Risultato Juventus-Barcellona: finale della Champions League 2015 (1-3)

Risultato Juventus-Barcellona: finale della Champions League 2015 (1-3)
Juventus
1 3
Barcellona
Juventus: (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra (dal 87' Coman); Marchisio, Pirlo, Pogba; Vidal (dal 79' Pereyra); Morata (dal 84' Llorente), Tevez. All.: Massimiliano Allegri.
Barcellona: (4-3-3): Ter Stegen; Daniel Alves, Pique, Mascherano, Alba; Rakitic (dal 91' Mathieu), Busquets, Iniesta (dal 77' Xavi); Messi, Suarez (dal 95' Pedro), Neymar. All.: Luis Enrique.
SCORE: 0-1, min 4, Rakitic; 1-1, min 55, Morata; 1-2, min 69, Suarez; 1-3, min 95, Neymar.
ARBITRO: Cuynet Cakir (Tur) ammonisce Vidal (J); Pogba (J); Suarez (B);
NOTE: Finale dell'edizione della Uefa Champions League 2015. Dall'Olympiastadion di Berlino, Juventus-Barcellona. Inizio ore 20.45.

Con la foto dei festeggiamenti del Barcellona, Andrea Bugno e la redazione calcio di Vavel Italia vi ringraziano per averci accompagnato in questa splendida giornata di Champions League e vi augurano una serena buonanotte. 

Iniesta a fine gara: "Una volta ancora abbiamo dimostrato cosa può fare questa squadra. Dobbiamo essere orgogliosi di questo traguardo. Era giusto che Xavi alzasse la coppa. E' il premio meritato alla sua splendida carriera". 

Il gol di Rakitic entra nella top three dei gol più veloci della storia della finale di Champions League. Ecco il podio. 

La gioia del Barcellona

Queste le statistiche di fine gara

Per la seconda volta in sei stagioni, il Barcellona cala il triplete. 

Le lacrime della Juve

E' IL MOMENTO DELLA PREMIAZIONE! XAVI ALZA NEL CIELO DI BERLINO LA CHAMPIONS LEAGUE! IL PREMIO PER LA SUA CARRIERA! IL BARCELLONA E' ANCORA CAMPIONE D'EUROPA! 

Il 2-1 di Suarez 

Il gol di Neymar in quattro foto

Suárez: "Quando arrivi in un club come il Barcellona, sai che sei qui per vincere. E' un sogno che si avvera"!

Decisivi gli episodi. Dopo il pareggio della Juve, un episodio dubbio, su Pogba ed il gol di Suarez in contropiede dalla parte opposta. Poi il Barcellona ha legittimato e chiuso la gara con Neymar. La Juve esce a testa altissima, anche se in questi momenti conta davvero poco.

Buffon a fine gara: "Abbiamo creduto tutti di potercela fare. Soprattutto in un momento nella seconda parte di gara. I valori alla fine emergono, il risultato premia il Barcellona per meritocrazia. L'importante è che ce la siamo giocata fino in fondo, ed è la cosa più importante. Maledizione? No, il finale tutto può succedere. Se sei il più forte hai il 51% di vincere, noi ne avevamo molte meno. Non è quella di oggi la finale sulla quale recriminare". 

IL BARCELLONA E' CAMPIONE D'EUROPA PER LA QUARTA VOLTA NEGLI ULTIMI DIECI ANNI, MENTRE TUTTA LA JUVE E' IN LACRIME! 

E' la festa di Iniesta, che eguaglia Seedorf a quota 4 vittorie della Champions! E' la festa di Luis Enrique, che al primo colpo vince la Coppa! E' la festa di una squadra che era nettamente favorita alla vigilia, come a settembre. Uno squadrone. Onore ai blaugrana!

A testa altissima la Juve dopo una stagione fantastica. Il Barcellona è stato superiore, quantomeno nei tre davanti che sono stati più cinici nel momento di chiudere la gara e battere a rete! 

E' finita! Fischia Cakir! IL BARCELLONA E' CAMPIONE D'EUROPA! 

IN CONTROPIEDE! PEDRO SERVE NEYMAR CHE CHIUDE I GIOCHI! 

NEYMARRRRRRRRRR!!!! 1-3 BARCELLONAAAAA!!!! IN CONTROPIEDEEEE!!! NEYMARRRRRR!!! BARCA CAMPIONE D'EUROPA! 

96' Punizione per la Juventus dopo un fallo di mani di Daniel Alves. 

Ultima speranza per la Juve. Rimessa da fondo per Buffon. 

95' Fallo di Lichtsteiner su Suarez. Luis Enrique si gioca l'ultimo cambio. Esce proprio il pistolero, autore del gol vittoria fin qui. Dentro Pedro. 

ULTIMO MINUTO! 

94' Contropiede Barcellona! Messi spezza in due la difesa della Juve, serve Neymar, che conquista un preziosissimo calcio d'angolo. 

93' TEVEZ! SI ACCENTRA E CALCIA COL DESTRO! BLOCCA CENTRALMENTE TER STEGEN! 

92' Controlla l'uscita Ter Stegen su un passaggio di testa arretrato di Piqué! Tre i minuti al termine. 

Ecco il cambio di Mathieu. Entra per Rakitic con Mascherano che scala a centrocampo. 

5 minuti di recupero. 

89' MARCHISIO!!!! COL SINISTRO DA FUORI AREA! TER STEGEN IN ANGOLO! 

Entrerà anche Coman al posto di Evra. Prova il tutto per tutto Allegri. 

87' CHE OCCASIONE PER PEREYRA! BRAVISSIMO LLRENTE A SALTARE DUE DIFENSORI DEL BARCELLONA E SERVIRE PEREYRA CHE NON HA TROVATO IL TEMPO PER BATTERE A RETE! 

Suarez a terra dopo uno scontro fortuito con Bonucci. E' caduto male il pistolero sulla gamba destra, che ha effettuato una strana ed innaturale torsione. 

E' pronto Mathieu ad entrare in campo. Staremo a vedere se al posto di un difensore, o dei due centrocampisti. 

Fuori Morata, dentro Llorente. 

