Colombia-Perù: tutto in una notte

Sarà una notte di grande calcio: oggi si decide il destino del Gruppo C, tuttora in perfetto equilibrio con 4 squadre a 3 punti. Si parte con Colombia-Perù.

Colombia-Perù: tutto in una notte
Colombia-Perù: tutto in una notte

Questa notte va in scena l'ultimo capitolo della fase a gironi della Copa América 2015. Si deciderà il destino di quattro squadre, Brasile, Colombia. Venezuela e Perù, tutte e quattro a 3 punti, impegnate in due gare da dentro o fuori. Si inizia alle 21:00 (ora italiana) con Colombia-Perù, la sfida tra le due vincenti della seconda giornata.

COLOMBIA - José Pekerman si gioca tutto contro una selezione tignosa  e difficile, come quella del Tigre Gareca: solo chi vince ha la certezza di passare ai quarti, e per una Cafetera che deve ancora mostrare lo spettacolo che è in grado di offrire, potrebbe essere arrivato il punto di svolta della sua competizione. Colombia in campo con il tradizionale 4-2-2-2, con Falcao e lo strepitoso Teo Gutierrez in attacco, supportati da James Rodriguez e Juan Cuadrado.  In mezzo al campo confermata la Roca Carlos Sanchez, autore di un match monumentale contro il Brasile, al fianco di Edwin Valencia. Retroguardia nelle mani del difensore goleador Murillo, al fianco di Zapata, con Armero e Zuniga terzini. La Blanquirroja è un'avversaria complicata, che in partita secca puù dare problemi, anche se indubbiamente la Cafetera parte da favorita.

Colombia (4-2-2-2): Ospina; Zuniga, Murillo, Zapata, Armero; James Rodriguez, Sanchez, Valencia, Cuadrado, Falcao, Teo Gutierrez. All. Pekerman

PERU' - Quella di giocarsi in una sola gara il passaggio ai quarti è un'occasione golosa e inaspettata per un Perù che, sulla carta, era parso in partenza fuori dai giochi, ma ha saputo gestire il girone della morte e ora mette tutto sul piatto contro la Colombia. Per il Tigre Gareca sarà fondamentale bloccare gli uomini di maggior talento e colpire di rimessa, prendendo esempio dalla vittoria del Venezuela nella prima giornata. Perù in campo con il consueto 4-4-2, con un dubbio offensivo: Jefferson Farfan, uomo di maggior talento a disposizione di Gareca, ha subito in settimana una reazione allergica alla pianta del piede, e non è sicuro del proprio rientro in campo. A fianco di Paolo Guerrero, potrebbe prendere il suo posto Claudio Pizarro, autore del gol partita contro la Vinotinto. Per il resto, l'undici anti-Colombia non dovrebbe cambiare: sempre presente sulla sinistra, l'asse Cueva-Vargas, che, con il dribbling del primo e la facilità di liberarsi al tiro del secondo, potrebbe dare problemi a una difesa non proprio granitica come quella della Colombia.

Perù (4-4-2): Gallese; Advincula, Zambrano, Ascues, Vargas; Sanchez, Ballon, Lobaton ,Cueva, Farfan (Pizarro), Guerrero. All. Gareca.

PRECEDENTI - Il precedente più scottante risale ai quarti di finale della Copa América 2011, quando, all'overtime, il Perù eliminò la Colombia per 2 reti a 0. In gol Vargas e Lobaton, che stasera partiranno titolari.