Il Bruges si inchina a Rooney: è poker del Manchester United

L'attaccante dei Red Devils riscatta un inizio di stagione in sordina e firma la tripletta che lancia il Manchester di Van Gaal ai gironi. Chiude la sfida il gol in contropiede di Ander Herrera.

Il Bruges si inchina a Rooney: è poker del Manchester United
Il Bruges si inchina a Rooney: è poker del Manchester United
Bruges
0 4
Manchester United
Bruges : (4-1-3-2): Bolat; De Fauw, Castelletto, Duarte, De Bock; Claudemir; Vormer, Vazquez (dal 62' Vanaken), Bolingoli-Mbombo (dal 78' Cools); De Sutter, Diaby (dal 63' Dierckx).
Manchester United: (4-2-3-1): Romero; Darmian, Smalling, Blind, Shaw; Carrick, Herrera (dal 64' Hernandez); Depay, Januzaj (dal 46' Schweinsteiger), Mata (dal 62' Young); Rooney.
SCORE: 0-1, min 20, Rooney; 0-2, min 49, Rooney; 0-3, min 57, Rooney; 0-4, min 63, Herrera

Tutto facile per il Manchester United di Louis Van Gaal che dopo il 3-1 di Old Trafford della scorsa settimana, passa anche in Belgio, dove il Bruges cade sotto i colpi di uno scatenato Wayne Rooney. L'ex Everton riscatta un inizio di stagione a secco mettendo a segno la tripletta che permette ai Red Devils di tornare alla fase a gironi della Champions League. Di Ander Herrera il punto esclamativo sulla gara. 

Gli ospiti entrano in campo forti del vantaggio dell'andata, con il gol di Fellaini a tempo scaduto che aveva dato maggiori certezze agli inglesi dopo lo spavento iniziale. L'inizio gara è tutto di marca United, che pressa gli avversari senza concedere alcuna possibilità di giocare la palla alla squadra di Preud'Homme. Depay è scatenato e dopo aver creato i primi grattacapi alla retroguardia del Bruges in prima persona decide di servire un cioccolatino a Rooney, che a tu per tu con Bolat insacca con un delizioso pallonetto. La squadra di Van Gaal non molla la presa e sfiora più volte il raddoppio con l'indemoniata ala olandese: in entrambe i casi, però, poco cinismo per l'ex Psv. Si sveglia la squadra di casa, che con De Sutter e Diaby vanno vicinissimi al pareggio facendosi respingere le rispettive conclusioni da Romero. Di Depay, sull'assist del solito Shaw, l'ultima occasione del primo tempo. 

Lo United chiude la pratica ad inizio ripresa. In meno di 10 minuti sempre Rooney corona due ottime azioni corali dei Red Devils: la prima è strabiliante, con tre tocchi di prima di Depay e Herrera che smarcano l'attaccante sul secondo palo a porta sguarnita; il secondo con Mata che serve con un filtrante mancino il suo centravanti che tagliava all'interno dell'area di rigore prima di beffare l'estremo difensore belga tra le gambe in uscita. Sei minuti e veniva messo da Herrera il punto esclamativo sulla gara: Schweinsteiger, entrato all'intervallo per uno spento Janusaj, serviva in profondità lo spagnolo, che non sbagliava il gol del poker, con la difesa di Preud'Homme in colpevole ritardo. L'ultimo squillo della gara, oramai mandata in archivio, è però di Dierckx, che da trenta metri scaglia un destro poderoso che centra in pieno la traversa della porta difesa da Romero: sicuramente avrebbe meritato maggiore fortuna per un gesto tecnico strabiliante. A tempo quasi scaduto il rigore fallito da Hernandez che scivola sul dischetto al momento della battuta. 

Manchester che torna ai gironi di Champions dopo una stagione. Per il Bruges c'è l'Europa League.