84' ALTRA OCCASIONE PER SUAREZ! CROSS DALLA DESTRA DI ALVES, STOPPA CON LA COSCIA SUAREZ, CHE CALCIA MALE COL SINISTRO A LATO! 

E' pronto anche Llorente per il forcing finale

7 più recupero al termine. Juve che ci prova con le residue energie, ma il Barça sembra poter controllare agevolmente. 

82' PIQUE! DA OTTIMA POSIZIONE SPARA ALTISSIMO! CHE ASSIST DI RAKITIC! 

La gioia di Suarez, la disperazione di Tevez

80' MESSI SCIVOLA AL MOMENTO DEL CONTROLLO! ERA TUTTO SOLO DAVANTI A BUFFON DOPO L'ASSIST DI NEYMAR! 

Arriva il primo cambio anche per Allegri: si gioca la carta Pereyra, esce Vidal. 

STACCA POGBA! PALLA ALTA! 

78' Tevez prova a sfondare dalla sinistra, mette al centro per Morata, Rakitic spazza in angolo!

Ecco il primo cambio: esce Iniesta, dentro Xavi. 

MESSI COL MANCINO! PALLA ALTA! 

Primo cambio per il Barcellona. Sta per entrare Xavi

76' Doppio fallo di Barzagli. Sul primo si gioca per la regola del vantaggio su Suarez, sul secondo su Neymar, Cakir fischia la punizione. 

75' COSA FA TER STEGEN? ANTICIPA TUTTI MA FA CARAMBOLARE LA SFERA SU RAKITIC: ANGOLO! 

74' Intervento spettacolare di Evra in copertura su Messi che era lanciato verso la porta. 

71' NEYMARRRRRR!!!! ANNULLATO! ANNULLATO PER FALLO DI MANO! HA TOCCATO CON IL BRACCIO IL BRASILIANO! COSA S'E' MANGIATO! NON TROVA IL PALLONE DI TESTA E DEVIA CON LA SPALLA DESTRA! 

71' Fallo di Suarez su Pirlo. Giallo per il pistolero. 

Messi va via in contropiede, centralmente, spezza in due la difesa della Juve, si porta il pallone sul sinistro e calcia verso Buffon. La deviazione del portiere arriva sui piedi di Suarez che da ottima posizione non può sbagliare! 2-1 Barcellona! 

68' SUAREZZZZZ!!!! LUIS SUAREZZZZZZ!!! BARCELLONA ANCORA IN VANTAGGIO CON SUAREZZZ!!!! 1-2, MA CHE AZIONE MESSI! 

67' POGBA A TERRA! PER CAKIR NON C'E' RIGORE! 

67' Ancora Juve in avanti! Evra crossa dalla sinistra, Vidal non c'arriva! 

Il gol di Morata in quattro istantanee

Partita bellissima, non c'è un attimo di tregua, con la Juve che sembra più conscia delle sue possibilità. Contestualmente il Barcellona sembra leggermente affaticato, con il possesso palla che diventa più lento e prevedibile. 

65' POGBA! COL DESTRO! BLOCCA TER STEGEN! 

63' INIESTA! INVENTA CALCIO! PORTA A SPASSO 4 BIANCONERI, SI ARRESTA, SERVE L'INSERIMENTO DI SUAREZ, MA BUFFON ESCE! 

62' TEVEZ! TUTTO SOLO, AL LIMITE DELL'AREA DI RIGORE, SPARA ALTO! DOVEVA FAR MEGLIO TEVEZ! BARCA FUORI POSIZIONE IN QUESTA AZIONE! 

60' Contropiede del Barcellona, Messi porta palla e serve Neymar sulla destra, ma la palla è leggermente arretrata e l'azione sfuma. 

59' Aggredisce la squadra bianconera: Vidal recupera palla ma spreca un facile passaggio per Tevez che aspettava la sfera per ripartire. 

58' Juve che sembra più convinta adesso. Tiene il possesso palla con il Barcellona che arretra il proprio baricentro sul terreno di gioco. 

Discutibile la parata di Ter Stegen. Avrebbe potuto trattenere il sinistro di Tevez, non irresistibile. 

Marchisio inventa col tacco per Lichtsteiner, cross basso per Tevez che si gira e calcia col sinistro. Ter Stegen non tiene la sfera e Morata da due passi insacca. 

55' MORATAAAAAAAAAA!!! IL PAREGGIO DELLA JUVENTUSSSS!!!! MORATAAAAAAAA!!!!! 1-1

53' Sale la pressione del Barcellona, la Juventus non riesce ad uscire dalla propria metà campo. 

51' SI ACCENDE MESSI! DA DESTRA SI ACCENTRA: DUE TRIANGOLAZIONI DI SEGUITO CON NEYMAR E SUAREZ, CONTROLLA E CALCIA! PALLA ALTA! 

49' SUAREZ! Calcia col destro da buona posizione, palla che esce alta sopra la traversa. 

48' BUFFON! COSA SALVA SU SUAREZ! 5 CONTRO 3 IL CONTROPIEDE DEI BLAUGRANA: RAKITIC SERVE SUAREZ CHE CALCIA SUL PRIMO PALO. L'ESTREMO DIFENSORE DELLA JUVE CHIUDE IN ANGOLO. 

Cross di Pirlo, ancora Piqué anticipa tutti in angolo. 

47' Tevez si libera ai trentacinque metri. Piquè lo affronta e lo falcia. Punizione per la Juve. 

46' Inserimento di Rakitic alle spalle della difesa. Bonucci chiude. 

SI RIPARTE! SUAREZ TOCCA PER MESSI! INIZIA LA RIPRESA!

Neymar in azione

I due allenatori durante la sfida

Squadre in campo per la ripresa! Nessun cambio tra i ventidue sul terreno di gioco. Barcellona che darà il via al match. 

Curiosità - In occasione del gol, tutti gli effettivi del barça hanno toccato il pallone almeno una volta. 

Queste le statistiche al termine della prima frazione di gioco. 

Questa l'azione del gol di Rakitic che dopo quattro minuti ha protato in vantaggio il Barcellona di Luis Enrique. 

