Risultato finale Brasile - Perù 2-1 su Copa America 2015

Risultato finale Brasile - Perù 2-1 su Copa America 2015
Brasile
2 1
Perù
Brasile: Jefferson; Alves, Miranda, David Luiz, Filipe; Fernandinho, Elías; Willian(86'), Neymar, Fred (Roberto Firmino 75'); Tardelli(D. Costa 66')
Perù: Gallese; Advíncula, Zambrano, Ascues, Vargas(Yoshimar Yotún 88'); Ballón, Lobatón, Cueva(reyna 81'), Sánchez; Farfán( Carrillo 81'), Guerrero
SCORE: 2-1 2' Cueva 4' Neymar D. Costa 92'
ARBITRO: Arbitro: Roberto Garcia (messico) Giallo Guerriero 30' Neymar 44' Filipe 55' Juan Vargas 82'
NOTE: In diretta la Copa America 2015. Brasile-Perù, calcio d'inizio ore 23.30

01:33 Il Brasile vince in extremis la gara d'esordio nel Gruppo C La Seleça porta a casa i tre punti grazie al suo gioellino Neymar: autore prima di un gol di testa e poi nei minuti finali ha creato dal nulla un canale di passaggio splendido per il gol di D. Costa. Il Perù ha giocato alla pari contro il Brasile, ma si è arreso solo nei minuti finali. Per questa sera è davvero tutto, vi ringraziamo per aver seguito con noi questa partita emozionante. Radice Arianna e tutta la redazione di Vavel Italia vi augura una serena buona notte. 

01:28 I Goal di questa sera:

Finisce la partita, il Brasile vince 2-1 contro il Perù negli ultimi minuti.  

92' GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOL DEL BRASILE:L'INVEZIONE D NEYMAR CHE INVENTA IL GOL DEL 2-1:  FINTA DI TIRARE E SERVE MAGNIFICAMENTE  D. COSTA CHE TUTTO SOLO METTE IN RETE IL GOL DEL VANTAGGIO

90' saranno 4 minuti di recupero

89' OCCASIONE BRASILE. Neymar con il sinistro sfiora il gol del vantaggio, la palla sfiora il palo. Neymar si dispera, incredibile palla gol del Brasile al 90' 

88' Ultimo cambio anche per il Perù: entra Yoshimar Yotún per Juan Manuel Vargas

86' Terzo ed ultimo cambio per il Brasile: esce Willian ed Entra Ribeiro.

86' Il perù sta giocando molto Bene, il Brasile ha creato più occasione da gol me non ha quasi mai concretizzato

85' Fuorigioco di Neymar

82' Giallo per Vargas che stende D. Costa. calcio di punizione per il Brasile

81'Dppio cambio per il Perù: entrano Reyna e Carrillo per Cueva e Farfán

80' Altra tiro dalla distanza di Roberto Firmino, ma la palla finisce alta

79' Altra magia per Neymar, ma esagera e perde il controllo della palla

75' Altro cambio per Dunga, entra Roberto Firmino esce Fred

74' CLAMOROSA PALLA GOL PER IL BRASILE CON D COSTA: Neymar parte in contropiede, serve il numero 7 brasiliano, ma con il sinistro non inquadra bene la porta .Occasione sprecata per la formazione brasiliana

73' Sanchez va con l' interno destro, ma colpisce direttamente la barriera 

72' Calcio di punizione interessante per il Perù, steso Guerrero 

72' Il Brasile non riesce ad alzare il rtimo

71' Grande pericolo per la retroguardia del Perù che sbaglia un' ulteriore controllo, ma gli attacanti brasiliani non ne approffitano 

70' Il Perù sta giocando alla pari questa partita

68' Tentativo di Willian , palla gol per il Brasile, ma Zambrano si invola e dice di no al giocatore del Chelsea.

