Real - Juve, cresce l'attesa

Real Madrid e Juventus, ancora loro, ancora in campo. A poco più di 24 ore dal fischio d'inizio di questa semifinale stellare, analizziamo la vigilia, le mosse tattiche e le sensazioni delle due squadre. Poi sarà il campo a parlare.

Real - Juve, cresce l'attesa
Real - Juve, cresce l'attesa

Se Carlo Ancelotti dice di voler scrivere la storia, Massimiliano Allegri sa che la sua parte l'ha già fatta. La Juventus ha raggiunto le vette nazionali ed europee e può guardare con ottimismo al futuro più immediato. Il Santiago Bernabeu, domani sera, sfoggerà il vestito delle occasioni speciali, cercando di intimorire la squadra campione d'Italia. Il risultato della partita di andata ha premiato parzialmente i bianconeri, che cercano l'ultimo tagliando per la finale di Berlino.

Questione di strategie. La Juventus ha bisogno di un gol in trasferta che spinga le certezze cancellando le ultime paure; il Real Madrid vuole ribaltare il risultato dell'andata e confermare un pronostico che la vede forse ancora favorita visto l'esiguo svantaggio. La sorpresa che attende il popolo bianconero la scarterà Paul Pogba, al rientro dopo la sgambata contro il Cagliari, mentre Ancelotti dovrebbe puntare ancora su Kroos e sul rientrante Benzema. 

Il talento di Cristiano Ronaldo e Tevez sono armi da rispettare, temere e contrastare. L'Apache sta vivendo un momento magico, meglio approfittarne. Nessuna paura. Fuori il carattere e la personalità di chi è nato per vincere. La famiglia Agnelli sogna un'impresa che avrebbe del clamoroso, ma la realtà racconta di un match comunque insidioso e dal finale tutto da scrivere.

Questa Juve può farcela, ha studiato ed è preparata all'impresa. Tutte le componenti dovranno girare all'unisono, la UEFA Champions League è la competizione dei dettagli e si affida agli dei. Domani sera, alle 20:45 Juventus e Real Madrid scriveranno un'altra memorabile pagina sportiva.