Bel primo tempo all'Olympiastadion. Barcellona subito avanti nonostante i primi minuti di imbarazzo nel registrare il possesso palla. Tevez vicino al gol, poi Rakitic punisce. Barcellona in costante proiezione offensiva che va vicina al gol in più occasioni con Suarez (2) e Neymar. La migliore occasione capita, però, sui piedi di Alves, con Buffon che si supera! Marchisio mette paura dal limite a Ter Stegen, ma troppo poco per impensierire il portiere blaugrana. Vantaggio meritato, con Messi che sonnecchia in campo in attesa della zampata. 

FISCHIA CAKIR! FINISCE IL PRIMO TEMPO CON IL BARCELLONA IN VANTAGGIO PER 1-0 GRAZIE AL GOL SEGNATO DA RAKITIC AD INIZIO DEL PRIMO TEMPO!!!

45' MESSI!!! SI ACCENDE LA PULCE, SALTA PRIMA POGBA, POI EVRA, BONUCCI TEMPOREGGIA E MESI SI TRASCINA LA SFERA OLTRE LA LINEA DI FONDO!

45' MARCHISIO! DESTRO POTENTE DAL LIMITE! BLOCCA IN DUE TEMPI TER STEGEN! 

44' CHE OCCASIONE PER SUAREZ! BUFFON SBAGLIA IL DISIMPEGNO PER LICHTSTEINER! NEYMAR INTERCETTA E SEREV L'URUGUAIANO CHE TDI TESTA NON ARRIVA! 

41' Fallo da dietro di Pobga su Messi che stava partendo in velocità. Giallo per il francese. 

40' ANCORA SUAREZ! 3 contro 2 pericolosissimo: Neymar cerca Messi, Bonucci chiude in scivolata ma serve Suarez che calcia di prima intenzione di destro. Buffon in angolo. 

39' SUAREZ!!!! Prende palla tra le linee juventine, punta Bonucci e calcia dal limite dell'area. Buffon non c'arriva, con la palla che lambisce il palo. 

38' Iniesta s'incunea in area di rigore, serve Suarez con la punta del piede, ma l'uruguagio non riesce ad uncinare la sfera. 

33-67 il dato del possesso palla fin qui. 

37' Pirlo con uno dei pochi palloni giocabili sulla trequarti pennella un cross per l'accorrente Marchisio, che però non c'arriva. 

36' Proteste Juve su Cakir! Episodio dubbio con Alba che ha atterrato Pogba al limite dell'area: non c'erano gli estermi della punizione dal limite. 

Iniesta è il primo calciatore ad effettuare tre assist in tre finali diverse

34' Angolo Juve! Lo guadagna Vidal, spostatosi sulla sinsitra, facendo carambolare il pallone su Piqué, uscito in chiusura sul cileno

Questo il miracolo di Buffon che ha evitato il gol del raddoppio di Daniel Alves

32' Azione ragionata del Barcellona. Iniesta libera Neymar che serve la sovrapposizione di Alba a sinistra: cross basso e teso per Messi, Bonucci anticipa tutto. 

30' Ingenuo il fallo di Bonucci su Suarez che era spalle alla porta e stava controllando la sfera. Punizione dalla trequarti difensiva della juventus.

28' Daniel Alves ci prova sulla destra, mette al centro da buona posizione, con Bonucci che devia il traversone di testa in calcio d'angolo. 

27' Evra non rinvia bene di testa, fornendo un assist involontario a Neymar che controlla e calcia. Tiro debole e centrale, para Buffon. 

Il gol di Rakitic in poche mosse. 

25' Spinge Evra sulla sinistra, crossa al centro basso, Alba intercetta ed esce palla al piede, con Morata che commette fallo alle sue spalle. 

24' MORATA! Azione simile a quella di Tevez nei primi secondi del match. Barcellona che esagera col possesso palla e perde la sfera, Juve aggressiva con Vidal che serve l'ex Real che di sinistro calcia a lato. 

23' Tevez prova l'azione solitaria sulla sinistra, nessun difensore blaugrana lo chiude, prova il cross col mancino, palla che si spegne sul fondo. 

22' Ancora la squadra di Luis Enrique in avanti. Iniesta trova Neymar tra le linee, l'undici cerca l'inserimento di Suarez, Bonucci si frappone e sventa la minaccia. 

L'esultanza del Barcellona dopo il gol del vantaggio. 

20' Riparte la Juve in contropiede. Tevez per Morata, si dipana l'azione, lo spagnolo per Pogba che cerca Tevez sul secondo palo. Mascherano devia in angolo. 

19' La Juve sembra avere problemi oltre che nell'uno contro uno dei fenomeni del Barcellona anche nelle coperture e nelle rotazioni che ne scaturiscono dopo i dribbling. Deve ritrovare fiducia e compattezza la squadra bianconera. 

17' Ci prova ancora il Barca sulla sinistra. Neymar scambia con Iniesta, Barzagli legge il triangolo e chiude spazzando la sfera. 

Il gol di Rakitic in quattro foto. 

16' ALBA COL SINISTRO DA OTTIMA POSIZIONE! PALLA ANCORA ALTA DI POCO, MA LA JUVE NON REAGISCE! 

15' Ancora un fallo di Vidal che sta rischiando. Rakitic sul pallone, punizione che verrà battuta dalla trequarti offensiva blaugrana. 

14' DEVASTANTE IL BARCELLONA! SUAREZ SFONDA SULLA DESTRA, METTE AL CENTRO PER DANIEL ALVES CHE CALCIA A BOTTA SICURA! BUFFON SALVA CON UN MIRACOLO! 

13' MESSI-NEYMAR! L'ARGENTINO SERVE CON UN CROSS TESO IL BRASILANO CHE NON ARRIVA PER UN PELO!! 

13' Grave errore di Vidal che non libera, Busquets serve Suarez che si incunea in area, Barzagli chiude perfettamente. 

12' Ancora aggressiva la Juve sui portatori di palla spagnoli. Evra commette fallo su Messi, che provava a partire dalla sinistra. 

10' Controlla il possesso palla il Barcellona, con la Juve che adesso aspetta le verticalizzazioni dei blaugrana. Ancora un fallo, ancora una volta di Vidal, con Cakir che ammonisce il cileno. Entrata in scivolata su Sergio Busquets. 

