Qualificazioni mondiali - Sudamerica: non solo Brasile-Argentina

Altre 4 sfide insieme al classico sudamericano, per una grande serata di calcio d'oltreoceano.

Qualificazioni mondiali - Sudamerica: non solo Brasile-Argentina
Un'immagine della gara d'andata tra Cile e Colombia, terminata 1-1

Il maxi-girone sudamericano è ormai entrato nel vivo: superata la boa di metà torneo si presenta una situazione ancora molto equilibrata. Il primo posto del Brasile è tutt'altro che al sicuro, visto il solo punto di vantaggio sull'Uruguay, mentre dietro ci sono ben 5 squadre (6 contando il Peru, non ancora totalmente fuori dai giochi) che si contendono i 2+1 posti di qualificazione al mondiale: Ecuador, Colombia (17 punti), Cile, Argentina (16), Paraguay (15) e il già citato Perù a 11. Fuori dalla lotta invece la Bolivia, che, a causa della stangata FIFA per aver schierato un giocatore ineleggibile contro Cile e Perù, ha perso 4 degli 8 punti totali che mantenevano ancora viva la speranza di qualificarsi. Ultimo il solito Venezuela, a soli 2 punti. 

L'incontro chiave della giornata è sicuramente Brasile-Argentina, ma a fare da contorno al clasico ci saranno 4 partite che proprio di contorno in realtà non sono:

Colombia - Cile. Prima partita della giornata (Giovedì ore 21:30 ora italiana) che vedrà di fronte due squadre in piena lotta qualificazione, separate da un solo punto di distanza ed entrambe intenzionate ad ottenere punti importanti contro l'avversaria diretta. I cafeteros sembrano però provenire da un momento migliore, mentre i cileni nell'ultima tornata di incontri hanno parzialmente riscattato la rovinosa sconfitta contro l'Ecuador con un soffertissimo 2-1 sul Perù. Sarà interessante vedere come potrà svilupparsi un incontro tra una squadra, quella di Pizzi, che ha quasi sempre preso gol nelle 10 partite fino ad ora disputate e una squadra che di gol invece non ne fa tantissimi, nonostante un attacco di tutto rispetto che vedrà Carlos Bacca unica punta, con alle spalle Cuadrado, Rodriguez e Muriel. Solito 4-3-3 del Cile, con la linea difensiva formata da Isla, Roco, Medel e Mena che avrà il compito di interrompere la striscia difensiva negativa della squadra.

Colombia (4-2-3-1): Ospina; Arias, Mina, Murillo, Diaz; Aguilar, Sanchez; Cuadrado, Rodriguez, Muriel; Bacca. All. Pekerman

Cile (4-3-3): Bravo; Isla, Roco, Medel, Mena; Aranguiz, Diaz, Vidal; Edu Vargas, Orellana, Alexis Sanchez. All. Pizzi

Uruguay - Ecuador. La celeste con una vittoria potrebbe allungare le distanze sulle inseguitrici e mettersi a distanza di sicurezza dalla seconda metà della classifica, l'Ecuador con una vittoria raggiungerebbe proprio l'Uruguay, e comunque non può permettersi di perdere punti in una situazione così equilibrata. Grande assente del match sarà Edinson Cavani, squalificato e uscito dolorante nella sfida di Domenica scorsa tra PSG e Rennes, anche se i medici sembrano ottimisti sul suo impiego nella prossima partita. L'Ecuador dovrà invece far fronte a numerose assenze, tra cui il portiere titolare Dominguez (al suo posto Dreer), mentre davanti Ayovi sostituirà Caicedo.

Uruguay (4-3-3): Muslera; Maxi Pereira, Coates, Diego Godín, Silva; Arévalo Ríos, Vecino, Carlos Sánchez, Stuani, Rolan, Suárez.

Ecuador (4-4-2)  Dreer; Paredes, Mina, Erazo, W. Ayoví; Jéfferson, Gruezo, Cazares, Ibarra; Valencia, J. Ayoví.

Paraguay - Perù. E' l'ultima possibilità per gli ospiti di rimanere attaccati al treno qualificazione, mentre il Paraguay ha un assoluto bisogno di vincere per non perdere anch'esso terreno nei confronti delle altre contendenti al mondiale. I padroni di casa vengono da una grande vittoria in casa dell'Argentina e hanno perso solo all'ultimo minuto contro la Colombia, e appaiono favoriti contro un Perù comunque mai domo che non ha intenzione di mollare.

Paraguay (4-1-4-1): Fernandez; Moreira, Gomez, Da Silva, Veron; Balbuena; Gonzalez, Benitez, Almiron, Romero; Barrios. All. Arce

Peru (4-2-3-1): Gallese; Corzo, Ramos, Rodriguez, Trauco; Tapia, Yotun; Ruidiaz, Cueva, Flores; Guerrero. All. Gareca

Venezuela - Bolivia. Sfida tra quelle che sono ormai le due escluse dalla corsa qualificazione. Possibilità per entrambe di ottenere una vittoria comunque importante ai fini di un progetto futuro, potrebbe essere una partita molto divertente proprio perché entrambe non hanno nulla da perdere. Classico 4-4-2 per entrambe.

Venezuela (4-4-2): Hernandez; Rosales, Angel, Velazquez, Feltscher; Anor, Flores, Rincon, Penaranda; Martinez, Rondon. All. Dudamel

Bolivia (4-4-2): Lampe; Saavedra, Raldes, Zenteno, Bejarano; Escobar, Veizaga, Campos, Arce; Ramallo, Martins. All. Hoyos