Dinamo Zagabria - Arsenal: partire forte è fondamentale

Alle 20.45 ora italiana, l'Arsenal di Arsène Wenger all'esordio in Europa, allo Stadio Maksimir, contro la Dinamo Zagabria. Conosciamo le squadre, le probabili formazioni e i precedenti.

Dinamo Zagabria - Arsenal: partire forte è fondamentale
Dinamo Zagabria - Arsenal: partire forte è fondamentale

Iniziare bene per lanciare un segnale forte a tutti, per far capire a tifosi e ambiente che quest'anno si fa sul serio. Oggi Dinamo Zagabria e Arsenal si affrontano in un match che promette spettacolo, visto che i padroni di casa non hanno niente da perdere. In un campo che riaffiora sensazioni favorevoli, i Gunners vogliono vincere e convincere, per incominciare col piglio giusto il cammino in Europa, diventata ormai una chimera per Wenger e soci, visto che nelle ultime  5 stagioni la squadra è sempre uscita agli ottavi di finale. Tra motivazioni e voglia di mettersi in mostra, vediamo come le due squadre si sono preparate per questo match di apertura del Gruppo F.

QUI DINAMO ZAGABRIA - La Dinamo è partita alla grande in questo inizio di stagione, superando senza troppi problemi i 3 turni preliminari di Champions League contro Fola, Molde e Skenderbeu. La squadra di Zoran Mamić, capolista in campionato e ancora imbattuta dopo 9 giornate, partecipa per la quarta volta nella propria storia (la prima, in 3 anni) alla fase ai gironi nella massima competizione continentale per club, e senz'altro non vorrà fare brutte figure. Il Gruppo F minimizza le chance di passaggio turno per i croati, che dal canto loro possono contare di una forma migliore e di un ruolino di marcia di 41 partite senza sconfitte in patria. La squadra è giovane, e non vede l'ora di affrontare a viso aperto un top club come l'Arsenal, senza avere addosso particolari pressioni.

I padroni di casa si dovrebbero schierare con un 4-3-3: Eduardo tra i pali, difesa composta da Pinto, Sigali, Taravel e Pivaric. A centrocampo agiranno Ademi, Machado e Antolic, mentre in attacco Soudani e Pjaca supporteranno il bomber Henriquez, riscattato in estate dal Manchester United e sempre più trascinatore di questa squadra.

QUI ARSENAL - Dopo aver trovato una certa continuità di risultati in Premier League, la squadra di Arsène Wenger è chiamata a partire forte in questo girone, che vede sulla carta una lotta a due per il primo posto tra Arsenal e Bayern Monaco. In conferenza stampa, l'allenatore francese ha invitato i suoi ragazzi a mantenere alta la concentrazione, per non cadere in pericolosi passi falsi: "E' importante andare a Zagabria concentrati e consapevoli di cosa ci aspetta qui. Puoi andare subito fuori dalla Champions League e per questo dobbiamo incominciare bene, sapendo anche che dobbiamo lottare per il primo posto nel girone con il Bayern Monaco." - ha dichiarato il boss francese sul sito ufficiale del club. "Abbiamo Olympiakos e Zagabria prima, e dobbiamo finire a tutti i costi davanti a loro. Penso sia fondamentale partire bene per mostrare a tutti quanta fame abbiamo e quanto vogliamo fare bene in tutte le competizioni in cui partecipiamo."

Non ci dovrebbero essere grosse sorprese tra le fila degli ospiti, che si schiereranno con il classico 4-2-3-1: Cech tra i pali, linea difensiva composta da Debuchy (favorito su Bellerin), Gabriel, Koscielny e Monreal. In mediana, Arteta dovrebbe affiancare l'intoccabile Santi Cazorla. Dietro all'ariete Giroud, agiranno Chamberlain, Ozil e Alexis Sanchez, con Ramsey e Walcott inizialmente relegati in panchina.

I PRECEDENTI - Le due squadre si sono affrontate 9 anni fa nei preliminari di Champions League, vinti all'epoca dall'Arsenal. In entrambe le partite, fu un dominio totale dei Gunners, che vinsero agevolmente la gara d'andata a Zagabria (0-3) per poi condurre senza sprecare troppe energie a Londra (2-1).