9' NEYYYMAAAAARRR!!! CHE AZIONE DI NEYMAR! NE SALTA DUE, SI ACCENTRA, CALCIA COL DESTRO DA OTTIMA POSIZIONE MA MANDA DI POCO ALTO! 

8' Contropiede Juve, Morata attacca sulla destra, siede Mascherano con una finta, serve Vidal a rimorchio che calcia di destro: palla alta sopra la traversa. 

7' EPISODIO DUBBIO IN AREA DELLA JUVE! NEYMAR CROSSA E LICHTSTEINER FERMA IL CROSS CON IL BRACCIO! NON C'E' RIGORE! 

5' Juve stordita dal gol. Bruttissimo fallo di Vidal su Iniesta. Ha rischiato il giallo il cileno. 

Grande numero di Neymar che controlla la sfera sul lato corto dell'area di rigore, vede l'inserimento di Iniesta, controllo a seguire, Barzagli chiude ma non evita il passaggio all'accorrente Rakitic che a tu per tu con Buffon fa 1-0. Tutto bellissimo!

4' RAKITICCCCCC!!! IVANNNN RAKITICCCCC IL VANTAGGIO DEL BARCELLONA DOPO 4 MINUTI!!!! TUTTO TROPPO FACILE! 

3' Neymar prova il numero sulla sinistra, lo chiudono Marchisio e Lichtsteiner in fallo laterale. 

2' Ancora un errore in fase di impostazione del Barcellona! Mascherano non controlla il retropassaggio di Alba ed è angolo. 

1' TEVEZ! Sbaglia Mascherano il rilancio, Marchisio serve Tevez centralmente che calcia alto. 

1' Juve subito aggressiva in pressione! Fallo di Vidal ai danni di Iniesta!

FISCHIA CAKIR!! SI PARTE! TEVEZ TOCCA PER MORATA E SI PARTE! JUVE IN POSSESSO PALLA! 

I due capitani della sfida, Buffon ed Iniesta si scambiano i gagliardetti, prima di effettuare il sorteggio che decreterà chi tra le due squadre darà il via alla gara. 

UNO SPETTACOLO L'OLYMPIASTADION! STREPITOSE LE DUE COREOGRAFIE! MES QUE UN CLUB DA UNA PARTE, LE DUE MANI BIANCONERE CHE SI ALLUNGANO VERSO LA COPPA DALL'ALTRA! FANTASTICO! ATMOSFERA CLAMOROSA A BERLINO!!!! 

SQUADRE CHE ENTRANO IN CAMPO! LA PASSERELLA ACCANTO ALLA COPPA CHE ASSISTE L'INGRESSO IN CAMPO DEI VENTIDUE PROTAGONISTI! 

Prende posto la Coppa dalle grandi Orecchie! Con Messi e Tevez che si parlano nel tunnel poco prima dell'ingresso in campo. 

Ecco i numeri della sfida, con i giocatori che stanno per raggiungere il tunnel che precede il terreno di gioco. 

L'inizio della cerimonia di apertura

Una Coppa gigante fa da sfondo, nello spazio che separa i due lati della curva juventuna, alla sfida. 

Al tridente offensivo del Barca la Juve oppone il trio che era qui a Berlino nel 2006: Buffon, Barzagli e Pirlo vogliono alzare di nuovo la coppa nel cielo tedesco. 

20.35 I numeri stratosferici del tridente blaugrana. Ciò nonostante la Juve non ha paura, non stasera. In 90 minuti può succedere di tutto all'Olympiastadion! 

20.30 Il particolare della maglia dei blaugrana quando siamo ad un quarto d'ora dall'inizio della gara. 

20.25 Xavi e Llorente scambiano due battute prima dell'inizio della partita. 

Intervistato nel prepartita di Sky, il doppio ex Thierry Henry ha parlato della finale di Champions League tra Juventus e Barcellona: "Sono andato via dalla Juventus perchè non giocavo. Al Barcellona ho vinto tutto. Sicuramente ho fatto molto bene in blaugrana, parlano i fatti. La Juventus è un club incredibile, ho un grande rapporto con tifosi e società, però il Barca è il Barca. Sono combattuto".

Questo Alex Del Piero, sempre ai microfoni dell'emittente satellitare: "La Juve arriva bene, e non essere favoriti aiuta perchè toglie pressioni. I ragazzi sanno che di occasioni così ve ne sono rare. Non vedi l'ora di iniziare, l'attesa è snervante. L'importanza e l'energia la senti nello stadio, fuori, nei giorni precedenti e quando ti isoli cercando di rivedere la partita e le stagioni. Un tourbillon di emozioni da tenere a bada. Buffon? Ci siamo scambiati messaggi in questi giorni. Era come alla Juve e in Nazionale, era in Serie B. Fa piacere che possa celebrare, sperando finisca bene, un giocatore e un compagno d'avventura così. Tevez e Messi? Sono due storie diverse. Sono argentini, furbi e scaltri. Messi ha avuto una carriera devastante, Tevez quest'anno è stato regolarissimo ed incredibile. Un trascinatore, leader carismatico che da fiducia ai compagni di squadra. C'è poca differenza e spero Tevez riesca a fare la differenza".

Le parole di Marotta ai microfoni di Sky Sport nel prepartita: "Sì. Partiamo da Barzagli, sta bene, e può dimostrare le sue qualità. E' un grande appuntamento, motivo di soddisfazione. Non vogliamo fare da comparsa, nonostante per molti di noi sia la prima volta. Ringrazio, visto dove eravamo partiti è un obiettivo insperato, ma è un giusto riconoscimento. Siamo sfavoriti, ma con qualche circostanza favorevole possiamo portarla dalla nostra".

