Pazzesco Aguero, ne rifila 3 al Bayern. Finisce 3-2 all'Etihad Stadium

Partita pazzesca all'Etihad Stadium, decisa da un giocatore superlativo: El Kun Aguero. Con una tripletta strepitosa mantiene in corsa il City, che adesso si gioca tutto a Roma all'ultima giornata.

Pazzesco Aguero, ne rifila 3 al Bayern. Finisce 3-2 all'Etihad Stadium
Manchester City
3 2
Bayern Monaco
Manchester City: (4-2-3-1) HART; SAGNA (68' ZABALETA), KOMPANY, MANGALA, CLICHY; LAMPARD, FERNANDO; NAVAS, MILNER (66' JOVETIC), NASRI; AGUERO. A DISPOSIZIONE: CABALLERO, DEMICHELIS, BOYATA, GLENDON, POZO. ALL.: M. PELLEGRINI
Bayern Monaco: (4-3-3) NEUER; RAFINHA, BENATIA, BOATENG, BERNAT; HOJBJERG, XABI ALONSO, RODE (25' DANTE); ROBBEN, LEWANDOWSKI, RIBERY (80' RIBERY). A DISPOSIZIONE: ZINGERLE, GAUDINO, SHAQIRI, MULLER, GOTZE. ALL.: P. GUARDIOLA.
SCORE: Aguero 22°,85°,91°. Xabi Alonso 40°, Lewandowski 45°.
ARBITRO: P. KRALOVEC (REP. CECA). AMMONITI: 60' CLICHY, 78' NEUER, 84'Zabaleta, 91'Aguero. ESPULSI: 20' BENATIA
NOTE: GARA VALIDA PER LA QUINTA GIORNATA DEL GIRONE E DI CHAMPIONS LEAGUE. SI GIOCA ALL'ETIHAD STADIUM DI MANCHESTER, INGHILTERRA, CALCIO D'INIZIO ORE 20.45.

Una partita pazzesca quella vissuta stasera all'Etihad Stadium tra Manchester City e Bayern Monaco. Un match dai molteplici risvolti che alla fine premia la tenacia dei Citizens, che riescono a rimontare nei minuti finali una partita che si era ormai compromessa. Ma andiamo in ordine: nella prima frazione Aguero aveva aperto le marcature su rigore, complice il fallo da ultimo uomo di Benatia, che si prende anche il rosso. Ma i bavaresi non demordono e nonostante l'inferiorità numerica rimontano e si portano sul 2-1 con Xabi Alonso e Lewandowski. Nel finale poi sale in cattedra nuovamente Aguero, che complici due errori del Bayern, realizza la tripletta che significa speranza. Si deciderà tutto all'ultima giornata, con CSKA, Roma e City tutte a pari punti.

Si gioca tutto il Manchester City questa sera. Pellegrini, che deve fare a meno di Touré e Fernandinho, si affida ad un 4-2-3-1 con Aguero unica punta. A supporto dell’attaccante argentino ci sono Navas, Nasri e Milner, con Lampard e Fernando in mediana. Difesa formata da Sagna, Mangala, Komapy e Clicy, con Hart tra i pali. Guardiola invece ha dalla sua la tranquillità del primo posto già acquisito, e schiera i suoi con il solito 4-3-3. Terzetto d’attacco formato da Lewandowski, Robben e Ribery, con Hojbjerg, Xabi Alonso e  Rode a centrocampo. In difesa ci sono Rafinha, Benatia, Boateng e Bernat.

Ritmi altissimi ad inizio match, con il Bayern padrone del campo che mantiene costantemente il possesso palla, ed il City che prova  a pungere in contropiede. Al 9° minuto di gioco Hart si supera in uscita su Rode, ma si ha l’impressione che i bavaresi siano davvero in palla. Tanto possesso palla e poche occasioni da rete nel primo quarto d’ora. Al 20° il prima momento topico del match, con Benatia che atterra in area Aguero: rigore e rosso per il difensore ex Roma. El Kun non si fa prendere dall’emozione e realizza la rete dell’1-0. Con il Bayern in inferiorità numerica sembrerebbe fatta per il City, ma i bavaresi sono di un altro pianeta. Dopo 10 minuti  di assestamento la squadra di Guardiola riprende a fare gioco e trova la rete del pareggio. Xabi Alonso calcia una punizione dal limite sul palo di Hart che inspiegabilmente non prova neanche a parare il tiro alquanto velleitario del centrocampista spagnolo: che papera per il portiere inglese. Sul finire della prima frazione arriva anche il gol del vantaggio del Bayern che ribalta il risultato, nonostante l’uomo in meno. Lewandowski è lesto a saltare tra Kompany e Mangala e a trafiggere Hart con uno beffardo colpo di spalla. Anche sfortunato il City. Termina sull’1-2 il primo tempo tra City e Bayern. Solito calcio stellare dei bavaresi. City inspiegabilmente sulle gambe dopo il vantaggio e la superiorità numerica.

Nessun cambio ad inizio ripresa, ma il City cambia marcia rispetto agli ultimi 20 minuti della prima frazione cercando il gol del pareggio. I Citizens si scontrano contro un vero e proprio muro. Due occasioni per i padroni di casa con Navas e Milner, ma i loro tiri non sono precisi. Passano i minuti ma il City non riesce a trovare il bandolo della matassa. Troppi giocatori stanchi, su tutti Aguero e Milner. Pellegrini fa un doppio cambio per scuotere i suoi, dentro Jovetic e Zabaleta. Ma non cambia la musica. Boateng mura in maniera pazzesca Aguero prima, e Navas poi. Ma all’85°, quando ormai le speranze erano al lumicino, un errore di Xabi Alonso spiana la strada ad Aguero, che entra in area e davanti a Neuer non fallisce. Minuti finali di pura follia con tanti falli, e con Zabaleta che rischia il rosso. Ma al 91° succede l’imponderabile. Spizzata di Jojo, Boateng liscia il pallone e serve un assist al bacio per Aguero che tutto solo davanti a Neuer la piazza e fa esplodere l’Etihad Stadium. Pazzesco Aguero una tripletta nella partita che contava una stagione, un fuoriclasse. El Kun decide la partita, finisce 3-2 City-Bayern, con gli inglesi che sono nuovamente in corsa per il passaggio del turno. Si giocherà tutto nell'ultima giornata con il Bayern primo e CSKA, Roma e City tutte a pari punti.