66' Primo cambio della partita,per il Brasile entra D. Costa ed esce Tardelli

64' Fred si porta la palla sul fondo

62' In questi minuti  è il Perù a dettare i ritmi del match

61' Tentativo con il sinistro di Sánchez, la difesa brasiliana prova a metterci una pezza come può

61' Rimessa laterale per la formazione peruviana

59' Fuorigioco di rientro di Willian

58' Il perù non sfrutta al meglio la punizione, palla fuori 

57' Giallo per Filipe Luis che stende Farfán: Punizione per il Perù

55' punizione per il Brasile, parte David Luiz, la palla non si abbassa e finisce sul fondo 

51' TRAVERSA DI NEYMAR, TIRO IMPROVVISO, DA FERMO, MA LA PALLA SI STAMPA SUL LEGNO: IL BRASILE VICINISSIMO AL GOL DEL RADDOPPIO 

50' Altro giocatore del Perù a terra, questa volta è Zambrano

49' Punizione per il Perù

47' Tardelli entra con il piede a martello su Ascues: il difensore rimane a terra.

47' Rimessa laterale per il Perù

46' Problemi per Tardelli che viene toccato da un giocatore peruviano 

45' Inizia il secondo tempo, palla giocata dal Perù . Si ripartono con le stesse formazioni che hanno iniziato la partita

00:30  ll sombrero di Neymar

FInisce il primo tempo, 1-1 tra al Temuco: Arrivano nei primi minuti le reti del match: a sopresa subito in vantaggio Il Perù con Cueva, ma solamente dopo due minuti arriva il pareggio di Neymar. Bella Partita, il Brasile fa la partita e i giocatori peruvani aspettano di partire in contropide. A tra poco per il secondo tempo

45' Va Neymar, palla fuori

44' Incredibile di Neymar: il giocatore blaugrana toglie la schiuma disegnata dall'arbitro per far capire da dove battere la punizione. II capitano verdeoro si è innervosito, gallo per lui. 

43' Steso Neymar ai limiti dell'area, calcio di punizione per il Brasile. Super occasione.

41' Guerrero finisce a terra, calcio di punizione per il Perù 

40' Filipe Luiz si libera molto bene, prova la giocata tutto solo ma la sua conclusione finisce alta sopra la traversa.

38' Altra occasione per il Brasile, ma Tardelli per controllare il pallone lo tocca con il  braccio: fallo in attacco.

34' Bell'azione di Willian che prova a crossare, ma nessuno dei suoi compagni ci arriva e la palla finisce sul fondo

32' Dani Alves si rialza 

31' Il giocatore del Barcellona resta a terra

30' Primo giallo della partita: Guerriero provando a prendere il pallone colpisce lo stinco di Daniel Alves. Giallo per il peruviano

28' Neymar prova a sfondaresulla destra, la difesa del Perù si rifugia in corner

24' Bellissima transizione del Perù,ogni volta che attacca il Brasile è i difficoltà.  calcio d'angolo andrà  Vargas

19' Altra voragine nella difesa del Perù: Tardelli lasciato nuovamente tutto solo, non colpisce bene di testa. Palla fuori, ma che birividi per la difesa rossobianca

17' Neymar prova a servire Tardelli solo davanti al portiere ma non riesce a controllare la palla, il Brasile spreca una grande occasione 

16' Assist per Guerrero ma non ci arriva, palla fuori 

15' David Luiz commette fallo, calcio di punizione per il Perù

Il pareggio di Neymar

Il gol di Cueva

12' Salvataggio sulla linea per i giocatori peruviani, il Brasile vicino al vantaggio: sempre pericoloso con Neymar 

10' Neymar prova il sinistro incrociato, palla fuori.

9' Fred prova il tiro cross, la palla sfiora il palo. Primo calcio d'angolo per il Brasile

8' Ora la partita si è un po' assestata

6' Inizio incredibile 

4' IL BRASILE PAREGGIA SUBITO I CONTI CON NEYMAR. AZIONE VELOCE PER IL BRASILE, DANIEL ALVES SERVE IL SUO COMPAGNO

E DI TESTA PAREGGIA I CONTI 1-1

2' GOOOOOOL DEL PERU' A SEGNO CON CUEVA:  ERRORACCIO IN DIFESA DI DAVID LUIZ CHE SERVE IL GIOCATORE BIANCOROSSO ED INFILA IN RETE.  