20.20 Juve in campo per il riscaldamento prepartita. 

20.15 Eccola, la Coppa tanto ambita! La Coppa dalle grandi orecchie che si gode lo spettacolo dell'Olympiastadion. 

20.10 Xavi non sarà in campo. Eccolo nel prepartita a bordo campo. 

20.05 Ancora immagini live dagli spalti.

20.00 Il confronto statistico tra i due protagonisti assoluti di Juventus e Barcellona: Carlos Tevez e Leo Messi! 

19.55 Questo il commento su Facebook di Lionel Messi tre ore fa, poco prima di lasciare l'albergo per approdare allo stadio per la gara. Eccolo: 

19.50 Queste le immagini dei giocatori della Juventus che hanno testato il terreno di gioco pochi minuti fa. 

19.45 Si sta riempiendo lo stadio! Ecco le immagini live dall'interno dell'Olympiastadion. 

19.40 Ecco gli schieramenti! Tutto confermato per Allegri e Luis Enrique! Non ci sono novità. Ci sono i ventidue migliori in campo! Che lo spettacolo abbia inizio!

19.37 Questa la composizione della panchina bianconera. #Juventus substitutes: Storari, Ogbonna, Padoin, Sturaro, Pereyra, Coman, Llorente. #JuveFCB #UCLfinal

19.35 E' ufficiale anche la formazione della Juventus! #Juventus starting XI: Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra; Marchisio, Pirlo, Pogba; Vidal; Tevez, Morata. #JuveFCB

LA FORMAZIONE UFFICIALE DEL BARCELLONA ARRIVA TRAMITE IL PROFILO VINE DEI BLAUGRANA! ECCO IL VIDEO

L'arrivo del Barcellona allo stadio. Ecco l'ingresso dei calciatori nella struttura. 

19.40 Juventus in campo per il solito briefing sul terreno di gioco. Ecco i bianconeri sul prato dell'Olympiastadion. 

19.35 Il video del canale Uefa ci porta all'interno degli spogliatoi dello stadio. Sale l'emozione, l'adrenalina scorre nelle vene. Manca un'ora all'inizio della Finale di Champions League! 

19.30 Queste le due coreografie che coloreranno gli spalti dell'Olympiastadion tra poco più di un'ora e un quarto. 

Inizia a riempirsi lo stadio berlinese. Ecco le due curve con i primi spettatori che iniziano ad affollare gli spalti. 

19.25 Entriamo adesso in quello della Juventus, che da pochi minuti è arrivata allo stadio. Queste le immagini all'interno della dressing room dei bianconeri. 

19.15 Tutto è ovviamente pronto negli spogliatoi dell'Olympiastadion di Berlino! Ogni minimo dettaglio curato alla perfezione. E' la serata della Finale di Champions League e vi portiamo all'interno dello spogliatoio dei campioni blaugrana! Ecco le immagini. 

19.00 Ecco i giocatori del Barcellona che escono dall'albergo e si dirigono verso il pullman che li porterà all'Olympiastadion. 

18.45 Andiamo ad analizzare un'altra delle sfide che caratterizzeranno la sfida di stasera. Due campioni, seppur giovanissimi, sono senza dubbio Paul Pogba e Neymar, che con le loro giocate possono infiammare le rispettive tifoserie e decidere o indirizzare il match. 

Neymar - Pogba, chi alza la cresta?

18.30 A due ore e un quarto dalla gara, vi riproponiamo quelle che dovrebbero essere le formazioni scelte dagli allenatori. Queste i probabili ventidue della gara. 

Juventus (4-3-1-2) : Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra; Pirlo, Marchisio, Pogba; Vidal, Morata, Tevez. A disposizione: Storari, Ogbonna, Padoin, Sturaro, Pereyra, Matri, Llorente. Allenatore: Allegri. 

Barcellona (4-3-3) :  Ter Stegen; Dani Alves, Mascherano, Piqué, Jordi Alba; Rakitic, Busquets, Iniesta; Messi, Suarez, Neymar. A disposizione:Claudio Bravo, Bartra, Mathieu, Adriano, Xavi, Rafinha. Pedro. Allenatore: Luis Enrique.

Nel frattempo, l'Olympiastadion freme nell'attesa della gara. Siamo a due ore e mezza dall'evento. Ecco il maestoso impianto sportivo berlinese. 

18.15 Passiamo alle immagini live che arrivano dai ritiri delle due squadre. Il Barcellona di Luis Enrique si rilassa cosi nelle ore che precedono la gara. Come si stempera la tensione? Ping pong, calcio balilla, biliardo, riviste e qualche risata. Ecco i blaugrana. 

18.00 Queste le magie di Leo Messi nella Champions League 2015. 

17.45 Le parole più attese sono quelle di Leo Messi. La pulga potrebbe diventare il primo giocatore a essere andato a segno in tre diverse finali di UEFA Champions League. E' già capocannoniere della competizione in questa stagione, e un altro centro lo porterebbe a pari con Cristiano Ronaldo a quota 78 reti totali nella competizione. L'attaccante dell'Argentina ha parlato a UEFA.com: "Quando sono arrrivato qui ho fatto un grande passo, non solo per la mia carriera calcistica ma anche a livello personale. Sono molto grato per quanto il club ha fatto per me, per il calore e il sostegno che ho ricevuto. Mi sono evoluto e sono cresciuto in questo club. Mi piace molto questo club perché, come ho detto prima, ha fatto qualcosa di più, non mi ha solo aiutato e sostenuto in tutti gli anni in cui sono stato qui. Ci intendiamo molto bene tra di noi, non solo in campo ma anche fuori. Penso che se vai d'accordo fuori dal campo, le cose diventano più facili in campo. La Juventus è molto forte, è una grande squadra. E' una finale e tutto può succedere, ma ci prepareremo e arriveremo a questa finale come abbiamo fatto per le finali precedenti. I gol in finale? Ho sempre detto che entrambi sono stati molto importanti per la mia carriera, non solo per le partite nelle quali sono arrivati ma anche per i momenti in cui sono arrivati. Il primo a Roma - quando ho segnato il gol del raddoppio - ha significato praticamente aver chiuso la partita vincendo il trofeo. Poi quando ho segnato il gol del 2-1 a Wembley, la partita era piuttosto in equilibrio. Per questo abbiamo festeggiato in quel modo. Entrambi i gol sono stati molto speciali per me".

