Wolfsburg - M. United 3-2: tedeschi vincenti, qualificati e primi

La squadra di Hecking batte i Red Devils eliminandoli dalla Champions League. Per i tedeschi un successo che vale la qualificazione agli Ottavi di finale come primi nel proprio girone. Louis Van Gaal ed i suoi uomini retrocedono in Europa League.

Wolfsburg - M. United 3-2: tedeschi vincenti, qualificati e primi
Wolfsburg
3 2
Manchester United
Wolfsburg: Benaglio; Trasch, Naldo, Dante, Rodriguez (Schafer, min.16); Guilavogui, Arnold; Vieirinha (Klose, min.78), Kruse, Draxler (Caligiuri, min.86); Schurrle.
Manchester United: de Gea; Darmian (Borthwick-Jackson, min.43), Smalling, Blind, Varela; Fellaini, Schweinsteiger (Carrick, min.69); Lingard, Mata (Powell, min.69), Depay; Martial.
SCORE: 0-1, min. 10, Martial. 1-1, min. 14, Naldo. 2-1, min. 29, Vieirinha. 2-2, min. 82, Guilavogui (aut.). 3-2, min. 84, Naldo.
ARBITRO: Milorad Mazic (SRB). Admonished Darmian (min. 17), Schurrle (min. 59), Naldo (min. 72), Varela (min. 92)

Una partita pazzesca, come da pronostico, con entrambe le squadre alla ricerca del successo che avrebbe garantito il passaggio al prossimo turno della massima competizione europea. Alla fine ad aver la meglio è la compagine di Hecking che, con una prestazione più costante rispetto a quella inglese, si merita la vittoria e il conseguente primato. Lo United in questo match, come in tutto il girone, da segnali poco confortanti sia nella manovra di gioco che nella finalizzazione. I Red Devils non creano mai un vero assedio ma si rendono pericolosi solo con azioni abbastanza casuali, a differenza dei padroni di casa che producono un buon gioco e mettono in difficoltà gli uomini di Louis Van Gaal.

A dir la verità ad iniziare bene è proprio la formazione ospite col gol di Martial su preciso assist di Mata, ma è solo un'impressione in quanto i tedeschi ribaltano subito la situazione con Naldo e Vieirinha. Nel secondo tempo lo United trova un pareggio abbastanza fortunoso grazie all'autogol di Guilavogui, ma ancora il difensore centrale dei padroni di casa (Naldo) sigilla il 3-2 definitivo. Nel complesso il risultato più giusto sarebbe il pareggio, dato che entrambe le squadre hanno svariate occasioni da rete per segnare. Dei 5 gol visti, sicuramente il secondo è quello più spettacolare con la triangolazione tra Draxler e Kruse, e col talentuoso n.10 dei tedeschi che libera Vieirinha per la realizzazione a porta vuota. In vista degli Ottavi di finale, questo Wolfsburg non è assolutamente da sottovalutare, viste le prestazioni sfoderate per tutte le 6 partite del girone. Ovviamente bisognerà valutare come la formazione tedesca si presenterà all'appuntamento e se risenterà dell'inesperienza a questo tipo di partite. Il Wolfsburg non ha ora nulla da perdere, l'obiettivo è raggiunto. Ciò che impressiona, sotto l'aspetto tecnico, aldilà della presenza di un giocatore come Draxler, è la presenza di un concetto di gioco collettivo. Dall'altra parte lo United di Van Gaal dimostra una volta di più di mancare sotto il profilo tattico e tecnico. Ci sono ottime individualità ma mal sfruttate, in quanto non inserite in un insieme. Ora ai Red Devils spetterà l'Europa League.

Il primo a rendersi pericoloso è il Wolfsburg con Schurrle che calcia alto a pochi metri dalla porta avversaria. Alla prima opportunità lo United passa in vantaggio con Martial che sfrutta al meglio un buon assist di Mata. Al 14' Rodriguez si conquista e calcia un calcio di punizione, sulla palla inattiva si avventa Naldo che di destro mette in rete. Al 23' ci prova Vieirinha da lontano, ma la conclusione risulta troppo centrale e de Gea blocca agevolmente. Sul capovolgimento di fronte Blind s'incarica della battuta di un calcio d'angolo, Fellaini sovrasta tutti ed indirizza la palla verso la porta, ma Benaglio è bravo nella parata. Sull'azione successiva i tedeschi passano in vantaggio: Draxler e Kruse scambiano di prima, poi il n.10 serve Vieirinha che a porta vuota deve solo appoggiare in rete. Al 40' ancora Draxler supera due avversari e si presenta davanti all'estremo difensore che si fa trovare pronto nella ribattuta. Primo tempo divertente con occasioni da una parte e dall'altra, ma il Wolfsburg è bravo a reagire dopo lo svantaggio ed è più lesto nello sfruttare le opportunità da rete capitategli.

Lo United si butta in avanti alla ricerca del pari, ma la prima palla-gol capita sui piedi di Depay al 60', la conclusione dell'olandese però va incontro all'ottima reattività di Benaglio. Schurrle ha una grandissima opportunità per il raddoppio: de Gea sbaglia l'uscita ed il tedesco prova a punirlo con un pallonetto, il portiere spagnolo è bravo nel deviare la sfera in corner. Sul calcio d'angolo successivo Dante stacca di testa, ma in maniera imprecisa in quanto il pallone termina sul fondo. Al 67' Schurrle mette a dura prova i riflessi di de Gea con una conclusione sotto la traversa, ma il portiere spagnolo è bravo nella deviazione in corner. Un minuto dopo Arnold calcia dai 25 metri, l'estremo difensore avversario si fa trovare pronto e respinge il tiro sul fondo. Continua ad insistere il Wolfsburg e sul corner successivo Vieirinha pesca in area Kruse che di destro mette di poco fuori. Clamorosa occasione sciupata dallo United per siglare il 2-2 al 73': Depay calcia una punizione dal limite dell'area, punta all'angolino basso destro, il pallone però passa oltre e va sul fondo. Il pareggio arriva all'82' con un autogol di Guilavogui, che anticipa il proprio portiere su un colpo di testa di Fellaini derivante da un calcio d'angolo battuto da Blind. Passano 120 secondi ed il Wolfsburg va di nuovo in vantaggio: Naldo colpisce di testa su corner di Schafer e manda il pallone nell'angolino sinistro dove de Gea non può arrivare. Finisce 3-2 per il Wolfsburg che merita la qualificazione agli Ottavi di finale di Champions League.