Verso Russia 2018: Argentina e Perù pareggiano e restano appese a un filo: 0-0 alla Bombonera

Termina senza reti l'incontro tra Argentina e Perù, le due squadre si giocheranno la qualificazione all'ultima giornata.

ARGENTINA
0 0
PERU'
ARGENTINA: ROMERO: MERCADO, MASCHERANO, OTAMENDI, ACUNA, BIGLIA, BANEGA (60' GAGO (66' PEREZ)), DI MARIA (46' RIGONI), MESSI, GOMEZ, BENEDETTO. ALL. SAMPAOLI
PERU': GALLESE; CORZO, RODRIGUEZ, ARAUJO, TRAUCO, YOTUN, TAPIA, FLORES, PENA (53' CARTAGENA), FARFAN, GUERRERO. ALL. GARECA
SCORE: 0-0.
ARBITRO: SAMPAIO AMMONITI: BIGLIA, ACUTA (A), TAPIA, FARAN, GUERRERO, GALLESE (P)
NOTE: STADIO LA BOMBONERA INCONTRO VALIDO PER LE QUALIFICAZIONI AL MONDIALE 2018

Non è successo nulla di quello che tutto il popolo argentino si aspettava. Alla Bombonera termina 0-0 tra Argentina e Perù con il pareggio che scontenta tutti, le due squadre si giocheranno la qualificazione all'ultima giornata. Match molto spigoloso con la squadra di Sampaoli che ha avuto le occasioni più importanti, il palo di Messi su tutte, mentre gli ospiti hanno retto molto bene. Adesso tutto rimandato all'ultimo turno, con l'Argentina che deve vincere per forza in casa dell'Ecuador mentre per il Perù un altro spareggio in casa contro la Colombia. 

Per quanto concerne il capitolo formazioni, 4-2-3-1 per l'Argentina con Di Maria, Messi e Gomez a supporto di Benedetto. Modulo speculare per il Perù con Flores, Pena e Farfan a sostegno di Guerrero.

Il copione tattico della partita è chiaro, l'Argentina orchestra la manovra mentre il Perù aspetta e riparte. Il primo squillo è della squadra di Sampaoli ed è una grande occasione con Messi che, sugli sviluppi di uno schema d'angolo, calcia col mancino a botta sicura ma la sfera termina a lato dopo una deviazione. La partita non è stilisticamente bella, le due squadre sentono la pressione e lottano molto nella metà campo. Al 31' di nuovo pericolosa l'Albiceleste con Gomez che va via sulla sinistra e calcia ma Gallese alza in corner.

Gli ospiti non stanno a guardare e al 34' vanno ad un passo dal gol con Farfan che, sugli sviluppi di un cross dalla sinistra, va in spaccata con la sfera che esce di nulla. Nel finale di tempo le occasioni migliori per l'Argentina: al 38' Messi si accentra con il mancino e calcia dal limite, palla a lato di niente dopo una deviazione. Nell'ultimo secondo della prima frazione, invece, il numero 10 apparecchia per Benedetto che colpisce di testa da ottima posizione, palla alta di pochissimo.

Nell'intervallo Sampaoli inserisce Rigoni per Di Maria. L'Argentina inizia la ripresa col botto perché dopo trenta secondi Messi trova Benedetto, il quale incrocia ma Gallese si oppone, sulla respinta sbuca Messi che colpisce il palo. Sul prosieguo dell'azione Biglia con un destro potente dalla distanza ma ancora l'estremo ospite vola e mette in angolo. Al 57' altra palla gol monumentale per l'Argentina con Gomez che, servito splendidamente da Messi, si presenta davanti a Gallese ma gli calcia addosso. Poco dopo ancora Messi si mette in proprio, salta tre avversari e mette al centro per l'accorrente Rigoni che calcia fuori da pochi metri.

Sampaoli inserisce Gago ma lo perde dopo due minuti, al 68' ancora padroni di casa pericolosi con Messi che innesca Benedetto il quale calcia col mancino, Gallese respinge. Ci prova anche Mascherano dalla distanza, palla alta di un niente. L'Argentina preme con la forza della disperazione ma nel finale è il Perù ad avere l'occasione per vincere con Guerrero che prova direttamente da calcio piazzato, Romero vola a mettere in angolo. E' l'ultima occasione del match: alla Bombonera termina 0-0, sia Argentina che Perù sono appese a un filo.