17.30 Queste le parole di Neymar, alla prima finale di Champions League della sua carriera. 

"Ho giocato molte finali, ma questa è la più importante nella mia carriera finora. E' la partita più importante della mia vita ed ecco perché dovrò dare il massimo. Questo è il mio sogno fin da quando ero bambino e spero di godermi la sfida. Naturalmente ho sempre sognato di fare gol. Spero di aiutare la mia squadra! La cosa più importante è vincere la competizione. La Juventus è una grande squadra, una fantastica squadra, è per questo che è arrivata in finale. Sappiamo che sarà una sfida fantastica ma molto difficile. Buffon è un grande portiere, uno dei migliori nella storia del calcio. Mi piaceva sempre impersonarlo sulla mia Playstation, sono un suo grande tifoso. Ma mi piacerebbe fargli gol. Questo è un sogno, è il mio sogno d'infanzia. Aspetto questo momento da quando avevo sei o sette anni. Ora il momento è arrivato e voglio godermi questo sogno insieme alla squadra e vincere la finale di Champions League. Il trofeo è sempre più vicino. E' la finale e la sogno da tempo. Questo è il più bel momento della mia vita. Spero di poter baciare il trofeo domani.".

17.15 La conferenza stampa di ieri del Barcellona ha visto come protagonisti Gerard Piqué e Neymar. Riviviamo le parole dei due calciatori. Ecco le loro dichiarazioni. 

Piqué: "Non so se siamo meglio o peggio della squadra di Guardiola; la cosa più importante è che siamo qui. Odio i paragoni. Non sopportavo quando due anni fa non vincevamo e venivamo confrontati con il Barcellona di Guardiola. Alcuni pensano che siamo meglio ora, altri che lo eravamo prima. Abbiamo vinto la coppa, il campionato e ora siamo in finale di Champions League. Dobbiamo essere concentrati e continuare come abbiamo fatto finora. Se ci riusciremo, allora avremo buone chance di vincere. Abbiamo Messi, Neymar, Luis e Andrés. Abbiamo una squadra straordinaria, una delle migliori nella storia del club. Forse a inizio stagione non ci siamo espressi al meglio, ma abbiamo ribaltato la situazione e quando abbiamo cominciato a vincere non ci siamo più fermati. Domani avremo l'occasione di mostrare a tutti il nostro valore e non ce la faremo sfuggire. Juve? Mi aspetto che manterranno il pallone, e noi proveremo a sfruttare il contropiede. Sono molto bravi davanti con Tévez e Morata e hanno un buon centrocampo con Pogba, Vidal e Marchisio. Dovremo essere molto concentrati in difesa, essere bravi a creare occasioni e segnare gol". 

17.00 Questo, invece, il parere di Zinedine Zidane su Alvaro Morata, che ha punito il Real Madrid, sua ex squadra, con due gol nelle due gare di semifinali. Ecco le parole del transalpino. 

Zidane elogia Morata: "Anno fantastico, la Juventus merita la Champions"

16.45 Tante le parole di questa vigilia della finale di Champions League. Tanti i pareri illustri, sulla partita, ma sulla competizione in generale. Uno dei grandi ex di giornata, che ha conquistato con la maglia della Juventus la oramai ex Coppa Dei Campioni è Michel Platini, presidente della Uefa, che ha fatto i complimenti alla dirigenza bianconera per il risultato ottenuto. 

Per leggere l'intervista clicca qui. "Complimenti ad Agnelli, merito dei giocatori"

16.30 Stesse partecipazioni, ma più vittorie per il Barcellona, che dal 2006 ad oggi, in dieci anni, ha collezionato tre vittorie ed altrettante partecipazioni. 

Clicca qui per l'articolo di Federico Burzotta. Le finali: la storia del Barcellona

16.15 Andiamo adesso a scoprire il rapporto delle due squadre con le finali. Come detto, entrambe sono all'ottava partecipazione in una finalissima, che rappresenta per una squadra, la Juve, la voglia di rivalsa dopo l'ultima Coppa conquistata circa venti anni or sono; mentre per il Barcellona potrebbe essere la ciliegina di una squadra che da dieci anni dimostra di essere tra le migliori della storia. 

Clicca qui per i precedenti della Juventus. La Juve e la Champions League: un'occasione per provare a ricucire un rapporto complicato

Queste, invece, le prime immagini che arrivano dall'Olympiastadion, che tra meno di cinque ore aprirà le porte a Juventus e Barcellona. Ecco le istantanee del tunnel e del campo di gioco, con la coreografia blaugrana pronta. 

16.00 La gara di questa sera rappresenterà anche l'ultima gara in maglia blaugrana di Xavi Hernandez, assoluto protagonista con la maglia del Barcellona per più di un decennio. Questo il tributo del sito della Uefa nei suoi confronti. Il 35enne ha raccolto il maggior numero di presenze in assoluto in UEFA Champions League insieme a Iker Casillas: 150.

15.45 I precedenti della sfida. Sei i precedenti tra Juventus e Barcellona, con il bilancio che è in parità. 2 vittorie bianconere, 2 pareggi e 2 vittorie blaugrana. Scopriamoli con Federico Raso. 

Clicca qui per l'articolo. Juve - Barça: i precedenti

15.30 Statistiche e curiosità legate ad Andres Iniesta, che vincendo la finale questa sera potrebbe diventare il primo calciatore, assieme a Clarence Seedorf a vincere quattro finali. Ecco la classifica all-time dei vincitori. Ovviamente anche Xavi e Messi hanno vinto tre finali, ma nel 2006 entrambe i calciatori non scesero in campo nell'ultimo atto. 

