Tranquillità Luis Enrique: "Mi fido ciecamente dei miei giocatori, non cambieremo il nostro gioco"

Per il Barcellona di Luis Enrique è già vigilia di Champions League contro l'Atletico Madrid del Cholo Simeone.

Tranquillità Luis Enrique: "Mi fido ciecamente dei miei giocatori, non cambieremo il nostro gioco"
Luis Enrique, fonte twitter Barcellona

E' bastata la sconfitta nel clasico contro il Real Madrid per insinuare alcuni dubbi riguardo il Barcellona di Luis Enrique. Situazione che riguarda, però, solo chi vive all' esterno dei blaugrana perchè l'ex tecnico della Roma non ha alcun tipo di dubbio sulla propria squadra alla vigilia dell' andata dei quarti di finale di Champions League.

L' avversario è uno di quelli ostici che riesce a far giocare male i propri avversari per poi colpire. Il Barcellona conosce bene l' Atletico Madrid di Simeone e forse anche per questo Luis Enrique si mostra tranquillo in conferenza stampa: "Ho una squadra competitiva e assolutamente affidabile, ho un gruppo di giocatori unici. Siamo in una competizione ai massimi livelli come la Champions League, questo è sicuro. Non so se domani vinceremo o perderemo, ma abbiamo le capacità per restare allo stesso livello delle scorse settimane. Mi fido ciecamente dei giocatori del Barca e del percorso che li ha portati a vincere molti trofei." Il Barcellona, quindi, sarà quello di sempre: "Non cambieremo il nostro modo di giocare, vogliamo avere il possesso palla nella loro metacampo e provare a vincere. Magari senza subire gol visto che al ritorno sappiamo che comunque vada sarà durissima."

L' Atletico Madrid ha alcune caratteristiche molto chiare a Luis Enrique: "Hanno qualità nei singoli e spesso sono in grado di fare male al loro avversario in transizione. Ci renderanno la vita difficile perchè sono una squadra di altissimo livello, in grado di giocare in modi diversi, completi e pericolosi allo stesso tempo." Possibile che giochi Arda Turan, grande ex della sfida, svela Luis Enrique che poi si complimenta con il pubblico del Camp Nou: "Messi, Suarez e Neymar sono i migliori al mondo, ma non sono macchine. Arda Turan mi piace, è un giocatore con tante capacità, tra cui quella di adattarsi, e ci potrà dare molto. Ai tifosi del Barca non posso chiedere di più: grazie a loro siamo molto più forti in campo."