1' Rimessa laterale per la Selecao

1' Inizia il match, prima palla giocata dal Brasile

23:26 Ora l'inno della selecao

23:25 E' il momento degli inni nazionali,si inizia con quello del Perù

23:24 Le squadre fanno il loro ingresso sul campo

23:22 Condizione meteo: All 'Estadio German Becker di Temuco piove, ci sono circa 8/9 gradi

23:20 le squadre sono nel tunnel,manca davvero poco all'inizio del match

23:10  Altre immagini direttamente dal Temuco

23:05  Curiosità: In tre delle ultime quattro partite inaugurali della Coppa America,  il Brasile non ha segnato nessun gol. Ci riusci solamente nel 2004, quando ha battuto il Cile per 1 a 0. Il Perù, nel frattempo, non perde da otto partite nel loro debutto Coppa America dal 1991, quando fu sconfitto per 1-0 in Paraguay, anche lui dal  Cile .

23:00 Il riscaldamento della  selecao

22:54 Rivediamo la  vittoria del Brasile per 3 a 0 contro il Perù nelle eliminatorie del 2009. . In gol Luis Fabiano (doppietta) e Felipe Melo 

22:45 Le formazioni ufficiali: per il Brasile Jefferson; Alves, Miranda, David Luiz, Filipe; Fernandinho, Elías; Willian, Neymar, Fred; Tardelli

Per il Perù: Gallese; Advíncula, Zambrano, Ascues, Vargas; Ballón, Lobatón, Cueva, Sánchez; Farfán, Guerrero

22:43 Daniel Alves ha celebrato il ritorno in nazionale: '' Sono molto felice di tornare e partecipare a questa Coppa America,è  molto importante per il gruppo. Sono in un buon momentofisico nella mia carriera. Con la Champions League appena conquistata e un prolungamento di contratto con il Barcellona, ​​spero di aiutare il Brasile a vincere il titolo. Dobbiamo iniziare con il piede giusto contro il Peru ''

22:36 I tifosi in questi giorni stanno assiendando l'hotel della squadra Brasiliana 

22:25  Nella prima giornata del gruppo C della Coppa America va in scena Brasile Perù; gli uomini di Dunga, già ct dei verdeoro nei Mondiali 2010, sono i favoriti assoluti della competizione, al pari dell’Argentina.  La stella del Brasile sarà ancora una volta Neymar, fresco vincitore della Champions League con la maglia del Barcellona, che giocherà come unica punta

Buonasera amici di Vavel Italia e benvenuti ad una nuova diretta testuale della Copa America di Chile 2015. Dopo avervi raccontato la sfida tra Colombia e Venezuela, sempre per il girone C, scendono in campo Brasile e Perù. Da Arianna Radice e dalla redazione calcio di Vavel Italia l'augurio di una piacevole serata in nostra compagnia.  

Anche l'ultima grande del calcio sudamericano, il Brasile, debutterà oggi in Copa America contro il Perù dell'argentino Ricardo Gareca. Dopo il fracasso del Mineirazo, la Verdeoro ha il dovere di arrivare fino in fondo in questa Copa America: Dunga ha rinnovato completamente la Selecao, che, nonostante qualche falla, potrebbe essere l'incongnita del torneo, una squadra da tutto o niente. Per gli Incas la speranza è di qualificarsi come miglior terza, ma far punti questa sera potrebbe essere molto complicato.

A undici mesi di distanza dal clamoroso tonfo nella semifinale dei mondiali di casa, la nazionale brasiliana cerca il primo importante segnale di riscossa nella Copa America 2015. Dopo la batosta del Mineirazo la Seleçao ha cambiato molto, a partire dal commissario tecnico. Dopo lo storico flop di Belo Horizonte Felipao Scolari è stato sostituito alla guida della nazionale dal rientrante Dunga, al suo secondo incarico da selezionatore dopo quello conclusosi con l'eliminazione nei quarti di finale nel mondiale sudafricano ad opera dell'Olanda.

