Live Juventus - Borussia Dortmund in i risultati della Champions League (2-1)

Live Juventus - Borussia Dortmund in i risultati della Champions League (2-1)
Juventus
2 1
Borussia Dortmund
Juventus: (4-3-1-2): Buffon, Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra, Marchisio, Pirlo (Pereyra), Pogba, Vidal (Padoin), Tevez (Coman), Morata
Borussia Dortmund: (4-2-3-1): Weidenfeller - Piszczek (Ginter), Sokratis (Kirch), Hummels, Schmelzer - Gündogan, Sahin - Mkhitaryan, Reus, Aubameyang - Immobile (Blaszczykowski)
SCORE: 13'- TEVEZ, 18'- REUS, 42'- MORATA.
ARBITRO: Antonio Miguel Mateu Lahoz (ESP). Ammoniti: Vidal, Pereyra.
NOTE: Dallo Juventus Stadium di Torino, andata degli Ottavi di Finale della UEFA Champions League 2014/2015.

22.50 -  Per questa sera è davvero tutto. Grazie per aver seguito in nostra compagnia Juventus - Borussia Dortmund. Buon proseguimenti di serata da Vincenzo Esposito e da Vavel Italia.

L'altro ottavo di serata è terminato con la vittoria esterne del Barcellona sul Manchester City con il risultato di 2-1.

Il ritorno degli Ottavi si disputerà a Dortmund il 18 marzo. 

Morata! L'ombre del partido!

Buon risultato per la Juventus, che riesce ad imporsi per 2-1 contro un buon Borussia Dortmund. I gol tutti nel primo tempo, con Tevez che apre le marcature sfruttando una corta respinta di Weidenfeller e Reus che sfrutta un errore di Chiellini per pareggiare. Al 43' arriva il gol vittoria di Morata, che sfrutta al meglio il perfetto assist di Pogba. Nella seconda frazione, la Juve spreca due nitide occasioni da gol con Tévez e Pereyra.

22.36 -  Miguel Mateu Lahoz fischia la fine del match!!! La Juventus batte 2-1 il Borussia Dortmund!

92'- Altro pallone sprecato da Blaszczykowski. Cambio sbagliato questa volta per Klopp!

Sono 3 i minuti di recupero segnalati dal quarto uomo. 3 minuti di sofferenza per i tifosi bianconeri

90'- Grave indecisione a centrocampo della Juve che stava per costare carissimo, ma fortunatamente per i bianconer Blaszczykowski rallenta l'azione e sbaglia il cross per Reus.

89'- Allegri concede la standig ovationa a Carlos Tevez! Juventus Stadium in piedi ad applaudire l'Apache. Entra il giovane Coman.

86'- Cosa sbaglia Pereyra!!!! Assist perfetto di Morata per Pereyra che davanti a Weidenfeller angola troppo il tiro. Allegri intanto manda in campo Padoin al posto di Vidal.

84'- Grande chiusura di Bonucci in acrobazia che anticipa Aubemayang.

83'- Bella trama di gioco degli ospiti ma Schmelzer spreca tutto con un tiraccio dai 30 metri, mentre a centro area c'erano tre compagni di squadra.

81'- Brutta palla persa da Tevez sugli sviluppi del calcio piazzato; Blaszczykowski crossa al centro ed Hummels ci prova di testa, ma il suo tiro è impreciso e finisce fuori.

80'- Pereyra stende Mkhitaryan e si becca un giallo sacrosanto. 

78'- Marchisio batte il corner sul quale si avventa Chiellini, che tira di poco alto sopra la traversa.

77'- Tevez impegna Weidenfeller che si salva in corner.

76'- Terzo ed ultimo cambio per Klopp: esce Immobile ed entra Blaszczykowski.

74'- Buona occasione per Immobile che dal limite dell'area non centra lo specchio della porta difesa da Buffon. 

72'- Chiellini stacca più alto di tutti su un corner battuto da Vidal, ma il suo colpo di testa è fuori misura.

71'- TEVEZ SFIORA IL 3-1!! CHE OCCASIONE PER L'APACHE! Tiro dal limite dell'area che termina a fil di palo.

70'- Fallo di Immobile su Bonucci.

68'- Continua ad attaccare il Borussia, che conquista un altro calcio d'angolo. Morata salta più alto di tutti e libera l'aria di rigore.

66'- Punizione da buona posizione per il Borussia. Si salva in corner Lichtsteiner.

