Partita Cile 2-1 Perù, risultato Copa America 2015

Partita Cile 2-1 Perù, risultato Copa America 2015
Cile
2 1
Perù
Cile: (4-3-3): Bravo; Isla, Medel, Rojas, Albornoz (Mena, min.46); Aranguiz, Diaz (Pizarro, min.46), Vidal; Valdivia (Gutierrez, min.85), Vargas, Sanchez. Allenatore: Sampaoli.
Perù: (4-2-3-1): Gallese; Vargas, Zambrano, Ascues, Advincula; Ballon, Lobaton (Pizarro, min.73); Cueva (Ramos, min.27), Farfan, Carrillo (Yotun, min.73); Guerrero. Allenatore: Gareca.
SCORE: 1-0, min.42, Vargas. 1-1, min.60, Medel (aut.). 2-1, min.64, Vargas.
ARBITRO: Ammoniti: Zambrano, min.6. Espulsi: Aranguiz, min.20.

Erika Di Bello e VAVEL vi ringraziano per aver seguito la diretta con noi e vi augurano buonanotte. 

Il Cile riesce nella sua impresa e torna a giocare una finale di Copa America dopo circa trent'anni! Sono quattro le finali perse dalla nazionale cilena, sarà questa la volta buona per il miglior Cile di sempre? Adesso la squadra allenata da Sampaoli si ritroverà contro Argentina o Paraguay per l'ultimo passo verso la scalata. Per il Perù finisce il sogno e, come da pronostico, è stato sconfitto dalla favorita di questa sera. La nazionale di Gareca, però, se l'è combattuta fino in fondo e non si è data mai per vinta mettendo spesso in difficoltà gli avversari. 

90' + 1 Arturo Vidal fallisce una conclusione davanti la porta di Gallese, il portiere peruviano manda il pallone in angolo. 

3 minuti di recupero. 

85' Cambio per il Cile: entra Gutierrez per Valdivia.

83' Guerrero viene atterrato in area da un difensore cileno, ma l'arbitro nno concede calcio di rigore. 

79' Gran sinistro di Arturo Vidal! Il pallone sfiora lo specchio della porta!

73' Cambi per il Perù: entrano Pizarro e Yotun per Carrillo e Lobaton. 

72' Gioco momentaneamente fermo per problemi al ginocchio per Carrillo.

70' Cross di Vidal per Aranguiz che colpisce di testa ma il pallone termina alto sulla traversa.

64' GOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLL DEL CILE! ANCORA EDU VARGAS PER LA TERZA VOLTA! GRAN CONCLUSIONE DI DESTRO DALLA LUNGA DISTANZA CHE SPIAZZA GALLESE!

60' GOOOOLLLLLL! PAREGGIO DEL PERU'! CLAMOROSO ERRORE DI MEDEL CHE SIGLA UN'AUTORETE DURANTE UN TENTATIVO DI DEVIAZIONE!

59' Punizione del Perù calciata da Farfan, parabola troppo debole, facile per Bravo.

54' Colpo di testa di Farfan, Bravo blocca il pallone.

50' Gol annullato ingiustamente per presunto fuorigioco ad Edu Vargas, che aveva siglato una rete con una mezza rovesciata.

48' Conclusione di Aranguiz dal limite dell'area, bloccata dalla difesa del Perù.

Doppio cambio nel Cile: entra Mena e Pizarro per Albornoz e Diaz. 

E' cominciato il secondo tempo!

Dopo la prima metà del match, il Cile è in vantaggio sul Perù per 1-0 grazie alla rete siglata da Edu Vargas. Nel primo quarto d'ora, il Perù sembrava potesse segnare da un momento all'altro, date le molteplici occasioni avute e la temporanea superiorità di gioco rispetto agli avversari. Ma il minuto 20 sarà il minuto che cambierà la sorti della partita: Zambrano viene ammonito per la seconda volta ed è costretto a lasciare il campo, il Perù perciò rimane in inferiorità numerica. Forse per questa ragione o forse no, il Cile rinasce e si riprende assediando la trequarti avversaria, dopo svariate possibilità, la rete del vantaggio viene firmata da Edu Vargas con una zampata decisiva, ma gran parte del merito va ad Alexis che ha consentito il rimpallo per il compagno con la sua conclusione terminata sul palo.