Il Dunga-bis si è aperto con buoni risultati nelle amichevoli disputate dai verdeoro, culminati con la vittoria di marzo per 3-1 contro la Francia a Saint Denis. Il nuovo c.t., non amatissimo in patria a causa di un gioco ritenuto troppo sparagnino e poco spettacolare, sta cercando di rimettere a posto i cocci di un gruppo che, per la prima volta da anni a questa parte, non è più quel Dream Team che ha sempre caratterizzato la storia della nazionale pentacampeon. 

Un dettaglio inquietante che non è sfuggito alla stampa brasiliana, che alla vigilia del match, preoccupata che si tratti di una sorta di cattivo presagio, ha sottolineato che l’hotel che ospita il ritiro della Seleçao a Temuco, manco a farlo apposta, si trova in Avenida Alemania. Una coincidenza sinistra, come se lo spettro del 7-1 subito l’anno scorso dai tedeschi continui a perseguitare la Seleçao chiamata a riscattare un’onta indelebile.

Brasile - Portieri: Jefferson (Botafogo), Diego Alves (Valencia), Marcelo Grohe (Gremio); Difensori: Danilo (Porto), Fabinho (Monaco), David Luiz (PSG), Thiago Silva (PSG), Marquinhos (PSG), Miranda (A.Madrid), Filipe Luis (Chelsea), Marcelo (Real Madrid); Centrocampisti: Fernandinho (M.City), Luiz Gustavo (Wolfsburg), Elias (Corinthians), Casemiro (Porto); Ali e Trequartisti: Roberto Firmino (Hoffenheim), Coutinho (Liverpool), Everton Ribeiro (Al Ahil), Willian (Chelsea), Douglas Costa (Shaktar Donetsk); Attaccanti: Neymar (Barcellona), Diego Tardelli (Shandong), Robinho (Santos).

PerùPortieri: Diego Penny (Sporting Cristal), Pedro Gallese (Juan Aurich), Salomón Libman (Un. César Vallejo). Difensori: Luis Advíncula (Vitória Setúbal, Portogallo). Christian Ramos (Juan Aurich), Yoshimar Yotún (Malmö, Svezia), Carlos Zambrano (Eintracht Francoforte, Germania), Jair Céspedes (Juan Aurich), Hansell Riojas (Un. César Vallejo), Pedro Paulo Requena (Un. César Vallejo). Centrocampisti: Juan Manuel Vargas (Fiorentina, Italia), Josepmir Ballón (Sporting Cristal), Carlos Lobatón (Sporting Cristal), Paolo Hurtado (Paços Ferreira, Portogallo), Edwin Retamoso (Real Garcillaso), Christian Cueva (Alianza Lima), Carlos Ascues (Melgar), Joel Sánchez (Un. San Martín). Attaccanti: Claudio Pizarro (Bayern Monaco, Germania), Jefferson Farfán (Schalke 04, Germania), Paolo Guerrero (Corinthians, Brasile), André Carrillo (Sporting Lisbona, Portogallo), Yordy Reyna (RB Lipsia, Germania).

BRASILE -  Dunga mantiene il 4-2-3-1, ma lo interpreta con grande pragmatismo, cambiando molti interpreti e cercando l'alchimia giusta per fare bene nella competizione. La squadra ruota intorno all'unico vero fenomeno di questa generazione brasiliana: Neymar Da Silva Santos Junior. Il campione del Barcellona, dopo una stagione perfetta tra le fila dei catalani, riprende il discorso interrotto la notte dei quarti di finale al Mondiale contro la Colombia, quando un intervento killer di Zuñiga gli ha impedito di giocare contro la Germania. Neymar dovrebbe partire da sinistra, nel trio di fantasisti che comprende anche Coutinho e Willian, alle spalle di uno fraDiego Tardelli e Firmino. Un Brasile più operaio, quello di Dunga, che deve sopperire alla mancanza di campioni con un grande ordine. Un'altra novità importante è la probabile presenza di David Luiz davanti alla difesa, per sfruttare la tecnica di base del giocatore del PSG e schierare con Thiago Silva un centrale più affidabile come Miranda. Per il ruolo di terzino Dani Alves è in vantaggio su Fabinho, mentre in porta ci sarà Jeferson.

