Croazia, il rischio beffa è concreto

Il pareggio subito all'ultimo con la Finlandia potrebbe costare caro ai balcanici: contro l'Ucraina sarà decisiva. Senza Mandzukic e Brozovic.

Croazia, il rischio beffa è concreto
Croazia, il rischio beffa è concreto | www.twitter.com

Come rischiare di perdere tutto sul filo di lana. La Croazia lo sa bene e la possibilità di restare addirittura fuori dai playoff per andare ai Mondiali di Russia 2018 si fa sempre più concreta, dopo essere stata in testa al Girone I praticamente dall’inizio. Nella gara in cui Luka Modric festeggia le 100 presenze con la maglia della Nazionale, i croati non vanno oltre l’1-1 casalingo contro la Finlandia già eliminata.

A Fiume la squadra di Ante Cacic (oggi esonerato dopo il disastro di ieri sera) domina in lungo e in largo e passa in vantaggio al 57’ grazie a Mario Mandzukic, che spinge in rete un cross deviato dalla sinistra di Pivaric; sembra fatta, ma al 90’ arriva la doccia gelata perché Soiri approfitta di un buco difensivo e batte Subasic sul primo palo. Con la contemporanea vittoria per 3-0 dell’Islanda in casa della Turchia, la Croazia cede il primo posto agli islandesi, vicinissimi alla loro prima qualificazione ad un Mondiale, e dovrà giocarsi tutto nell’ultimo turno, a Kiev contro l’Ucraina: contro la squadra di Shevchenko basterà un pareggio per mantenere la seconda posizione ed ottenere così l’accesso allo spareggio, ma l’inversione di tendenza nel gioco dei croati preoccupa e non poco.

Dopo il successo firmato Kalinic contro l’Ucraina il 24 marzo scorso, la Croazia è stata sconfitta sia in Islanda – goal dell’ex Juventus Magnusson al 90’ - sia in Turchia, con la vittoria nel mezzo contro il Kosovo con un risicato 1-0 a Zagabria, permettendo così alle inseguitrici di accorciare le distanze, fino al sorpasso operato ieri sera. La prossima partita ha dunque il sapore dello spareggio per croati e ucraini, che si giocano l’ultima carta per la speranza mondiale, visto che l’Islanda è impegnata nel turno casalingo contro il Kosovo, capace di ottenere un solo punto finora. Il nuovo tecnico Dalic però dovrà fare a meno del suo capocannoniere Mario Mandzukic: lo juventino è uscito zoppicante dal match contro la Finlandia per un colpo subito alla caviglia sinistra e sarà out. Oltre a lui, fuori anche Brozovic.