1 minuto di recupero.

44' Conclusione di Vidal dalla lunga distanza, termina sulla traversa.

42' GOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLL! DOPO UN PALO COLPITO DA ALEXIS SANCHEZ, IL CILE PASSA IN VANTAGGIO CON LA ZAMPATA DECISIVA DI EDU VARGAS!

38' Il Cile si salva in calcio d'angolo! Miracolosa uscita di Bravo, con il giusto tempismo, su Farfan rimasto solo davanti il portiere.

34' Che occasione per il Cile! Valdivia serve di tacco Edu Vargas che va al tiro a botta sicura, ma invece viene salvato da Gallese, il cileno ci riprova ma commette fallo sul portiere. 

29' Ancora Valdivia mette in pericolo la difesa avversaria con un destro a giro, il pallone termina fuori per pochi centimetri!

27' Sostituzione per il Perù: entra Ramos per Cueva.

25' Tentativo al volo del mago Valdivia dal limite dell'area, il pallone termina sulla traversa.

20' Il match prende una svolta decisiva! Zambrano viene espulso per doppia ammonizione dopo un intervento irregolare su Aranguiz! Perù in 10 uomini!

16' Gran destro di Lobaton da fuori area, il Perù sfiora di un pelo in goal!

14' Cile sottotono, Perù aggressivo soprattutto nelle ripartenze. Adesso è Carrillo a creare scompiglio e si procura un calcio d'angolo. 

9' Che occasione per il Perù! Cross di Guerrero e colpo di testa di Farfan che colpisce il palo!

6' Cartellino giallo per Zambrano per una trattenuta su Sanchez. 

5' Scintille in campo fra Vidal e Zambrano, gli animi iniziano a scaldarsi e la tensione si fa sempre più alta. Per questa volta l'arbitro lascia correre.

3' Prima occasione del match con Edu Vargas! Il cileno viene servito da Albornoz, va al tiro ma il Perù riesce a cavarsela.  

2' Buona iniziativa di Sanchez che apre per Valdivia, il suo cross poi viene deviato dalla difesa peruviana. 

E' cominciata la semifinale!

1.25 - Le squadre sono appena scese in campo. 

1.20 - Ecco le formazioni ufficiali: Cile (4-3-3): Bravo; Isla, Medel, Rojas, Albornoz; Aranguiz, Diaz, Vidal; Valdivia, Vargas, Sanchez. Perù (4-2-3-1): Gallese;  Vargas, Zambrano, Ascues, Advincula; Ballon, Lobaton; Cueva, Farfan, Carrillo; Guerrero.

1.15 - Questo lo spogliatoio del Cile.

1.10 - La nazionale di Sampaoli si allena sotto la standing ovation del pubblico.
 

1.05 - Le squadre sono in campo per il riscaldamento.


1.00 - Intanto gli spalti si riempiono di tifosi.



00.50 - Anche la nazionale peruviana è arrivata.

00.45 - Questo il selfie della nazionale cilena appena arrivata allo stadio.

00.35 - Numerosi sono i tifosi cileni al di fuori dell'Estadio Nacional de Chile.


Buonanotte e benvenuti alla diretta scritta ed della partita Cile – Perù, partita valida per la semifinale della Copa America 2015. Un saluto da Erika Di Bello e VAVEL. Orario del match: 1:30 (ora italiana), Estadio Nacional de Chile di Santiago. Cile e Perù, due squadre molto diverse ma che lottano per lo stesso obiettivo. La Roja di Sampaoli vuole superare questa gara per arrivare in finale e trionfare per la prima volta, la Blanquirroja di Gareca tenta di tornare in finale dopo quarant’anni e di vincere per la terza volta la competizione.

CILE - Dopo quattro finali perse, il Cile di Sampaoli potrebbe tornare a giocarne una se dovesse vincere la partita di questa sera, dopo quasi trent’anni. L’attuale nazionale cilena è una delle più forti della sua storia, difatti parte come favorita questa sera. Ha iniziato il suo percorso in Copa America con una vittoria sull’Ecuador per 2-0 grazie ad un rigore trasformato da Vidal e da una rete di Vargas. Finora nessuna sconfitta, infatti questa vittoria è seguita da un pareggio con il Messico per 3-3, nella quale Arturo Vidal è stato l’indiscusso protagonista, in ogni gol c’è stato il suo zampino e da una schiacciante vittoria contro la Bolivia per 5-0. E’ arrivata rima nel girone A con 7 punti. Ai quarti di finale il Cile ha battuto l’Uruguay di Cavani (espulso al 63’) grazie alla rete di Isla, rinato proprio in questa competizione, arrivando di fatto in semifinale.