PERU' - La selezione del Tigre Gareca affronterà la Pentacampeon con un 4-4-2 che può trasformarsi a gara in corso in un 4-2-3-1. L'uomo a cui si affideranno le speranze della Blanquirroja è el Barbaro Paolo Guerrero, capocannoniere della scorsa Copa America, attaccante che conosce bene le difese brasiliane, e cercherà di sfruttare la sua esperienza nel Brasileirao per condurre il suo Perù all'impresa. A sostegno di Guerrero, ci sarà Christian Cueva, seconda punta dell'Alianza Lima, mentre in fascia spazio a Jefferson Farfan, esperto esterno dello Schalke 04, che partirà titolare al posto di Andrè Carrillo, stellina degli Incas. Juan Manuel Vargas giocherà invece da terzino sinistro. La gara per la formazione Blanquirroja sarà sicuramente difficile, contro una squadra tecnicamente superiore e un giocatore che da solo può risolvere qualsiasi gara. Il cuore del Perù dovrà essere pronto a tutto

Brasile (4-2-3-1): Jefferson; Filipe Luis, Thiago Silva, Miranda, Dani Alves; Elias/David Luiz, Fernandinho; Willian, Neymar, Coutinho; Tardelli (Firmino). All. Dunga

Perù (4-4-2): Gallese; Advíncula, Ascues, Zambrano, Cespedes; Ballón, Lobatón, Sánchez,  Farfán; Cueva, Guerrero. All. Gareca.

Nelle competizioni ufficiali, Perù e Brasile si sono affrontati 39 volte, e gli Incas sono usciti vincitori solo tre volte. La sconfitta più bruciante per la Blanquirroja è stata quella subita ai quarti di finale di Messico '70, un pirotecnico 4-2. Era il Perù diHector Chumpitaz e Teofilo Cubillas, i giocatori più forti nella storia del fútbol peruano, uno dei rimpianti più grandi dell'intera nazione.

L'allenatore del Brasile, nella classica conferenza stampa prepartita, ha sottolineato l'importanza della gara di domani, per partire con il piede giusto ed imprimere fin da subito il marchio su questa manifestazione. "Abbiamo rispetto per tutti, ma contro tutti cercheremo di imporre il nostro gioco. Dovremo cercare di praticare al meglio il nostro gioco, difendendoci con umiltà quando sarà il caso, ma anche attaccando con grande determinazione quando avremo noi il pallone fra i piedi".

Dunga conosce bene le difficoltà che presenta la più importante manifestazione per Nazionali del sudamerica, ma altrettanto bene sa come si arriva fino in fondo: "La Copa America è una delle competizioni più difficili al mondo. Prima della vittoria nel 1989, ad esempio, il Brasile era a secco da quasi 40 anni. Personalmente ho vinto la Copa due volte da giocatore e una da allenatore. Il Brasile ha avuto anche in passato delle squadre composte da grandi giocatori e non ha vinto la competizione. Immaginiamoci quanto sia difficile oggi che tante delle altre nazionali sudamericane sono molto più forti che in passato. Su di noi, poi, oggi c'è grande pressione".

Il match si disputerà all'Estadio German Becker di Temuco, impianto costruito successivamente al Mondiale del '62, precisamente due anni più tardi. Inaugurato con un quadrangolare tra le migliori squadre Cilene, il German Becker ha ospitato una delle gare più importanti della storia del fútbol chileno: la vittoria del Green Cross Temuco (l'attuale Deportes Temuco) contro l'Unione Sovietica, con gol di D'Ascenso, già campione di Sudamerica con l'Independiente. Quel giorno si registrarono 31.000 spettatoripresenti, record assoluto di un impianto che oggi conta 18.000 posti. Nel 2014 è stato danneggiato da un incendio appiccato intenzionalmente da due minorenni, ripresi dalle telecamere di sicurezza. Lo stadio, che oggi ospita le gare casalinghe del Deportes Temuco (Primera B Chilena), è stato scelto come cornice anche perPerù-Colombia e per una gara dei quarti di finale di Copa America.