D. Zagabria - B. Monaco 0-2: decide una doppietta di Lewandowski

La squadra di Guardiola onora l'ultima partita del girone con una vittoria che la consolida al 1° posto del girone con 15 punti. Dinamo invece fuori dalle competizioni europee.

D. Zagabria - B. Monaco 0-2: decide una doppietta di Lewandowski
Dinamo Zagabria
0 2
Bayern Monaco
Dinamo Zagabria: Eduardo; Pinto, Sigali, Taravel, Pivaric; Rog (Pavicic, min.81), Goncalo, Antolic; Soudani, Coric (Pjaca, min.61), Fernandes (Machado, min.74).
Bayern Monaco: Ulreich; Lahm, Martinez, Benatia (Boateng, min.46), Rafinha; Kimmich, Alonso, Rode; Green (Vidal, min.62), Lewandowski, Ribery (Muller, min.46).
SCORE: 0-1, min. 61, Lewandowski. 0-2, min. 64, Lewandowski.
ARBITRO: Martin Strombergsson (SWE). Admonished Goncalo (min. 31), Pivaric (min. 74), Eduardo (min. 87)
NOTE: Ultima giornata del girone F di Champions League 2015/16.

Era una partita che non valeva più nulla dato che il Bayern Monaco era già aritmeticamente primo e qualificato, mentre la Dinamo Zagabria era ormai fuori da qualsiasi competizione europea. Eppure entrambe le formazioni hanno voluto approfittare di questa situazione per giocarsela a viso aperto mettendo in mostra tutte le proprie qualità. Bisogna dire che i croati non si sono fatti assolutamente intimorire dall'avversario più quotato, anzi i padroni di casa hanno risposto ad ogni azione offensiva orchestrata dai tedeschi. La squadra di Mamic ha più volte messo in difficoltà Ulreich, soprattutto nei primi minuti di gioco, con Soudani che si è più volte presentato alla conclusione da dentro l'area di rigore. Da questo punto di vista Guardiola dovrà registrare qualcosa dato che i suoi uomini quando non sono chiamati ad affrontare una partita notevolmente importante mostrano un pò troppe disattenzioni, soprattutto in fase difensiva. Nel secondo tempo invece il Bayern Monaco ha preso in mano le redini del gioco e ha deciso la partita con la doppietta del proprio bomber, Robert Lewandowski. I tedeschi hanno anche il tempo per sbagliare un calcio di rigore con Muller. Un girone quindi che si è concluso secondo le aspettative. La Dinamo Zagabria non si può comunque rimproverare nulla ma anzi ha avuto la possibilità di mettere in mostra tutti i propri talenti, mentre il Bayern Monaco si candida a favorita per la vittoria finale della competizione.

La prima opportunità è per i tedeschi con Xabi Alonso che crossa dalla bandierina trovando il colpo di testa di Benatia che non inquadra la porta. Al 7' Pivaric arriva su un buon pallone in area di rigore e calcia sotto la traversa ma Ulreich è bravo nella respinta. Sul calcio d'angolo successivo Coric spedisce la sfera all'altezza del dischetto, ma la difesa croata si fa trovare pronta ed allontana, sulla respinta si avventa Antolic che costringe l'estremo difensore avversario alla parata. Il Bayern si fa vedere in avanti con un azione personale di Ribery, che arrivato ai 20 metri calcia all'angolino basso sinistro, però Eduardo non si fa trovare impreparato. Al 16' grande occasione sprecata dal francese, il quale riceve un bel filtrante in area di rigore e tira ma il portiere croato blocca la sfera. Al 24' Soudani prova la fortuna da lontano ma la mira è completamente imprecisa. Due minuti l'attaccante di casa si rende molto più pericoloso giungendo su un buon passaggio in area di rigore, ma trova sulla sua strada Ulreich che respinge il tiro in corner. Al 32' Xabi Alonso si conquista e calcia una punizione dai 28 metri, il pallone sfiora il palo sinistro della porta difesa da Eduardo. Ancora tedeschi in avanti con Rode che supera un avversario e tira dalla media distanza ma troppo centralmente infatti l'estremo difensore avversario para senza problemi. Lewandowski arriva su un cross di Lahm dalla destra ma il suo colpo di testa viene bloccato da Eduardo. Ad un minuto dall'intervallo Soudani anticipa tutti su una punizione calciata in area, però la sua conclusione di testa sfiora solamente il palo destro della porta tedesca. Primo tempo molto aperto ed equilibrato ma nessun gol.

Il secondo tempo si apre con la squadra di Guardiola vicina al vantaggio: Xabi Alonso batte un calcio d'angolo trovando Muller che devia verso la porta, ma il pallone termina di poco a lato. Al 53' Muller aggancia un buon passaggio al limite dell'area di rigore e tira verso l'angolino destro trovando la parata di Eduardo. Su capovolgimento di fronte Fernandes riceve e calcia verso l'angolo sinistro ma Ulreich è bravo nella respinta. Al 55' Coric batte un calcio d'angolo, sul quale si avventa Goncalo che mette fuori di testa. Rafinha si aggiusta e calcia un pallone dai 21 metri, ma il tiro risulta troppo centrale e l'estremo difensore avversario para senza problemi. Lewandowski si allarga e crossa dalla destra, i difensore avversari allontanano, sulla respinta giunge Rode che calcia di prima intenzione, il pallone però sorvola la traversa. Al 61' Bayern in vantaggio con Muller che crossa alla perfezione per Lewandowski che deve solo mettere in rete di testa, nulla da fare per Eduardo. Passano 3 minuti e i tedeschi raddoppiano: Rode serve Lewandowski che supera l'estremo difensore avversario con un pallonetto. Al 70' la Dinamo Zagabria è andata vicina a riaprire la partita con Pivaric ma la sua conclusione sbatte contro la traversa. Al 73' Lahm si ritrova un pallone nell'area piccola e lo indirizza verso la porta, trovando la parata di Eduardo. Al 77' Lewandowski riceve un buon pallone e tira verso l'angolino sinistro, ma la mira è imprecisa ed il pallone finisce sul fondo. All'86' Muller mira all'angolino destro da dentro l'area, però Eduardo non si fa sorprendere e respinge in corner. Un minuto dopo il portiere croato atterra in area di rigore Vidal, dal dischetto va Muller, ma il suo tiro s'infrange contro il palo destro. Nei minuti di recupero Soudani stacca di testa su corner di Machado, ma la sua conclusione viene bloccata da Ulreich. Finisce 0-2 per il Bayern Monaco che vince la sfida grazie alla doppietta di Lewandowski.