Finali di UEFA Champions League vinte
4 Clarence Seedorf (AFC Ajax 1994/95, Real Madrid CF 1997/98, AC Milan 2002/03, 2006/07)
3 Iker Casillas (Real Madrid CF 1999/2000, 2001/02, 2014/15)
3 Samuel Eto'o (FC Barcelona 2005/06, 2008/09, FC Internazionale Milano 2009/10)
3 Fernando Hierro (Real Madrid CF 1997/98, 1999/2000, 2001/02)
3 Andrés Iniesta (FC Barcelona 2005/06, 2008/09, 2010/11)
3 Paolo Maldini (AC Milan 1993/94, 2002/03, 2006/07)
3 Fernando Morientes (Real Madrid CF 1997/98, 1999/2000, 2001/02)
3 Carles Puyol (FC Barcelona 2005/06, 2008/09, 2010/11)
3 Raúl González (Real Madrid CF 1997/98, 1999/2000, 2001/02)
3 Roberto Carlos (Real Madrid CF 1997/98, 1999/2000, 2001/02)
3 Víctor Valdés (FC Barcelona 2005/06, 2008/09, 2010/11)

15.15 Si chiude con l'attacco. Quello tanto temuto, dei tre fenomeni. Non servono presentazioni, non bastano le parole per descrivere le magìe dei tre fenomeni che giocano in avanti nel Barcellona: Messi, Neymar e Suarez, raccontati da Vavel! 

Clicca qui per l'articolo. Road to Berlin: Messi, Suarez & Neymar. Il Trio delle Meraviglie ai Raggi X

15.00 Dalla difesa al centrocampo, quello capace di rompere i giochi altrui, con Busquets, ma anche di inventare giocate in qualsiasi istante di partita, con Xavi, Iniesta e Rakitic. 

Clicca qui per l'articolo. Road to Berlin: la Magia del Centrocampo Blaugrana ai Raggi X

14.45 Iniziamo adesso ad analizzare gli avversari dei bianconeri. Certo, il Barcellona sembra conosciuto sotto tutti gli aspetti, dalla difesa all'attacco, ma il nostro esperto di Liga, Alessandro Cicchitti, ha analizzato per filo e per segno TUTTI i reparti della squadra blaugrana. Partiamo dalla retroguardia: Daniel Alves, Mascherano, Piqué e Jordi Alba, con Ter Stegen tra i pali. Ecco tutto quello che c'è da sapere. 

Clicca qui per l'articolo: Road to Berlin: la difesa del Barça ai Raggi X

14.30 La stagione della Juve passa, inevitabilmente, dai gol di Carlos Tevez, ma chi è definitivamente esploso è Alvaro Morata. Gioiellino della cantera del Real Madrid che non ha mai avuto lo spazio che forse meritava, chiuso dai vari Ronaldo, Benzema, Higuain. Ecco la stagione di Morata dal suo arrivo alla Juve, nella notte in cui il ragazzino spagnolo diventerà uomo. 

Clicca qui per l'articolo: La notte di Morata

14.15 La finale di Berlino vedrà di fronte, anche se uno dovrebbe partire dall'inizio e l'altro dalla panchina, due esteti del calcio moderno: Andrea Pirlo e Xavi Hernandez. Ecco l'analisi dei due poeti della dea Eupalla, visti da Jonathan Scaffardi

Clicca qui per l'articolo: Pirlo e Xavi, Professori all'ultimo ballo

14.00 Il Barcellona ha perso una finale di Champions League tre volte: stagione 1993-94 contro il Milan, stagione 1985-1986 contro lo Steaua Bucarest, stagione 1960-1961 contro il Benfica. La Juventus ha perso una finale cinque volte: stagione 1972-1973 in finale contro l’Ajax (1-0), stagione 1982-1983 in finale contro l’Amburgo (1-0), stagione 1996-1997 contro il Borussia Dortmund (3-1), stagione 1997-1998 contro il Real Madrid (1-0), stagione 2002-2003 contro il Milan (ai rigori, dopo lo 0-0 nei tempi regolamentari e supplementari).

13.45  Statistiche e curiosità - Per entrambe le squadre è l'ottava finale nel torneo. Il Barcellona ha vinto la Champions League quattro volte. La sua più recente edizione vinta è stata nella stagione 2010-2011, quando ha battuto in finale il Manchester United (3-1). La Juventus ha vinto la Champions League due volte: nella stagione 1995-1996 in finale contro l’Ajax (battuto ai rigori dopo l’1-1 nei tempi regolamentari) e nella stagione 1984-1985 in finale contro il Liverpool (1-0).

13.30 Juventus-Barcellona è anche sfida tra tanti grandissimi giocatori, in determinati ruoli, ma non solo. E' anche sfida di culture, di personalità: quelle di Carlos Tevez e Javier Mascherano, gli uomini simbolo delle rispettive squadre che, nei rispettivi spogliatoi, sono i leader silenziosi delle squadre. Ecco il parere di Federico Raso

Clicca qui per l'articolo: Aria di Superclasico: sarà duello Tevez-Mascherano

13.15 Iniziamo con l'analisi delle due squadre. Ecco dove la Juventus potrà cercare di mettere in difficoltà il Barcellona dei fenomeni. La chiave tattica, o il punto di forza della squadra di Allegri, potrebbe essere il centrocampo. Ecco perché nell'analisi di Johnathan Scaffardi

Clicca qui per l'articolo: Juventus: l'oro è nel mezzo

13.00 Si parte con la diretta dell'avvicinamento alla gara e iniziamo questa lunghissima diretta con le prime impressioni dai social netwokr.

Clicca qui per l'articolo: Ecco le immagini dei profili Twitter di Juventus e Barcellona. 

12.00 Buongiorno e benvenuti alla diretta testuale dell'atto finale della Uefa Champions League 2015. Dall'Olympiastadion di Berlino, dove andrà in scena Juventus-Barcellona, Andrea Bugno e la redazione calcio di Vavel Italia vi augurano una piacevole serata in nostra compagnia. 

E' la notte dei sogni, delle speranze, delle attese. La notte della finale di Champions League è una notte a sè stante, difficile da spiegare l'atmosfera, l'ansia prima della gara, prima dell'ultimo atto dopo una stagione di sacrifici, di gioie, di dolori. Una partita, novanta minuti racchiusi in un istante, con un anno che ti passa davanti agli occhi poco prima di entrare sul terreno di gioco. Da quel momento solo passione, sudore, grinta e voglia di vincere. Perchè la Champions è anche questo: vincere, oppure torni a casa con rimpianti e rimorsi, contento per una stagione fantastica, ma con l'amaro in bocca che ti accompagna per anni interi. E' la notte dei desideri. E' la notte di Juventus-Barcellona. Siamo pronti. E' la Finale di Champions League! 

