Il sabato di Bundesliga: il Lipsia piega anche lo Schalke! Ok il Dortmund, crisi Gladbach

Vincono i RotenBullen tra le mura amiche, volano anche i gialloneri. Bene l'Hertha e l'Hoffenheim, Wolfsburg e Gladbach sempre peggio. Segnali di vita dal Werder Brema.

Il sabato di Bundesliga: il Lipsia piega anche lo Schalke! Ok il Dortmund, crisi Gladbach
Fonte immagine: Focus

E neanche a questo giro qualcuno è riuscito ad arrestare la folle corsa del Lipsia in Bundesliga. La striscia positiva della capolista si è allungata a otto vittorie consecutive nella tredicesima giornata, la quale è stata aperta dalla vittoria di un Bayern Monaco ancora incredibilmente secondo in classifica. Ma facciamo un passo alla volta.

I ragazzi di Ancelotti hanno vinto la loro gara sul campo del Mainz, un 1-3 abbastanza comodo che li ha proiettati nuovamente in vetta per una notte. Ieri, però, i RotenBullen hanno riallungato, battendo 2-1 lo Schalke 04 in una partita decisamente discussa. Protagonista è stato ancora Timo Werner, il quale dopo due minuti ha portato i suoi in vantaggio dal dischetto - rigore peraltro inesistente. Alla mezz'ora un tap-in di Kolasinac ha riequilibrato i conti, ma i ragazzi di Hasenhuttl avevano creato diverse occasioni, sfruttate male, anche per un pizzico di sfortuna, tramutata comunque un buona sorte in apertura di ripresa, quando lo stesso bosniaco autore dell'1-1 ha deviato in maniera decisiva la palla nella propria porta.

La capolista rimane dunque l'unica imbattuta del campionato insieme all'Hoffenheim, assolutamente travolgente contro il Colonia, soprattutto per cinismo: apertura di Sandro Wagner, poi raddoppio di Toljan, 3-0 ancora dell'ex attaccante del Darmstadt e timbro finale di Uth, per un 4-0 amarissimo per Stoger e i suoi. Davanti alla squadra della SAP c'è però anche l'Hertha Berlino, ieri vincitore 2-3 in extremis sul campo di un Wolfsburg in piena crisi e a rischio retrocessione. Decisivo un rigore di Kalou nel recupero, dopo una partita fatta di botte e risposte. Vantaggio di Mayoral, pareggio di Plattenhardt, nuovo vantaggio di Seguin e nuovo pareggio di Esswein.

Crisi profonda anche per il Borussia Moenchengladbach, che non vince da otto partite: ieri il crollo sul campo di un Borussia Dortmund scatenato con il tridente Dembelé-Aubambeyang-Reus assolutamente incontenibile. Due gol del gabonese, uno del francese e tre assist del tedesco nel 4-1 finale. Il gol di Raffael all'inizio è stata solo illusione. Continuano invece i momenti alterni di Bayer Leverkusen, bloccato sull'1-1 in casa dal Friburgo, e Werder Brema, autore di un buon passo in avanti grazie al 2-1 sull'Ingolstadt, ma ancora ben lontano dalla tranquillità.