La domenica di Bundesliga - Il Werder non si ferma mai! Darmstadt ok nel recupero sullo Schalke

7 vittorie nelle ultime 9 (2 pareggi) per la squadra di Nouri, che batte anche l'Amburgo: 2-1 il finale. Stesso parziale nell'altra gara, Gondorf nel finale regala tre punti di speranza al fanalino di coda.

La domenica di Bundesliga - Il Werder non si ferma mai! Darmstadt ok nel recupero sullo Schalke
Il gol decisivo di Gondorf. | Fonte immagine: Bild

Werder Brema - Amburgo 2-1

6' Gregoritsch (A), 41' Kruse (W), 75' Kainz (W).

Werder Brema (3-5-2) - Wiedwald; Veljkovic, Sané, Moisander; Gebre Selassie, Grillitsch (63' Kainz), Eggestein, Junuzovic, Garcia (73' Bauer); Kruse (90' Bargfrede), Bartels. All. Nouri

Amburgo (4-2-3-1) - Mathenia; Diekmeier, Jung, Mavraj, Ostrzolek; Sakai, Walace; Hunt, Holtby (83' Waldschmidt), Kostic (83' Jatta); Gregoritsch (63' Lasogga). All. Gisdol

Ventitré punti in nove gare, senza alcuna sconfitta, per il Werder Brema, che vince ancora nella 29esima giornata di Bundesliga battendo per 2-1 l'Amburgo. Gara immediatamente su ritmi pazzi, protagonista dopo 35 secondi è Mathenia, miracoloso sul tiro a botta sicura di Kruse; nulla può, dall'altra parte, Wiedwald, sul colpo di testa di Gregoritsch - innescato dall'ex Aaron Hunt - che vale lo 0-1. Il portiere dei padroni di casa è decisivo in uscita su Kostic poco dopo. Il Werder si rialza, sfiora il pari con Grillitsch e Junuzovic (palo su punizione), trovandolo poi sul finale di primo tempo: Bartels fa la sponda per l'accorrente Kruse, che incorna l'1-1. Nella ripresa meglio la squadra di Nouri, che di nuovo va vicino al 2-1 per due volte prima di trovarlo in definitiva a un quarto d'ora dal termine, è Kainz che giustizia l'Amburgo e regala un'altra vittoria al Brema, che sogna l'Europa volando a quota 39, lasciando i ragazzi di Gisdol fermi a 33 e sempre a rischio.

Fonte immagine: Spiegel
Fonte immagine: Spiegel

Darmstadt - Schalke 04 2-1

11' Vrancic (D), 75' Coke (S), 90+3' Gondorf (D).

Darmstadt (4-2-3-1) - Esser; Sirigu (46' Fedetskiy), Banggaard, Sulu, Holland; Kamavuaka (77' Schipplock), Altintop; Heller, Gondorf, Vrancic; Platte (66' Rosenthal). All. Frings

Schalke 04 (4-2-3-1) - Fahrmann; Coke, Kehrer, Badstuber, Aogo; Goretzka, Geis (67' Bentaleb); Caligiuri (81' Schopf), Meyer, Avdijaj (55' Di Santo); Burgstaller. All. Weinzierl

NOTE: Al 58' Esser (D) para un rigore a Burgstaller (S). All'81' espulso Kehrer (S).

Non ci sta a retrocedere il Darmstadt, che prova a sperare ancora battendo per 2-1 lo Schalke. Undici giri di lancette e i padroni di casa passano, Heller sorprende la difesa in profondità e pesca l'arrivo di Vrancic, che tocca da pochi passi. Sale poi in cattedra Esser, decisivo per respingere gli attacchi disperati dello Schalke, in particolare su un tentativo a botta sicura di Kehrer. Il giovane, schierato al centro della difesa per l'emergenza, ci prova anche in avvio di ripresa. La chance più ghiotta per il pareggio si palesa al 58', dal dischetto: Burgstaller calcia basso e centrale, ancora Esser con i piedi respinge. Il Darmstadt prova a prendere fiducia, ma i minatori pervengono al pari al quarto d'ora dal termine, quando Aogo pesca Coke che di testa, da vicino, non può sbagliare. Goretzka va a un nonnulla dall'1-2, ma nel finale le cose si mettono male per i suoi: Kehrer si fa espellere per una trattenuta, poi in pieno recupero Gondorf risolve una palla vagante a centro area, regalando la vittoria a Torsten Frings. Il Darmstadt rimanda il discorso retrocessione (che poteva essere già matematico da oggi) alla prossima giornata, lo Schalke rimane nel pericoloso limbo.

La classifica