Qualificazioni Russia 2018 - La Repubblica Ceca chiude il girone con una manita al San Marino

La selezione di Jarolim non incontra difficoltà nel liquidare la pratica San Marino. La doppietta di Krmencik indirizza fin da subito la partita, poi le reti di Kopic, Novak e Kadlec completano il tabellino. Una vittoria che permette alla Repubblica Ceca di chiudere il girone a 15 punti

Repubblica Ceca
5 0
San Marino
Repubblica Ceca: Koubek; Kaderabek,Kalas, Luftner, Novak; Kopic (Sykora, min.63), Dockal, Darida, Jankto; Barak (Kadlec, min.70); Krmencik (Kliment, min.63). A disp: Boril, Brabec, Falta, Pavlenka, Soucek, Suchy, Vaclik, Zmrhal. All. Jarolim
San Marino: Simoncini; Brolli, Vitaioli (M. Berardi, min.82), Della Valle, Palazzi, Grandoni; Battistini, Tosi, Rinaldi; F. Berardi (Berretti, min.76), Bernardi (Bonini, min.63). A disp: Biordi, Calzolari, Cesarini, Golinucci, M. Manzaroli, Muraccini, Zavoli. All. P. A. Manzaroli
SCORE: 1-0, min. 8, Krmencik. 2-0, min. 23, Krmencik. 3-0, min. 27, Kopic. 4-0, min. 71, Novak. 5-0, min. 83, Kadlec.
ARBITRO: Alex de Albuquerque Troleis (FAI). Ammonito Battistini (min. 53)
NOTE: Decima giornata del Gruppo C delle qualificazioni al Mondiale di Russia 2018. Stadio "Doosan Arena", Plzen.

La Repubblica Ceca non delude nell'ultima partita del girone C di qualificazione al Mondiale di Russia 2018. I cechi dinanzi ai propri tifosi conquistano una vittoria roboante contro San Marino. La selezione di Jarolim, disposta in campo con il 4-4-1-1 con Barak a sostegno dell'unica punta Krmencik, indirizza la partita dopo 8 minuti proprio con il centravanti n.11, abile a rifinire in rete un ottimo assist di Jankto. Dall'altra parte San Marino, schierata con il 5-3-2 con Berardi e Bernardi a comporre il reparto d'attacco, ha provato ad opporsi con la propria organizzazione difensiva, ma nulla ha potuto dinanzi alla forza fisica e tecnica dei giocatori cechi. La Repubblica Ceca ha sfruttato questa differenza già nel primo tempo, chiuso sul punteggio di 3-0 grazie alla doppietta di Krmencik ed al gol di Kopic. Nel secondo tempo la musica non cambia, con i padroni di casa che continuano ad imperversare nella metà campo avversaria. Gli uomini di Jarolim peccano di un pò di lucidità negli ultimi 20 metri, ma nonostante ciò riescono a rimpinguare il proprio bottino con Novak e Kadlec. Nel finale non accade nulla e quindi la Repubblica Ceca può festeggiare con una vittoria la chiusura del proprio raggruppamento. I cechi dicono quindi addio al Mondiale, ma nello stesso tempo promettono battaglia in vista delle qualificazioni all'Europeo itinerante.

