Bundesliga: Bayern ok, super Hertha. Il Leverkusen annienta il Gladbach

Sorpresa nel posticipo delle 18.30, le aspirine asfaltano il Borussia in maniera clamorosa con un rotondo 5-0. Ne approfittano i Berlinesi, ora terzi da soli. Riprende a correre l'armata di Guardiola, che batte non senza qualche grattacapo l'Ingolstadt.

Bundesliga: Bayern ok, super Hertha. Il Leverkusen annienta il Gladbach
Bundesliga: Bayern ok, super Hertha. Il Leverkusen annienta il Gladbach

La chiamano BayernLiga, per quanto sia a senso unico, quando in Francia c'è ben di peggio. Ma se la corsa al primo posto non entusiasma, non può non farlo l'equilibrio che regna sotto. Intanto, la capolista e per ora padrona della Bundesliga prova nuovamente la fuga dopo il passo falso di settimana scorsa. Il Bayern Monaco ha infatti vinto per 2-0 tra le mura amiche contro un super Ingolstadt, che ha resistito per oltre un'ora sfiorando anche il vantaggio in contropiede qualche volta, specialmente nel finale di primo tempo. Lewandowski riesce a sbloccare la situazione al 65', il raddoppio è firmato da Lahm al termine di una buona azione corale. Vittoria numero 14 in 16 partite.

Chi contro la macchina di Guardiola era riuscito a non perdere è il Borussia Moenchengladbach, che ha visto la sua serie di 10 risultati utili consecutivi (8 vittorie, 2 pareggi) bruscamente interrotta da un superbo Bayer Leverkusen, dilagante nel secondo tempo e con le due punte: 5-0 che non ammette recriminazioni e può rappresentare un punto di svolta per la stagione dei ragazzi di Schmidt. Il protagonista è ancora una volta Chicharito Hernandez, che ne segna tre nel secondo tempo dopo che nel primo aveva aperto le marcature il suo compagno di reparto Stefan Kiessling, ripetutosi poi nella ripresa. Due gol di puro talento, uno da attaccante vero: nel giro di un quarto d'ora le aspirine ne fanno quattro e si rilanciano nettamente in classifica.

Continua a volare l'Hertha Berlino, ora terzo da solo a quota 29 e che, lecitamente, comincia a sognare. Apre Ibisevic sottoporta, si ripeterà anche nella ripresa, ma intanto nel primo tempo arriva anche la punizione magistrale di Plattenhardt. Punto esclamativo per lo 0-4 di Kalou. Darmstadt asfaltato ma che mantiene una buona distanza di sicurezza sulla zona retrocessione per adesso. Al quarto posto rimane il Wolfsburg, bloccato in casa da un Amburgo finalmente tornato su livelli decenti grazie all'ottimo lavoro di Labbadia. Gli ospiti vanno in vantaggio con Nico Muller, gol propiziato da una dormita di Dante dietro. Riesce a pareggiare Arnold sull'assist di Kruse sulla destra.

Arriva la seconda vittoria di campionato per l'Hoffenheim, che riesce a lasciare l'ultimo posto in classifica (tornando a vincere dopo due mesi e mezzo, dal 26 settembre) con il minimo risultato, 1-0 casalingo contro l'Hannover, che forse merita anche di più nel computo totale ma pecca di imprecisione. Pareggio invece tra il Werder Brema e il Colonia, con gli ospiti che tornano a segnare dopo 368 minuti grazie all'abilità di Svento (e l'incertezza della difesa). Il gol vale solo il pareggio, perchè Vestergaard aveva sbloccato dopo soli 4 minuti. Ujah ha anche sbagliato un rigore nel primo tempo. Finisce in fondo lo Stoccarda dopo lo 0-0 sul campo del Mainz nell'anticipo del venerdì.

Bayern Monaco - Ingolstadt 2-0
65' Lewandowski, 75' Lahm

Bayer Leverkusen - Borussia Moenchengladbach 5-0 (alle 18.30)
30' e 66' Kiessling, 63', 75' e 76' Hernandez

Darmstadt - Hertha Berlino 0-4
12' e 50' Ibisevic, 26' Plattenhardt, 77' Kalou

Wolfsburg - Amburgo 1-1
21' Muller, 78' Arnold

Hoffenheim - Hannover 1-0
30' Schmidt

Werder Brema - Colonia 1-1
4' Vestergaard, 79' Svento

Mainz - Stoccarda 0-0 (venerdì alle 20.30)