Dfb-Pokal - Rigori fatali per il Gladbach, Eintracht Francoforte in finale!

Dopo l'1-1 dei regolamentari, la semifinale si decide dal dischetto. Reti di Tawatha e Hofmann, dagli undici metri decide Hrgota.

Dfb-Pokal - Rigori fatali per il Gladbach, Eintracht Francoforte in finale!
Gioia Eintracht! | Fonte immagine: Twitter @Eintracht
Gladbach
7 8
Eintracht (d.c.r.)
Gladbach: (4-4-2) - Sommer; Elvedi, Christensen, Vestergaard, Wendt (41' Schulz); Traore (91' Herrmann), Strobl, Dahoud (80' Benes), Hofmann (111' Sow); Hahn, Stindl. All. Hecking
Eintracht (d.c.r.): (3-4-1-2) - Hradecky; Hector, Abraham, Oczipka; Chandler, Gacinovic, Mascarell (59' Wolf) (72' Varela), Tawatha (103' Russ); Fabian; Rebic (75' Seferovic), Hrgota. All. Kovac
SCORE: 15' Tawatha (E), 45+2' Hofmann (G). Sequenza rigori: Stindl gol, Oczipka gol, Herrmann gol, Hector gol, Hahn gol, Gacinovic gol, Strobl gol, Fabian gol, Benes gol, Russ gol, Vestergaard gol, Seferovic, gol, Christensen parato, Varela parato, Sow parato, Hrgota gol. (6-7)
ARBITRO: D. Aytekin. Ammoniti: Wendt, Schulz, Hahn (G); Fabian, Varela (E).
NOTE: Semifinale di Dfb-Pokal 2016/17, giocata al Borussia-Park di Moenchengladbach davanti a 54014 spettatori. Tempi regolamentari: 1-1.

Undici anni dopo, l'Eintracht Francoforte torna in finale di Dfb-Pokal: lo fa battendo in semifinale, ai rigori, il Borussia Moenchengladbach, volando all'Olympiastadion dove, il 27 maggio, si giocherà un trofeo che manca dal 1988. Al Borussia-Park termina 1-1 dopo i regolamentari, ma non bastano nemmeno i supplementari per risolvere una contesa; per trovare il vincitore serve una sequenza di sedici rigori, dalla quale scaturisce la gioia degli ospiti.

Le squadre, entrambe prive di diversi elementi importanti - Jantschke, Kramer, Johnson e Raffael da una parte, Vallejo, Meier, Hasebe e Medojevic dall'altra - portano in campo le proprie idee senza reinventarsi per l'occasione.

La gara inizia con un buon equilibrio, il primo tempo è divertente e ha diversi scatti. E' in questa frazione che arrivano le due reti. Il vantaggio è dell'Eintracht: Chandler vola sulla destra e pennella in area, dove si inserisce Tawatha; l'israeliano sfrutta la distrazione di Traoré ed Elvedi per caricare il sinistro e mirare all'incrocio sul primo palo. Al quarto d'ora è 0-1. Il pareggio si manifesta nel secondo minuto di recupero, quando Traoré a sinistra pennella al centro per Hahn, che prolunga per Hoffman, il cui tocco sotto porta è vincente e in posizione regolare.

Nella ripresa si conteggiano meno emozioni, i tecnici cercano rinforzi in panchina, ma la gara è destinata ai supplementari, dove il Borussia domina in lungo e in largo mentre l'Eintracht pensa solamente a difendersi, ottenendo però i rigori.

La lotteria inizia nel migliore dei modi, non bastano cinque penalty a testa per decidere: si va ad oltranza, ma nemmeno il primo round la risolve. Arrivano poi due errori, o meglio, due parate: Hradecky su Christensen, Sommer su Varela. Sow, però, commette il terzo in fila, così Hrgota ha la chance per chiudere i conti, da grande ex di giornata, e la sfrutta a meraviglia. Niko Kovac porta i suoi in finale, per il Borussia è un'altra grande delusione.