Luis Enrique richiama il Barca: "Senza Ibra ci hanno già battuti, dobbiamo migliorare in difesa"

L'allenatore dei catalani è intervenuto nella sala stampa del Parco dei Principi accompagnato da Marc-Andrè Ter Stegen, per presentare la sfida che vedrà opposto il suo Barcellona al Paris Saint Germain di Laurent Blanc.

Luis Enrique richiama il Barca: "Senza Ibra ci hanno già battuti, dobbiamo migliorare in difesa"
Luis Enrique richiama il Barca: "Senza Ibra ci hanno già battuti, dobbiamo migliorare in difesa"

Luis Enrique ed il suo Barcellona tornano al Parco dei Principi. La squadra di Messi e compagni fu già protagonista nella capitale francese della doppia sfida che caratterizzò il gruppo F della prima fase della competizione. Partite diverse, con motivazioni e soprattutto importanza diversa: ci si giocava il primo posto nel girone, mentre domani e fra sette giorni, nel ritorno al Camp Nou, in palio, ci sarà uno dei quattro posti nella semifinale della Champions

Lo sa bene l'allenatore dei catalani, che ritorna sulla sfida del 30 settembre proprio al Parco dei Principi, quando il Barcellona si fermò perdendo per 3-2 dopo una bellissima partita. L'intervento dell'ex mister della Roma parte proprio da qui, dall'andata, e dalla sfida di domani, che avranno in comune l'assenza di Zlatan Ibrahimovic: "Il PSG ha diverse assenze importanti, ma non dimentichiamoci che senza Zlatan ci hanno già battuto, e che noi invece abbiamo vinto con lui in campo. Non si può mai sapere prima l'importanza delle assenze. A settembre giocammo una buona partita, ma uscimmo dal campo sconfitti. Rispetto a quella gara dovremo migliorare dal punto di vista difensivo. Loro sono un'ottima compagine, e lo hanno dimostrato eliminando il Chelsea. Penso che sarà una doppia sfida aperta, visto che le nostre squadre sono abbastanza simili. Il PSG può costruire il gioco o ripartire in contropiede, ed è in grado di far male in molti modi". 

L'allenatore dei catalani fa il punto della situazione, ma si aspetta comunque una gara aperta, ricca di gol, come furono le due gare del girone eliminatorio: "Mi aspetto una gara divertente. Penso che ci saranno molti gol, e spero pure che ne segneremo di più di loro. Non sarà ovviamente facile, recentemente abbiamo fatto molta fatica contro di loro. Non credo che il 3-4-3 sia un sistema di gioco rischioso, lo abbiamo utilizzato già diverse volte e non abbiamo mai rischiato nulla".

Infine, l'allenatore ha risposto alle domande su Neymar, che è sembrato scontento dopo la sostituzione durante la sfida pareggiata a Siviglia: "Ho tutta la squadra a disposizione, domani vedrete, i giocatori devono capire che sono io che decido. Neymar? Non ho visto le immagini, ma capisco che ogni giocatore vorrebbe scendere in campo"

"Dobbiamo concentrarci. Dobbiamo continuare come abbiamo fatto fin qui e avremo una buona chance domani. Dobbiamo rimanere concentrati per le due partite, e se mostriamo la nostra qualità avremo buone possibilità di passare il turno. Ma saranno partite dure". Suona la carica Marc-André ter Stegen, ventiduenne portiere alla prima stagione in maglia blaugrana.

L'ex portiere del Borussia Moenchengladbach ha successivamente parlato degli avversari di domani, sottolineando l'importanza di imporre il proporre il proprio gioco: "Il Paris Saint Germain sarà preparato e giocherà diversamente rispetto alla sfida contro il Chelsea. E' importante fare la nostra gara e provare a sorprenderli. Saremo pronti. Siamo affamati di successo. Giochiamo sempre partita di alto livello e se rimaniamo concentrati possiamo vincere.