62'- Finalmente una bella azione costruita dalla Juventus, con Tevez che arriva al tiro e non trova però lo specchio della porta difesa da Weidenfeller.

60'- Triangolazione tra Sahin e Kirch con il terzino destro che viene steso da una gomitata di Pogba non ravvisata dalla terna arbitrale. 

57'- Bravissimo Morata a cambiare gioco per Pogba che entra in area e aspetta davvero troppo tempo per concludere verso la porta, facendosi raddopiiare e soffiare il pallone

56'- Bravo Buffon ad intercettare un tiro dal limite di Immobile.

53'- Vicina alla terza marcatura la Juve sugli sviluppi di un corner, ma Weidenfeller è bravo ad intercettare il colpo di testa di Evra.

52'- Lezioso Pogba si fa chiudere in fallo laterale da Ginter, quando poteva chiudere una triangolazione veloce con Tevez.

51'- Lichtsteiner con caparbietà guadagna un buon calcio d'angolo.

49'- Nulla di fatto sugli sviluppi del calcio piazzato. 

48'- Fallaccio di Vidal su Reus. Giallo per lui, ma il rosso poteva starci tutto. Entrata a forbice da tergo davvero cattiva.

21.49 - Squadre posizionate in campo! Riprende il match! Intanto cambio per il Borussia: esce Sokratis ed enta Kirch.

Parte forte la Juventus che trova il vantaggio dopo appena 13 minuti, con Tevez lesto a respingere in rete una corta respinta di Weidenfeller. Ma invece di spingere sull'acceleratore i bianconeri calano il ritmo e con la complicità di un grave errore di Chiellini regalano il pareggio al Borussia, firmato Marco Reus. Le Api della Ruhr galvanizzate dal gol segnato prendono il dominio del gioco, tenendo sotto scacco la Juve per almeno venti minuti. Nel momento migliore del BVB i bianconeri riescono a trovare il 2-1. Marchisio allarga sulla sinistra per Pogba, che mette al centro per Morata, lasciato inspiegabilmente tutto solo in area da Hummels, ed è un gioco da ragazzi per l'attaccante spagnolo appoggiare la palla in rete. 

L'esultanza di Reus, Aubameyang ed Immobile

Un'istantanea del gol di Carlitos Tevez

21.34 - Finisce il primo tempo tra Juventus e Borussia Dortmund. Bianconeri in vantaggio con il risultato di 2-1. Reti di Tevez, Reus e Morata.

47'- La Juve fa possesso palla in attesa del fischio dell'arbitro Lahoz che arriva in questo istante.

46'- Gundogan stende Morata a metà campo.

45'- Sono 2 i minuti di recupero segnalati dal quarto uomo.

Marichisio allarga per Pogba che crossa al centro per Morata, che tutto solo deve solo depositare la palla in rete. Dov'erano i difensori del Borussia?!?!

42'- MORATAAAAAAAAAAAAAAA!!! MORATAAAAAAAA!! JUVENTUS NUOVAMENTE IN VANTAGGIO!!

39'- Molto più Borussia che Juventus fino a questo momento. L'errore di Chiellini ed il conseguente gol di Reus hanno bloccato i bianconeri, che non riescono a creare gioco.

37'- Cambio forzato anche per la Juventus. Esce Pirlo, infortunato, ed entra Pereyra.

35'- Corner per il Borussia.

32'- E Piszczek è costretto ad uscire. Al suo posto Klopp manda nella mischia Ginter.

29'- Brutta entrata di Pogba su Piszczek. Ma l'arbitro non se la sente di ammonire il centrocampista francese, spettatore fino a questo momento. Il terzino polacco sembra non poter proseguire la partita.

27'- Ci prova Bonucci di testa su un bel cross di Pirlo. Palla alta.

Deve fare molta attenzione la Juve a non concedere troppi spazi sulle corsie esterne. La velocità di Reus e Mkhitaryan può creare grossi problemi a Lichtsteiner ed Evra.

24'- Sugli sviluppi del corner riparte velocissimo Reus in contropiede, serve Mkhitaryan sulla destra che prova la conclusione; palla a lato.

23'- Angolo per la Juve.

22'- Bellissima partita adesso. Entrambe le squadre giocano a viso aperto. E' questo il calcio che ci piace!