PERU' - La nazionale di Gareca parte come la sfavorita della serata, d’altronde pochi si sarebbero aspettati di vederla in semifinale. Prima di arrivare ai quarti di finale ha totalizzato una sconfitta contro il Brasile, dopo una breve illusione creatasi grazie al gol di Cueva al 3’, una vittoria contro il Venezuela e un pareggio assai gradito contro la Colombia. Si qualifica ai quarti arrivando terza nel girone C. L’accesso alla semifinale è stato garantito da una vittoria contro la Bolivia firmata Guerrero che ha spazzato via preoccupazioni e ansie grazie ad una tripletta.

E’ Arturo Vidal l'uomo-simbolo di questo Cile, del quale non si può che parlar bene e del quale si pensa sia l’anno giusto per vincere la competizione. Vidal, centrocampista juventino, è il capocannoniere della Copa America a quota 3 gol che vive una situazione in bilico tra gioie e dolori. Da un lato vi è la soddisfazione di essere una colonna portante della propria squadra e di aver contribuito alla grande per trascinarla fino in semifinale, ma dall’altro lato è ancora impresso nella mente del cileno l’incidente avvenuto qualche settimana fa a causa dell’assunzione di alcool che ha messo in pericoloso la sua vita e quella di sua moglie. Ma dopo una notte in carcere, Vidal viene acclamato dal popolo e gli si viene richiesto di guidare la Roja alla vittoria.


Le speranze del Perù di Gareca sono tutte riposte in José Paolo Guerrero, trentunenne, attaccante del Flamengo, soprannominato El Barbaro, capocannoniere della scorsa Copa America e attuale a pari merito con Vidal, con la sola differenza di non aver calciato rigori. La blanquirroja potrà anche contare su Lobaton e Ballon, gli altri due trascinatori della nazionale, che tenteranno la difficile impresa.


PRECEDENTI – Negli ultimi 10 precedenti tra le due squadre, si contano ben nove vittorie cilene e una sola del Perù. Il bilancio parla chiaramente a favore del Cile, ma se si considerassero i risultati in 19 precedenti, si conterebbero 7 vittorie del Cile, 6 del Perù e 6 pareggi. L’ultimo match in Copa America 2011 fu vinto dal Cile per 1-0. L’ultima gara giocata tra le due nazionali fu un’amichevole e si disputò lo scorso ottobre e finì 3-0 per la Roja. L’ultimo trionfo del Perù avvenne nel 2013 per 1-0 nelle qualificazioni ai mondiali.


Gareca, ct del Perù, nelle ore precedenti la sfida di questa notte, avrebbe interrotto un allenamento in quanto ha avvistato un velivolo sospetto che si pensa possa essere un escamotage di Sampaoli per spiare i suoi allenamenti. L’allenatore peruviano, che teneva i suoi allenamenti al Centro Deportivo Azul de La Cisterna, pare non avere molti dubbi, accusa infatti il ct della squadra avversaria di essere il mandante di un drone, di cui però non si ha nessun video, nessuna foto e nessuna testimonianza, né certezze ma pare che anche gli stessi giocatori si siano sentiti osservati per tutta la durata degli allenamenti.

TRE GIORNATE PER GONZALO JARA - Gonzalo Jara, difensore della nazionale cilena, può dichiarare chiusa la sua Copa America per quest’anno. Il giocatore infatti sarebbe accusato di un tocco molesto sul sedere di Edinson Cavani e per una frase pronunciata durante la gara Cile-Uruguay “Tuo padre marcirà in galera per 20 anni”. Difatti il padre del Matador, Luis Cavani, è stato arrestato ed è tutt’ora in galera per aver causato un incidente in stato di ebbrezza che ha provocato la morta di un motociclista. La stella uruguayana ha confessato di star attraversando le ore più brutte della sua vita, dopo aver fatto visita a suo padre in carcere. Il Tribunale di Disciplina della Conmebol ha inflitto, in base alle disposizioni dell’art.10 del codice federale, tre giornate di squalifica per aggressione fisica o verbale considerata grave e 7.500 dollari di multa per Jara. Salterà quindi la gara di questa sera e un’eventuale finale, la terza giornata sarà scontata in altre competizioni della Fifa.

