Bundesliga, pochi gol e tre pareggi nelle sfide della domenica

Poche emozioni nelle sfide di oggi della nona giornata: reti bianche fra Colonia e Werder Brema nel lunch match, 1-1 sia in Friburgo-Hertha sia in Wolfsburg-Hoffenheim nel pomeriggio.

Bundesliga, pochi gol e tre pareggi nelle sfide della domenica
Maximilian Arnold ha oggi così sbagliato un calcio di rigore. | TSG 1899 Hoffenheim, Twitter.

Fra le altre cose dell'estremamente frenetica Europa calcistica, oggi era anche la giornata in cui si sarebbe dovuta concludere la nona giornata della Bundesliga di questa stagione. Ed effettivamente così è stato, con le tre partite in programma che si sono svolte, a dire il vero senza regalare tantissime emozioni - solo quattro gol -, ma lanciando dei segnali importanti per quello che sarà il proseguimento del campionato. Andiamo dunque a rivivere questi tre match.

Colonia 0-0 Werder Brema

A dispetto del risultato, comunque, i 90 minuti del RheinEnergieStadion non sono stati così noiosi, anzi. Diverse occasioni sia per gli ospiti sia - soprattutto - per i padroni di casa, che in diverse occasioni hanno provato a portarsi in vantaggio. E' stato in particolare Guirassy a sprecare tante chance per la squadra di Stoger: almeno tre le occasioni da gol nette per l'attaccante dei caproni, che in particolare nel finale ha avuto una chance a porta spalancata ma ha tirato completamente fuori misura. Al contempo prova convincente anche dei bianco-verdi, che in svariate situazioni sono stati anche vicini alla vittoria: basti pensare alla mischia al 91esimo che stava per favorire Eggestein, il quale ha però spedito sul fondo per la disperazione di Alexander Nouri. Comunque un punto che non accontenta nessuno dei due "fanalini di coda" della classifica, aldilà dell'equilbrio visto in campo: i teams visti in campo restano fermi rispettivamente a 2 e 5 punti.

Friburgo 1-1 Hertha Berlino

52' Haberer (rig.), 81' Kalou (rig.)

Nervi particolarmente tesi anche nella gara delle ore 15:00, che verrà ricordata per i diversi episodi avvenuti nel secondo tempo. Dopo una prima frazione spezzata (tanto da chiudersi con cinque ammoniti) e caratterizzata più che altro dai tanti falli che dalle giocate importanti a livello tecnico, infatti, nella ripresa è successo di tutto: in avvio il vantaggio degli ospitanti grazie al rigore segnato da Haberer dopo il fallo di Stark, poi nell'ultimo quarto d'ora altri due penalty, assegnati alla Die Alte Dame. In entrambi i casi, il tiratore è stato Salomon Kalou, che dopo un primo errore al 77esimo (conclusione altissima) si è rifatto 4 minuti più tardi ed è riuscito a portare quantomeno un punto alla squadra di Dardai, che continua a galleggiare attorno alla metà della classifica. I ragazzi di Christian Streich restano invece 15esimi.

Wolfsburg 1-1 Hoffenheim

73' Demirbay (rig.), 90' + 1' Uduokhai

Una beffa solo nel finale per il giovanissimo Nagelsmann, che mantiene comunque il suo quarto posto ma era stato baciato dalla fortuna già in diverse occasioni nel corso dei 90' odierni. Ci riferiamo principalmente a quanto avvenuto nel primo mezzo di gara, quello in cui i padroni di casa della Wolkswagen Arena hanno prima fallito un rigore (pessimo tiro di Arnold), poi con Origi e Didavi hanno solo sfiorato l'1-0, senza poterlo però toccare con mano. Il vantaggio l'hanno trovato allora i biancazzurri, in una ripresa decisamente più equilibrata, grazie ad una follia di Tisserand che ha regalato l'occasione perfetta dagli 11 metri al solito Demirbay. Con un forcing finale importante, però, la truppa di Schmidt ha trovato il pareggio: 1-1 firmato Uduokhai su cross di Didavi da calcio d'angolo.