Immobile spizza un pallone di testa che termina sui piedi di Chiellini, che perde l'equilibrio e frana a terra, regalando il pallone a Reus che tutto solo davanti a Buffon mostra tutta la sua glaciale freddezza e sigla il gol dell'1-1

18'- REUSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSS!!MARCO REUSSSSSSS!! 1-1 ALLO STADIUM!!!! MA CHE ERRORE GROSSOLANO

Morata va via a Pizsczek ed effettua un tiro cross che Weidenfeller non riesce a trattenere, ed è un gioco da ragazzi per Tevez appoggiare la palla in rete!

13'- TEVEZZZZZZZZZZZZZZ!! L'APACHEEE FA ESPOLDERE LO JUVENTUS STADIUMMMMM!! TEVEZZZZZZZZZZZZZZ

12'- Lancio errato da parte di Pogba.

10'- Partita molto equilibrata fino a questo momento. Entrambe le squadre sono ben messe in campo e molto concentrate.

8'- Ci prova immobile che salta Bonucci ma Evra è perfetto nella chiusura dopo un'ottima diagonale.

7'- Vidal è bravo a guadagnare un calcio d'angolo. Salgono Chiellini e Bonucci, ma Sokratis spazza.

6'- Prova a farsi vedere in avanti la Juventus, ma Hummels fa buona guardia. 

Spettacolare la coreografia dello Juventus Stadium

3'- Fallo netto di Schmelzer su Tevez non ravvisato dall'arbitro. Protesta l'Apache.

2'- Primo squillo di Immobile. Tiro dal limite di poco alto. Sembra molto motivato l'ex attaccante del Toro.

1'- Bellissima atmosfera allo Juventus Stadium. I bianconeri provano a tenere il possesso della sfera.

20.46 - Antonio Miguel Mateu Lahoz fischia l'inizio del match!! Partiti!!!

20.43 - Squadre schierate a centrocampo! Tutti in rigoroso silenzio per l'inno della Champions!!

20.40 - Le squadre sono pronte nel tunnel!! Sale la tensione allo Juventus Stadium!!

20.30 - Manca soltanto un quarto d'ora all'inizio di questa attesissima partita. Chi sarà più decisivo tra Tevez e Reus, i giocatori più rappresentativi in campo questa sera?

20.25 - Il Derby della Lanterna è appena terminato con il risultato di 1-1. Bellissima ed intensa partita tra Sampdoria e Genoa!

20.20 - Per chi si fosse perso le formazioni ufficiali, le riproponiamo in una foto della UEFA

20.15 - Inizia il riscaldamento per entrambe le squadre!

20.10 - Inizia a riempirsi lo Juventus Stadium, mentre Weidenfeller inizia il riscaldamento

20.05 - In contemporanea con Juventus -Borussia Dortmund, si giocherà Manchester City - Barccelona, un match che si prospetta a dir poco spettacolare. Partita che potrete seguire naturalmente con noi di Vavel Italia.
Questo il link a cui collegarsi ---> City - Barcellona

20.00 - Nessuna sorpresa negli 11 scelti da Max Allegri, mentre Klopp rilancia dal primo minuto Ciro Immobile, che sembrava ormai non rientrare più nelle scelte del tecnico del Borussia. Alle spalle dell'ex attaccante del Torino ci sarà un terzetto davvero temibile formato da Mkhitaryan, Reus e Aubameyang, che questa volta agirà da attaccante esterno. 

19.53 -  Questa invece la formazione del Borussia Dortmund!!

(4-2-3-1): Weidenfeller - Piszczek, Sokratis, Hummels, Schmelzer - Gündogan, Sahin - Mkhitaryan, Reus, Aubameyang - Immobile

19.50 - Ecco le formazioni ufficiali!!! Partiamo dai padroni di casa!

(4-3-1-2): Buffon, Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra, Marchisio, Pirlo, Pogba, Vidal, Tevez, Morata

19.48 - Squadre arrivate allo Juventus Stadium!!! Dovrebbero arrivare a minuti le formazioni ufficiali

19.45 - Buona sera e benvenuti allo Juventus Stadium di Torino per la diretta scritta live ed  dell'andata degli Ottavi di Finale della UEFA Champions League 2014/2015. A sfidare la Juventus nel suo fortino sarà il Borussia Dortmund di Jurgen Klopp e Marco Reus. Alle 20.45 inizierà lo spettacolo, ma Vincenzo Esposito e Vavel Italia vi accompagneranno verso l'inizio di questo spettacolare match, per poi raccontarvi le gesta dei campioni che scenderanno in campo fino al termine del match. Tenetevi pronti, lo spettacolo targato Champions League sta per avere inizio! 