La Repubblica Ceca si rende subito pericolosa con Jankto che crossa in area verso Krmencik, il quale colpisce di testa, ma la palla incornata dal centravanti ceco termina ben al di sopra della traversa. Un minuto dopo i padroni di casa vanno nuovamente vicini alla rete: Dockal da calcio d'angolo serve a centro area Darida, il quale tira in porta, ma la sua conclusione si spegne ampiamente a lato. E' il preludio al gol del vantaggio che arriva all'8': Jankto dalla sinistra serve un ottimo pallone a Krmencik, che da distanza ravvicinata non può sbagliare. All'11' è proprio Jankto a cercare la via della rete con un diagonale dall'interno dell'area di rigore, ma il suo tentativo viene neutralizzato in tuffo dall'estremo difensore avversario. Ancora Jankto si rende pericoloso con un cross che viene raccolto di testa da Kopic, ma l'incornata del n.13 ceco sorvola di poco la traversa. Al 16' si accende Dockal, che controlla la sfera ai 20 metri e dalla medesima distanza calcia in porta, ma il suo tiro si spegne ampiamente a lato. Al 21' occasione per il raddoppio sciupata dalla Repubblica Ceca: Kopic crossa verso il secondo palo dove c'è Jankto, il quale tira in porta, ma la sua conclusione termina di pochissimo sul fondo. Un minuto dopo i padroni di casa raddoppiano: calcio di punizione battuto da Dockal verso Krmencik che di testa supera Simoncini. Al 25' ancora cechi pericolosi con il solito Dockal, che s'incarica della battuta dell'ennesimo calcio piazzato, ma stavolta la sua esecuzione non si rivela vincente in quanto Luftner non da precisione al suo colpo di testa, con la palla che termina infatti a lato della porta avversaria. Al 27' la Repubblica Ceca fa tris: Kaderabek va al cross dalla destra, Simoncini si allunga e devia, ma sulla ribattuta si avventa Kopic, che col sinistro deposita la sfera in rete. La Repubblica Ceca non sazia del triplo vantaggio continua ad attaccare: Barak riceve palla ai 25 metri e dalla stessa mattonella scocca un tiro di destro, che termina di poco a lato della porta avversaria. Un minuto dopo è Kopic a far la differenza sulla fascia destra, con l'esterno ceco che poi serve a centro area Jankto, il quale all'altezza del dischetto tira in porta, ma la sua conclusione si rivela troppo centrale e quindi di facile preda per Simoncini. Al 41' si fa vedere per la prima volta in attacco San Marino, con Tosi che s'incarica della battuta di un calcio d'angolo, sul suo traversone interviene Palazzi, che calcia in porta, ma il suo tiro viene bloccato senza troppi patemi da Koubek. Su ribaltamento di fronte la palla giunge a Kopic, che raccoglie e calcia un pallone dal limite dell'area, ma il suo tiro viene deviato in tuffo dall'estremo difensore avversario. Sul corner successivo, battuto da Dockal, stacca benissimo Krmencik, ma il colpo di testa del centravanti ceco termina di un soffio a lato. Al 44' la Repubblica Ceca ha una grossissima occasione per realizzare il poker:  Novak lascia partire una conclusione dal limite dell'area che viene involontariamente ribattuta da uno dei suoi compagni, la palla giunge a Kaderabek che tira in porta, ma il suo destro si spegne di pochissimo sul fondo. Su questa chance per i padroni di casa si chiude il primo tempo.

La ripresa si apre con i cechi ancora pericolosi: Jankto s'incarica della battuta di un calcio d'angolo, il suo traversone viene raccolto da Novak, che conclude in porta, ma il suo tiro termina di un soffio a lato. Al 51' Dockal calcia in porta dalla distanza, ma il suo tiro viene disinnescato in tuffo dall'estremo difensore avversario. Pochi minuti dopo ci prova anche Kopic, ma il tiro dell'esterno ceco si perde direttamente sul fondo. Al 56' Jankto ha una grossa opportunità per rimpinguare il bottino dei suoi, ma il suo tiro di controbalzo viene bloccato agilmente dall'estremo difensore avversario. Un minuto dopo Dockal crossa in mezzo dove c'è Kalas, che conclude in porta, ma il suo tiro viene respinto con grandissima reattività da Simoncini. Al 62' ancora Repubblica Ceca pericolosa: Dockal dalla destra serve a centro area Krmencik, il quale conclude in porta di prima intenzione, ma il suo tentativo si spegne di poco alto sulla traversa. San Marino alleggerisce la pressione con un tiro dalla distanza di Brolli, che termina però abbondantemente sul fondo. Al 71' i padroni di casa vanno sul 4-0: azione corale dei cechi che porta Kliment a servire di petto Novak, il quale di prima intenzione col mancino batte Simoncini. La Repubblica Ceca, nonostante l'ampio vantaggio, decide di non fermarsi e continua ad attaccare: Sykora va al cross dalla fascia destra verso Kliment, che colpisce bene di testa, ma la sua incornata viene neutralizzata in tuffo dall'estremo difensore avversario. Un minuto dopo i cechi completano la manita: calcio d'angolo battuto corto da Jankto, la palla giunge a Dockal, che va via al proprio marcatore e crossa in mezzo dove interviene Kadlec, che col destro batte Simoncini. All'86' è ancora la Repubblica Ceca ad andare vicina alla rete: Novak riceve un ottimo pallone in area di rigore e senza pensarci su calcia in porta, ma il suo tiro viene efficacemente respinto dall'estremo difensore avversario. All'88' si accende Sykora, che dopo aver ricevuto un bel passaggio, calcia in porta, ma il suo tiro si perde di un soffio a lato. Al 90' si rende pericoloso San Marino con Palazzi, che giunge con i tempi giusti sul cross di Brolli, ma il colpo di testa del difensore sanmarinese termina di poco oltre la traversa. In pieno recupero i padroni di casa hanno l'opportunità di rimpinguare ulteriormente il proprio bottino: Kaderabek va al cross dalla fascia destra verso Novak, il quale colpisce benissimo di testa, infatti Simoncini si deve superare per evitare la sesta capitolazione. E' l'ultima emozione del match, che termina con la vittoria dei padroni di casa per 5-0.