Romania palesa problemi sulle fasce, poco dopo infatti arriva un altro cross in area, ma Jovetic non riesce a colpire bene di testa. Bisogna aspettare fino al 39', ma gli ospiti rispondono. Chipchiu viene pescato sulla destra e ha spazio per scendere, sassata dalla limite dell'area che viene respinta da Petkovic. Al 43' Vesovic prova a farsi perdonare con un tiro a giro, ma la palla è imprecisa e non impensierisce Tatarusanu. Il primo tempo dunque termina sullo 0-0, senza occasioni partircolarmente ghiotte, se escludiamo il gol annullato a Vesovic.

SECONDO TEMPO

Partita che nel secondo è partircolarmente fallosa, in particolare nel primo quarto d'ora, con le due squadre che non riescono a costruire la manovra. Primo timido tentativo del Montenegro addirittura al 68' con Beciraj che ha tanto spazio sulla sinistra, ma conclude malissimo e in bocca a Tatarusanu. Poi, praticamente dal nulla, al 75', il Montenegro pesca il jolly per sbloccare la partita: apertura sulla destra per Marusic, che controlla e, mettendo in evidenza una volta in più i problemi sulle fasce della Romania, crossa per Jovetic, il quale con un movimento perfetto colpisce di testa e la mette sul secondo palo, battendo Tatarusanu (1-0). I padroni di casa non sembrano reagire, ci prova da distanza siderale Chicpchiu all'80', ma il pallone finisce in curva. I padroni di casa, vista l'importanza del risultato, pensano più a difendere che a cercare il raddoppio, con la Romania che non sembra avere i mezzi per sfondare. Finisce 1-0.