Queste le parole del c.t. del Perù, Gareca, in conferenza stampa, il quale loda la squadra avversaria, riconoscendo, obiettivamente, le doti e le qualità della nazionale cilena e dell’allenatore Sampaoli, ma riconoscendo anche la forza del suo gruppo: “Il Cile è una squadra importante che ha raggiunto questa posizione per tutto quello di buono che ha fatto negli ultimi anni. Noi dobbiamo iniziare a consolidare le nostre idee e metterle in campo. Ho sempre rispettato l’opinione della gente; penso che uno debba dimostrare quanto vale con il lavoro dentro il campo. Il nostro più grande desiderio è che il tifoso peruviano si senta ben rappresentato dalla squadra, vogliamo che sia contento e per questo proveremo in tutti i modi a vincere” - sulla squalifica di Jara - “Il Cile ha giocatori forti in tutti i reparti e può rimpiazzare chiunque senza grandi problemi. Sampaoli sarà tranquillo perché può contare su un gruppo di ottimi giocatori”.

Anche l’allenatore del Cile, Sampaoli, riconosce i meriti al Perù e al suo c.t. e non si dà per favorito, anzi: “Con tutto il rispetto per i pronostici, affronteremo una squadra in fiducia, che ci attaccherà con maggiore vigore rispetto al match che abbiamo giocato contro l'Uruguay. Hanno quattro giocatori chiave davvero molto forti, molto simili all'Ecuador e sono Cueva, Farfan, Guerrero e Pizarro, due mediani molto bravi, Ballon e Lobaton e delle ali velocissime. Se manteniamo il possesso della palla bene, limitando i loro attaccanti, che sono davvero molto pericolosi, potremmo far nostra la gara" – sulla squalifica di Jara - "Stiamo cercando delle alternative. Ogni giocatore ha il suo cambio naturale. Abbiamo ventitre giocatori, due per ogni posizione del campo. I giocatori che abbiamo scelto avranno la sicurezza mentale di essersi allenati sempre con noi, quindi conoscono movimenti e sono già pronti. Rimpiazzare un giocatore così importante è sempre difficile, ma il nostro obbligo è di avere sempre giocatori pronti all'uso quando vengono chiamati a giocare".

Live Cile - Perù, diretta Copa America 2015

FORMAZIONE CILE - Oltre alla questione Vidal, adesso Sampaoli si trova ad affrontare il problema della squalifica di Jara per tre giornate, il che ha fatto sì che il c.t. perdesse un elemento prezioso della nazionale.  Probabilmente il Cile adotterà una linea di difesa a quattro con Isla adottato come terzino e Mena sulla sinistra, al centrale invece ci saranno Rojas e Medel a protezione di Bravo tra i pali. A centrocampo saranno schierati Vidal, Aranguiz e Diaz. il tridente sarà formato da Valdivia, altro elemento fondamentale, Vargas e Alexis Sanchez. Il giocatore dell'Arsenal non ha particolarmente entusiasmato fino ad ora, ma si spera in una ripresa nella fase più decisiva di questa competizione. Beausejour e Pinilla partiranno dalla panchina e potrebbero eventualmente dare una mano a partita in corso. 
 

FORMAZIONE PERU' - Gareca per questa semifinale potrebbe adottare un modulo diverso, 4-4-1-1, con Farfan che, anziché giocare nella sua consueta posizione di esterno, farà da supporto alla punta, che sarà José Guerrero, l'eroe che ha portato la nazionale alla vittoria contro la Bolivia realizzando una tripletta. In difesa troveremo Juan Vargas come terzino sinistro, Advincula sulla destra, al centro la coppia Zambrano e Ascues, Gallese tra i pali. A centrocampo i due punti di forza della nazionale, Lobaton e Ballon. In attacco, i due laterali saranno Sanchez e Cueva. Claudio Pizarro partirà dalla panchina.