Bundesliga - Bayern alla prima nel dopo-Ancelotti: c'è l'Hertha all'Olympiastadion

Sagnol guida i campioni in carica su un campo decisamente ostico. Confermato il recupero di Alaba, panchina per James. In campo tanti veterani. Padroni di casa in leggera emergenza offensiva.

Bundesliga - Bayern alla prima nel dopo-Ancelotti: c'è l'Hertha all'Olympiastadion
Hertha Berlino - Bayern Monaco
Hertha Berlino
15 30
Bayern Monaco

Occhi su Sagnol, occhi sul dopo-Ancelotti. In Baviera in settimana si è chiusa un'importante pagina della storia, s'è scritto un capitolo per certi versi poco coerente con il libro del Bayern Monaco, che ha salutato Carlo Ancelotti. Oggi, alle 15.30, i campioni in carica affrontano l'Hertha Berlino nella settima giornata di Bundesliga 2017/18 per testarsi, per capire cosa succederà ora, con lo switch in panchina voluto dai veterani. Curiosità per la reazione, su un campo per nulla facile, dove l'Hertha ha tradizionalmente un buon rendimento, anche se il Bayern non vi perde dal 2009 (2-1, doppietta di Voronin).

C'è anche da cancellare la delusione europea, oltre a riavvicinarsi al Dortmund, ora capolista a 19 punti: al momento è soltanto di 13 il bottino bavarese. Cinque lunghezze sotto troviamo l'Hertha, ancora alla ricerca di un assetto giusto e con due sconfitte consecutive in trasferta (1-0 contro Mainz e Ostersunds) da dimenticare presto.

F
Fonte immagine: Twitter @HerthaBSC_EN

Qui Hertha

Pesanti assenze soprattutto nel reparto offensivo per i capitolini, i quali non potranno contare sul faro Ibisevic, capitano a centravanti, ma nemmeno sui suoi sostituti: il giovane Selke è fuori da mesi, meglio non va a Schieber, anch'egli ai box. Out anche Langkamp. Le alternative - anche se un pizzico adattate - a Dardai non mancano, sarà Salomon Kalou a fungere da prima punta nel 4-2-3-1, con alle sue spalle il trio di rifinitori composto da Mitchell Weiser, Ondrej Duda e Matthew Leckie. A centrocampo il solito duo con Skjelbred e Darida, più lontano Lustenberger, mentre in difesa Stark e Rekik sono i centrali, Pekarik e Plattenhardt si muovono sulle fasce. Tra i pali sempre Jarstein.

Hertha (4-2-3-1) - Jarstein; Pekarik, Stark, Rekik, Plattenhardt; Skjelbred, Darida; Weiser, Duda, Leckie; Kalou. All. Dardai
Fonte immagine: Twitter @HerthaBSC_EN
Fonte immagine: Twitter @HerthaBSC_EN

Qui Bayern

Willy Sagnol, allenatore ad interim in attesa che nella pausa la dirigenza maturi una decisione definitiva, dovrebbe mandare in campo con ogni probabilità quei veterani che tanto hanno criticato Ancelotti. In difesa dovrebbe infatti rientrare Jerome Boateng ad affiancare Hummels dopo il turno di pausa in Champions League, con Kimmich e David Alaba, ristabilito, sulle corsie. A centrocampo dovrebbe mancare Vidal, spazio quindi a Rudy vicino a Thiago Alcantara, con Tolisso sullo sfondo. In attacco, invece, spazio ai senatori: Robben a destra, Ribery a sinistra, Thomas Muller al centro. Unico riferimento è il solito sempre presente Lewandowski. In porta sempre Ulreich, con Neuer out fino a Gennaio.

Bayern (4-2-3-1) - Ulreich; Kimmich, Boateng, Hummels, Alaba; Rudy, Thiago Alcantara; Robben, Muller, Ribery; Lewandowski. All. Sagnol
Fonte immagine: Twitter @FCBayern
Fonte immagine: Twitter @FCBayern

Gara che si giocherà all'OlympiaStadion di Berlino alle ore 15.30 di oggi, arbitro della sfida Harm Osmers.