Quanti ricordi e quante sfide vengono alla mente se si pensa a Juventus e Borussia Dortmund ed agli anni 90! L'indimentacabile gol di "Pinturicchio Del Piero" con il suo marchio di fabbrica, il tiro a giro; quel Del Piero che trascinò poi la Juve di Lippi alla vittoria finale della Champions. Ma il Borussia evoca anche ricordi amari, come la finale, proprio di Champions League, persa nel 1997, dove Del Piero mise a segno uno dei gol più belli visti in quegli anni. Ed è proprio da quella finale persa che tutto il popolo juventino aspetta questa sfida, una sfida che per i bianconeri e per il calcio italiano può avere un solo esito, la vittoria della Juventus!

Rivediamo entrambe le perle di Alex Del Piero

Come ogni stagione, ormai da qualche anno a questa parte, la Juventus la fa da padrona in Serie A. Complici anche i pochi competitors, i bianconeri si apprestano a vincere il quarto scudetto consecutivo, il primo dell'era Allegri. In questa prima parte di stagione, i bianconeri hanno perso soltanto 3 (Genoa in campionato, Atletico Madrid ed Olympiacos in Champions League) delle 33 partite giocate, se si calcolano i 90 minuti di gioco, se invece si aggiungono supplementari e rigori, le sconfitte diventano 4 (la Superocoppa persa a Doha contro il Napoli ai rigori). Dopo l'opaca prestazione di Cesena, partita finita 2-2, i bianconeri sono tornati alla vittoria contro una modesta Atalanta, che ha fatto soffrire, e non poco, Max Allegri in panchina. A decidere la sfida è stato un colpo di genio di Andrea Pirlo, che dai 30 metri ha fatto partire un bolide che si è insaccato all'incrocio dei pali. A prescindere dai punti accumulati in questo periodo, e dai risultati ottenuti, la Juventus non esprime quella qualità del gioco e quella sicurezza vista fino  metà gennaio. Ed anche Allegri è sembrato alquanto preoccupato della involuzione vista nelle ultime uscite, e soprattutto dalle opache prestazioni di Vidal e Pogba. Ma stasera sarà tutta un'altra musica, con la Champions in palio e uno Stadium tutto esaurito, si rivedrà sicuramente la miglior Juventus.

Live Champions League

Dopo un pessimo inizio di stagione, costellato di sconfitte e brutte figure, il Borussia Dortmund è tornato a fare sul serio nel momento in cui serviva maggiormente. Abbondanta l'ultima piazza della Bundesliga con le tre vittorie nelle ultime 3 partite giocate, il Dortmund si appresta a sfidare la Juventus senza nulla da perdere. Sarà forse questo a dare quella spinta decisiva alle Api della Ruhr per provare nell'impresa di superare i bianconeri nella doppia sfida. In ogni caso se si analizza la stagione della squadra di Klopp, bisogna fare un netto distinguo tra campionato e Champions League. Se analizziamo il campionato, il voto fino a questo momento per la stagione del Borussia sarebbe una piena insufficienza, un 4 insomma. Con la rosa che ha a disposizione Klopp, aver raccolto soltanto 25 punti ed essere a 3 punti dalla terzultima posizione, è davvero poco. Anche i numeri sono irriconoscibili: 7 vittorie, 4 pareggi e ben 11 sconfitte con soltanto 28 gol all'attivo (e nelle ultime 3 partite il Borussia ne ha segnati ben 10!) e ben 31 reti subite. Numeri che fanno ben sperare la Juve e i suoi tifosi. Se ci soffermiamo invece sul percorso in Champions, sembra essere di fronte ad un'altra squadra. 13 punti raccolti sui 18 disponibili, ed una sola sconfitta a qualificazione già ottenuta sul campo dell'Arsenal, con 14 reti realizzate e soltanto 3 subite. Questi sono invece numeri che non fanno stare tranquillo nessuno, soprattutto i tifosi bianconeri. Non ci resta che una domanda: qual è il vero Borussia Dortmund? Lo scopriremo sicuramente nella doppia sfida con la Juventus.

Diamo anche un'occhiata alle formazioni "tipo" utilizzate da Allegri e Klopp.

