Bayern Monaco, Rummenigge avvicina Goretzka: "Sarebbe bello se scegliesse noi"

Il presidente esecutivo dei bavaresi parla a Sky Deutschland: "Tanti club su di lui. Accordo? Non c'è".

Bayern Monaco, Rummenigge avvicina Goretzka: "Sarebbe bello se scegliesse noi"
Bayern Monaco, Rummenigge avvicina Goretzka: "Sarebbe bello se scegliesse noi" | www.twitter.com (@_fcliverpool)

Su di lui ci sono gli occhi di mezza Europa, visto il valore del giocatore, l’età – classe 1995 – e soprattutto il fatto che il suo attuale contratto con lo Schalke 04 scade il prossimo 30 giugno, ma sembra che una squadra in particolare sia in vantaggio. Dopo le varie voci, Karl-Heinz Rummenigge parla apertamente di Leon Goretzka ai microfoni di Sky Deutschland, ammettendo l’interesse del Bayern Monaco: “Sarebbe folle non pensare a un giocatore della Nazionale il cui contratto sta per terminare. Sarebbe bello se Goretzka alla fine scegliesse il Bayern”, anche se poi rivela: “Grandi club come il Real Madrid, il Barcellona, il Manchester United o la Juventus sono interessati a lui” e conclude: “La sua decisione arriverà nei prossimi giorni”.

Già da tempo il nome di Goretzka è sulle pagine di tutti i giornali europei: dopo l’esplosione nella scorsa stagione, il centrocampista è stato uno dei protagonisti principali della vittoria in Confederations Cup nell’estate 2017, con 3 goal in 4 partite. Anche in questa stagione si è imposto con la maglia dello Schalke, pur con qualche infortunio di troppo che lo sta frenando in una annata molto positiva per la squadra di Domenico Tedesco. La dirigenza del club di Gelsenkirchen ha provato in tutti i modi a convincere il giocatore a firmare il rinnovo facendo sforzi economici non indifferenti, ma lo stesso centrocampista ha deciso di svincolarsi per poter scegliere lui la sua prossima destinazione.

Nelle ultime settimane si sono fatte sempre più insistenti le voci di un accordo ormai già trovato con il Bayern Monaco, con la firma apposta sul contratto e con l’annuncio ufficiale imminente, ma le parole di Rummenigge - “Si parla di accordo solo quando c’è la firma” - raffreddano questa pista; per la verità l’uscita del presidente esecutivo bavarese ha il sapore di una smentita fittizia, anche perché quando il Bayern si muove sui giocatori tedeschi difficilmente se li fa scappare.