Le finali spesso si vincono prima di scendere in campo, sono giochi psicologici che nello sport hanno un peso enorme. Juventus e Barcellona non si sottraggono al gioco delle parti. La Juventus sa che il Barcellona è più forte, in tutto, ma non vuol concedere un vantaggio ai rivali. Nelle parole di Allegri e Buffon, il rispetto che si deve a un undici come quello blaugrana, ma anche la ferma convinzione di non essere a Berlino di passaggio. La Juventus sa di poter far male al Barcellona e vuole che il Barcellona presti attenzione a una squadra giunta in finale senza credenziali importanti, costruita nel tempo.

Il Barcellona, conscio di una superiorità figlia di un ineguagliabile talento individuale, non vuol commettere il più comune degli errori, cadere nel mare della superbia, considerare un facile esame la partita di questa sera. Una finale, secca, non è mai cosa da poco, anche quando si parte con i favori del pronostico. Attenzione alla Juventus che è un'evoluzione del calcio all'italiana, fase difensiva perfetta, ma anche bel gioco.

Due squadre che si giocano, dopo i rispettivi successi nei propri paesi, la possibilità di acciuffare il triplete. La Juve ha conquistato la Serie A già da tempo, mentre dieci giorni fa si è presa al supplementare contro la Lazio anche la Coppa Italia. Più recenti i successi del Barcellona di Luis Enrique: quindici giorni sono passati dal trionfo, grazie al gol di Messi contro l'Atletico Madrid, nella Liga, mentre sabato scorso i blaugrana hanno superato l'Athletic Bilbao nella finale di Coppa del Re. 

Juventus - Nell’edizione 2014-2015 della Champions League la Juventus ha vinto 7 partite, ne ha pareggiate 3 e ne ha perse 2 (una contro l’Atletico Madrid e una contro l’Olympiakos). Ha segnato 16 gol e ne ha subìti 7. Tévez è il suo miglior marcatore: ha segnato 7 gol e fornito 1 assist (il miglior assist-man nella Juventus è invece Pogba con 3 assist). Dei 16 gol segnati dalla Juventus 13 sono stati segnati da tiri all’interno dell’area di rigore e 3 da tiri fuori dall’area di rigore. 5 gol sono stati segnati su calcio piazzato; 2 su rigore; 0 con colpi di testa. Il possesso palla medio a partita è del 54%; il numero medio di passaggi è di506 a partita; la percentuale media di precisione nei passaggi è dell’84%. In 6 partite su 12 non ha subìto neanche un gol. Ha ricevuto 23 ammonizioni e nessuna espulsione.

Barcellona - Nell’edizione 2014-2015 della Champions League il Barcellona ha vinto 10 partite e ne ha perse 2 (una contro il PSG e una contro il Bayern Monaco). Ha segnato 28 gol e ne ha subìti 10. Messi è il suo miglior marcatore: ha segnato 10 gol e fornito 5 assist (è il miglior giocatore del Barcellona anche in questo ruolo). Dei 28 gol segnati dal Barcellona 25 sono stati segnati da tiri all’interno dell’area di rigore e 3 da tiri fuori dall’area di rigore. 1 solo gol è stato segnato su calcio piazzato; 0 su rigore; 3 gol sono stati segnati con colpi di testa. Il possesso palla medio a partita è del 57%; il numero medio di passaggi è di 658 a partita; la percentuale media di precisione nei passaggi è dell’88%. In 6 partite su 12 non ha subìto neanche un gol. Ha ricevuto 18 ammonizioni e un’espulsione.

Nell'imbastire la chiave di lettura di questa partita, è opportuno iniziare dalla squadra che certamente avrà il pallino del gioco: il Barcellona. Luis Enrique, contrariamente alle speranze dei tifosi juventini, non dovrà rinunciare ad alcun titolare. Nonostante la sostituzione nel secondo tempo della finale di Copa del Rey, Andrés Iniesta ha dichiarato di non aver mai pensato di non poter giocare la finale, e che sabato sarà della partita, come Luis Suarez, che si è rimesso con successo da un problema al bicipite femorale: i Catalani si presentano quindi a Berlino al pieno delle forze.

Con la consueta veste tattica del 4-3-3, gli uomini di Luis Enrique partiranno con il piede sull'accelleratore, per indirizzare la gara fin da subito su un binario favorevole, e rompere il rigoroso equilibrio tattico e psicologico della squadra di Allegri. I Blaugrana imporranno il loro ritmo di gioco rapido e tecnico, splendidamente diretto dal genio di Andrés Iniesta, che inventerà letali trame con il suo tridente. Il possesso palla del Barça si è evoluto negli ultimi anni, e grazie alla presenza di un reparto offesivo lacerante negli spazi, prevede una maggior tendenza alla verticalizzazione di quanto si sia visto nel recente passato: Messi, Suarez e Neymar cercheranno in tutti i modi di sfruttare l'alchimia e trovare i tempi giusti per far saltare il banco e creare occasioni da gol, sostenuti da una manovra avvolgente che parte dal basso e costringe gli avversari a schiacciarsi nella propria metà campo.

Si tratterà di una partita di resistenza, e lo sa bene Massimiliano Allegri, che dovrà disporre una Juventus perfetta (come ha dichiarato Tevez alla vigilia). L'infortunio di Chiellini è un durissimo colpo per i bianconeri, che perdono una colonna del reparto più esposto: il dubbio sul sostituto è tra Andrea Barzagli, ancora acciaccato, e Angelo Ogbonna. L'intenzione di Allegri è di aspettare il centrale campione del Mondo fino all'ultimo e schierare l'ex Torino solo nel caso in cui il numero 15 bianconero non sia in condizione di giocare. Sorvolando sulle defezioni dei singoli, il tecnico livornese è propenso a schierare una difesa a 4, per evitare pericolose situazioni di 3 contro 3 in eventuali sbilianciamenti, che potrebbero essere fatali alla retroguardia bianconera. Lichtsteiner ed Evra i terzini, ai quali spetterà un compito molto arduo: il contenimento di Messi e Neymar.