Bundesliga, Aubameyang lancia il Dortmund

Un gol dell'attaccante del Gabon regala il successo ai gialloneri sull'Ingolstadt. La squadra di Tuchel ora è a tre punti dal RB Lipsia.

Bundesliga, Aubameyang lancia il Dortmund
Bundesliga, Aubameyang lancia il Dortmund

La 25esima giornata di Bundesliga si apre con la vittoria di misura del Borussia Dortmund sull'Ingolstadt grazie al gol di Pierre-Emerick Aubameyang, il trentesimo in stagione. Con questa vittoria i gialloneri si portano momentaneamente a tre punti dal secondo posto occupato dal Lipsia, in attesa che la squadra della Red Bull giochi il suo match contro il Werder Brema. 

Per l'impegno contro la penultima in classifica, Tuchel lascia a riposo il diffidato Dembelè, affidandosi a Kagawa e Pulisic a sostegno del sempre presente Aubameyang. Le occasioni però arrivano dalle fasce, Schmelzer e Durm fanno quello che vogliono nella metà campo difensiva dell'Ingolstadt e al quarto d'ora arriva il gol dell'1-0. L'esterno sinistro corre sulla fascia, lanciato in ripartenza, serve Aubameyang al centro dell'area che con un sinistro al volo batte senza appello Hansen. Uno a zero, squadra in difesa a controllare il risultato e partita chiusa, o almeno è quello che vorrebbe Tuchel. Gli ospiti provano a pungere sfruttando le palle alte e nel corso della prima frazione creano due occasioni per trovare il pareggio, ma entrambe le volte Burki è bravo a disinnescare l'attacco degli Schanzer. 

In apertura di secondo tempo la difesa giallonera sbanda pericolosamente offrendo a Leckie una ghiotta occasione di bucare Burki nell'uno contro uno, ma l'attaccante spara incredibilmente alto. Col passare dei minuti va scemando la forza offensiva dell'Ingolstadt, mentre sale l'agonismo con i gialli a Hadergjonaj, Suttner e Smelzer e il Borussia può controllare agevolmente la partita fino al novantesimo Vista la tranquilità del match, Tuchel sceglie di dar riposo a Pulisic e Guerreiro inserendo Weigl e Schurrle. Aubameyang e compagni possono quindi festeggiare il ritorno alla vittoria dopo il passo falso contro l'Hertha Berlino e il momentaneo avvicinamento al secondo posto, guardando ai quarti di Champions con un ritrovato ottimismo, anche grazie al sempre più vicino rientro di Marko Reus.