Max Allegri, dopo aver inizialmente continuato sulla strada di Conte con il 3-5-2, è passato ad un più compatto ed offensivo 4-3-1-2, avanzando Vidal, e qualora non ci fosse il cileno Pereyra, nello spot di trequartista alle spalle delle punte. Scelta tattica che ha pagato, dando alla Juve una maggiore concretezza e un maggiore appeal europeo. In foto le due varianti utilizzate da Allegri, che presentano il dubbio che ancora deve sciogliere l'allenatore bianconero: chi affiancherà Tevez? Llorente o Morata?

Jurgen Klopp sono ormai svariati anni che presenta lo stesso modulo tattico, il 4-2-3-1. Cambiano gli uomini, cambiano gli interpreti, ma il tecnico tedesco non schioda dal suo credo tattico che tante soddisfazioni gli ha dato. Nell' inizio di stagione, senza Marco Reus e Gundogan, pedine fondamentale nello scacchiere dello Borussia, Klopp ha dato spazio e fiducia ad Immobile, che però non è stato all'altezza del compito. Infatti sono ormai tante partite che l'ex attaccante del Toro non vede il campo da gioco, a discapito di un indemoniato Aubameyang. Nelle foto confrontiamo l'ultima formazione schierata da Klopp in Bundes e la formazione che dovrebbe scendere in campo questa sera.

Per quanto riguarda le scelte di formazione partiamo dai padroni di casa. Massimiliano Allegri  si affiderà sicuramente ai titolarissimi, schierando in campo i suoi con l'ormai rodato 4-3-1-2. In difesa, davanti all'insostituibile Buffon, dovrebbero esserci Bonucci e Chiellini, mentre sugli esterni ci saranno Lichtsteiner ed Evra. A centrocampo, il trio sarà costituito da Marchisio, Pirlo e Pogba, con il rientrante Vidal che agirà da trequartista dietro le punte; infine là davanti Allegri darà spazio a Tevez, supportato quasi sicuramente da Morata, incalzato come sempre da Llorente, andato a segno contro l'Atalanta nell'ultima giornata di campionato.

Jurgen Klopp, invece, dovrebbe affidarsi al dinamico 4-2-3-1, con Piszczek, Subotic, Hummels e Schmelzer che dovrebbero essere i quattro prescelti davanti a Weidenfeller. A centrocampo i due mediani a protezione della difesa dovrebbero essere  Gundogan e Sahin, mentre i tre che dovranno supportare Aubameyang (unica punta dello scacchiere tedesco) saranno con molta probabilità Błaszczykowski sulla corsia di destra, Reus su quella di sinistra, ed uno tra Mkhitaryan e Kagawa nello spot di trequartista centrale. Partenza dalla panchina per il nostro Ciro Immobile, che potrebbe subentrare al compagno di reparto Aubameyang a partita in corso.

Da segnalare la brutta disavventura capitata a Kampl, che sarebbe stato sicuramente del match. Durante il volo che ha portato il Borussia a Torino, il 24 centrocampista sloveno è svenuto, perdendo i sensi a causa di un probabile attacco influenzale. Non sarà quindi della partita, che l'avrebbe visto senza ombra di dubbio tra i titolari.

Queste quindi le probabili formazioni:

Juventus: Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Pogba, Pirlo, Marchisio; Vidal; Tevéz, Morata.

Dortmund: Weidenfeller; Piszczek, Subotic, Hummels, Schmelzer; Sahin, Gündoğan; Błaszczykowski, Kagawa / Mkhitaryan , Reus; Aubameyang.

Il primo aspetto che i bianconeri non devono sottovalutare, o meglio, che devono tenere d'occhio, è quello del gioco sulle fasce dei tedeschi: dispongono di due giocatori rapidi, che saltano l'uomo e sanno tagliare splendidamente in mezzo al campo, facendosi trovare spesso e volentieri anche direttamente in area di rigore, sfruttando i movimenti di Aubameyang, bravissimo a sfruttare gli spazi alle spalle delle difese avversarie. A ricoprire i ruoli di esterni d'attacco questa sera saranno Błaszczykowski, e Marco Reus, determinante nelle ultime uscite del Borussia. Il suo ritorno in campo è coinciso con il ritorno alla vittoria del BVB, che grazie alle sue reti e ai suoi assist è riuscito a mettere a segno il filotto di 3 vittorie consecutive. Ci sarà quindi tanto lavoro da fare per i due laterali, serviranno velocità e intelligenza, e soprattutto i raddoppi dei mediani di centrocampo. Evra da una parte e Lichtsteiner (o Caceres) dall'altra avranno di fronte due avversari di altissimo livello.

