Bayern-Porto, Lopetegui crede all'impresa

Il tecnico spagnolo ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del ritorno del quarto di finale con i tedeschi. I suoi devono riuscire a mantenere il vantaggio dell'andata.

Bayern-Porto, Lopetegui crede all'impresa
Bayern-Porto, Lopetegui crede all'impresa

Un'impresa. Non ci sono altri termini per definire quello che il Porto potrebbe compiere domani sera all'Allianz Arena, dove affronterà i padroni di casa del Bayern Monaco giocandosi la qualificazione alle semifinali di Champions League. Il 3-1 dell'andata è un enorme vantaggio, sia sotto il punto di vista tecnico che psicologico, visto anche gli scossoni che ci sono stati in Baviera nei giorni scorsi. Julen Lopetegui, artefice di questo Porto dei miracoli, ha parlato in conferenza stampa chiedendo attenzione, prudenza e tanta testa.

"Siamo concentrati sulla partita - ha detto l'allenatore dei Dragoes - dovremo fare esattamente tutto quello che abbiamo preparato. Sara’ un compito difficile, ma noi cerchermo di trovare risposte semplici. Ci piace l’idea di affrontare il Bayern, che e’ una delle squadre piu’ forti al mondo. Non possiamo pensare a cosa puo’ succedere, ci concentreremo solamente sulla partita e poi cercheremo di rispondere sul campo. Faremo di tutto per fare la nostra partita e creare occasioni: dobbiamo pensare esclusivamente a noi stessi. Dovremo offrire una grande prestazione".

Le squalifiche di Danilo e Alex Sandro peseranno nell'economia della gara: "Rispetto all'andata dovremo fare alcuni cambiamenti, deciderò domani cosa fare. Dovremo scendere in campo con il desiderio di avere sempre la palla, dobbiamo attaccare e recuperare subito il pallone quando sarà dei nostri avversari. Non è vero che Jackson Martinez nella prima partita ha giocato grazie a delle infiltrazioni, non avrei mai permesso una cosa del genere". Attaccare e segnare sì, ma di fronte c'è un Bayern a dir poco agguerrito: Lopetegui non se ne preoccupa però, vuole pensare solo alla sua di squadra. "Non spenderò energie per cercare di capire cosa faranno loro - ha continuato lo spagnolo - siamo totalmente concentrati su quello che dobbiamo fare noi. Siamo chiamati a competere con una grande squadra che sta facendo la storia, dovremo scendere in campo con la voglia di essere protagonisti".

Una sfida che vale molto di più di una semifinale di Champions League: "Può essere la partita che vale una stagione, siamo nei quarti di Champions per giocare una sfida fantastica contro un grande avversario. I ragazzi si sono meritati tutto questo, sono stati impressionanti. Ci siamo guadagnati il diritto di giocare i quarti di finale lavorando duramente. A questo punto ogni gara e’ fondamentale, faremo di tutto per raggiungere le semifinali. Siamo orgogliosi di quanto fatto finora. Avremo l’energia, il supporto e la passione dei nostri tifosi, che ieri ci hanno dato una grande spinta al momento della partenza per Monaco".