Il Borussia è una squadra prevalentemente offensiva, che aspetta e riparte in velocità, senza di fatto lasciare margine d'errore alla Juventus, che avrà verosimilmente il pallino del gioco in mano per la maggior parte del tempo. Il rischio è di finire a palleggiare sterilmente, senza creare pericoli, a una difesa rocciosa che deve però ritrovarsi, perchè se Hummels è tornato sui suoi livelli, lo stesso non si può dire di Subotic, a tratti irriconoscibile in certe uscite di questa stagione maledetta. Sicuramente i Tevez e Morata visti nell'ultimo mese circa potrebbero creare non pochi problemi alla difesa tedesca: in particolare l'ex Real Madrid potrebbe essere l'uomo chiave con la sua velocità. Sbilanciandosi, si potrebbe dire che la maglia da titolare sarà sua, anche perchè Llorente potrebbe andare in difficoltà, viste le enormi doti dei centrali del Dortmund nel gioco aereo.

Allegri - "Non è assolutamente la partita della stagione, visto che ne abbiamo ancora tante da giocare. Contro il Borussia ci giochiamo un ottavo su 180 minuti, non una finale. Loro sono in un ottimo momento di forma: ci vogliono forza, equilibrio e tecnica. Nessuno ha mai detto che il Dortmund è superiore a noi, loro hanno qualità importanti, tecnica e grande velocità. Domani sarà fondamentale non prendere gol: abbiamo ottime possibilità di passare turno, anche se il Borussia negli ultimi anni ha fatto grandi cose a livello internazionale". Quella squadra che ha trovato in Jurgen Klopp un grande condottiero, che ha plasmato la sua creatura nel corso degli anni: "Un po' di incoscienza serve a tutte le età, è bello conservarne una piccola quantità anche invecchiando, fa parte del carattere. Klopp ha fatto grandi cose a livello europeo, ha ricostruito il Borussia, è un grande allenatore. Non lo invidio per il fatto che nessuno lo contesta nonostante una classifica difficile in Bundesliga, al massimo dovrebbe essere lui ad invidiare la mia classifica... Credo che questo sia frutto della differenza di mentalità tra Germania e Italia. Sono convinto che a fine stagione il Borussia sarà a ridosso delle prime, ad eccezione del Bayern, che fa un campionato a parte". Come si affronta una squadra pericolosa in contropiede come il Borussia? "L'idea tattica della Juve non cambia, non si tratta di una gara di Serie A o Bundesliga, è la prima delle due sfide contro di loro. Dobbiamo limitare le qualità dei nostri avversari e fare una bella partita, intensa fisicamente e tecnicamente". Insiste sempre sull'aspetto tecnico Allegri, che nelle ultime partite ha visto una Juve meno convincente: tra gli altri, è stato Pogba ad apparire sotto tono. L'allenatore livornese non ha comunque particolari timori: "Non sono preoccupato dallo stato di forma di Pogba, ha buoni valori fisici, come tutte la squadra. Nessuno può giocare tutte le 50 partite della stagione al massimo".

Klopp - "È difficile capire cosa ci succede in Bundesliga, credo che sia arrivato il momento di tirare fuori gli artigli. Abbiamo una condizione fisica migliore rispetto alla prima parte della stagione. Abbiamo avuto tanti infortuni, ma anche tempo e modo per lavorare e migliorarci. In campionato abbiamo ancora problemi, dobbiamo ritrovare continuità e sicurezza per fare quello che sappiamo: a breve torneremo ai nostri livelli". Laddove non può arrivare la bravura dei singoli, arriva la scaramanzia e l'allenatore tedesco scava nel passato glorioso, quella finale che ancora brucia nei ricordi dei tifosi bianconeri: "Al momento siamo nelle condizioni migliori possibili, abbiamo recuperato quasi tutti gli indisponibili e arriviamo da 3 vittorie consecutive. La Juventus ha una storia importante, ma noi siamo motivati per dimostrare tutto il nostro valore. Siamo nei nostri giorni migliori, come la finale del '97, con la Juve non c'è più quella distanza che c'era in passato". Infine Jurgen Klopp analizza i prossimi avversari: "La Juve ha esperienza, giocatori furbi e navigati, con qualità anche a basso ritmo. Noi abbiamo un ritmo più veloce, dobbiamo sfruttare le nostre occasioni, sono convinto che possiamo andare avanti. So che gli italiani sono molto tattici, noi vedremo come si mette la partita e ci adatteremo, ma il nostro modo di giocare sarà sempre lo stesso di sempre. In Europa siamo sempre stati lucidi, in Bundesliga invece forse un po' stanchi e con poca sostanza. Non si tratta di diverse motivazioni ma solo di sfortuna e infortuni. Non è facile capire cosa ci è successo, lo ammetto, ma vedremo in estate come saremo messi".

Diretta Champions League

Buffon - "Mi auguro che questa non sia la partita della stagione, tutti noi speriamo di giocarne altre, ancora più importanti. A seconda dell'età queste vigilie sono vissute in modo diverso. I giovani con l'entusiamo e la voglia di farsi conoscere, i più esperti per dimostrare di poter ancora competere ad alti livelli, nonostante l'età. Vogliamo provare a far durare questo sogno a lungo. Il Borussia è una squadra rognosa, nelle gare decisive riesce a dare il meglio. Può vincere contro chiunque, abbiamo rispetto e curiosità per valutare i nostri progressi. Che si vinca o si perda, alla fine avremo pochi rimpianti. Speriamo di giocarci il ritorno con la possibilità di passare il turno". Conclude poi Buffon: "Questo doppio confronto mi ricorda quello col Celtic e con il Bayern di due anni fa. Dopo lo scorso anno sabbatico abbiamo la curiosità e il desiderio di misurarci con realtà che masticano l'Europa ad alto livello da qualche anno, come il Borussia. Rispetto a due anni fa abbiamo più consapevolezza e conoscenza. Non so se siamo più o meno forti di loro ma vogliamo vedere quanto possiamo valere"

Reus - "La Juve è davvero molto forte. Ma noi siamo in grado eliminarla se giochiamo come sappiamo. Le possibilità di passare sono al 50%. Voglio vincere un campionato con il Dortmund e vedere cosa accade in una città così calorosa. Sono fiero di come si sia vissuto il momento di crisi. Nessuno è impazzito, nessuno ha perso il controllo. Siamo rimasti uniti"

Le due squadre si sono affrontate per ben sette volte in ambito europeo e i precedenti sorridono alla Juventus, che vantano 4 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte. La prima volta risale alla finale di Coppa Uefa 1992/93, dove a spuntarla furono proprio i bianconeri, che all'andata espugnarono il campo del Borussia con il punteggio di 1-3 (doppietta di Roberto Baggio e rete di Dino Baggio), mentre al ritorno si imposero con un netto 3-0 (doppietta di Dino Baggio e gol di Moeller). Caso vuole, che le due squadre si rincontrano, sempre in Coppa Uefa, nella semifinale dell'anno successivo, dove ad avere la meglio è ancora la truppa bianconera: all'andata (giocata a Milano) la "Vecchia Signora" impatta con il punteggio di 2-2 con le reti del "Divin Codino" e Mohler, ma al ritorno la storia non cambia, infatti i bianconeri espugnano nuovamente il Westfallen Stadion grazie alle reti di Porrini e Baggio; inutile la rete del momentaneo pareggio siglata dall'ex Julio Cesar. Ma nemmeno la terza volta è quella buona per i tedeschi, che incrociano la truppa, allora allenata da Lippi, nella fase a gironi della Champions League 1995/96 (che vedrà proprio i bianconeri alzare la tanto desiderata coppa, dopoi aver battuto l'Ajax di Litmanen ai rigori). All'andata le "Zebre"continuano la loro tradizione positiva in terra tedesca, battendo il Borussia per 1-3 con le reti Padovano, Del Piero e Conte, mentre al ritorno il BVB si prende una piccola rivincita sconfiggendo i bianconeri grazie alle realizzazioni di Zorc e Ricken. Ma è l'ultimo incontro, quello più doloroso da ricordare per tutta la tifoseria torinese, che quella notte del 28 Maggio del 1997, non solo vennero sconfitti ma persero anche la possibilità di alzare la seconda Champions League consecutiva. In quella "maledetta" notte furono le reti di Riedle (doppietta) e Ricken a condannare la formazione bianconera, oscurando anche la grande prodezza di tacco firmata da Alex Del Piero.