Draxler spinge il Wolfsburg: "Il Real è un sogno, non saremo vittime sacrificali"

L'attaccante del Wolfsburg, campione del Mondo con la Germania, ha parlato ai microfoni di Goal.com in vista del quarto di finale di Champions League di domani contro il Real Madrid. Queste le ambizioni dell'ex Schalke 04.

Draxler spinge il Wolfsburg: "Il Real è un sogno, non saremo vittime sacrificali"
Draxler spinge il Wolfsburg: "Il Real è un sogno, non saremo vittime sacrificali"

"Per il club quanto sta succedendo è un vero sogno. Sappiamo che dobbiamo essere al massimo per sfidare il Real Madrid. Non devono succedere miracoli, dobbiamo giocare bene e tutto sarà possibile".

Julian Draxler è tornato protagonista assoluto, in Germania come in Champions League, dopo la travagliata estate che lo aveva visto al centro delle voci di mercato che lo accostavano costantemente alla Juventus di Massimiliano Allegri. Invece, dopo estenuanti trattative, il passaggo al Wolfsburg e la conquista, per la prima volta nella storia del club, del prestigiosissimo obiettivo dei quarti di finale. Adesso la sfida al Real Madrid, ovviamente da sfavoriti, anche se l'ex Schalke non ha intenzione di alzare bandiera bianca. 

"Sono più forti e devono per forza di cose passare il turno perchè noi siamo il piccolo Wolfsburg e loro il grande club. Sono favoriti, chiaro. Ma daremo il massimo in attesa di vedere cosa accadrà in campo".

Blancos che sono reduci dalla brillante vittoria del Camp Nou contro il Barcellona di Luis Enrique, ottenuta tra le altre cose in inferiorità numerica. Draxler è consapevole della forza delle merengues e prova ad analizzare come i tedeschi possono impensierire la squadra di Zidane.

"Dobbiamo difendere bene ed attaccare bene. Non è abbastanza stare in attesa del Real e difendere, difendere, difendere. Loro possono segnare in ogni stadio, quindi dobbiamo attaccare anche noi. Se creiamo qualcosa. Hanno attaccanti pazzeschi. Sono veloci, intelligenti. Ammiro Benzema, secondo me è il perfetto attaccante. E' pericoloso, molto pericoloso. Servirà il miglior Wolfsburg per evitare che segni contro di noi". 

Dallo Schalke al Wolfsburg, con il Real sempre sul cammino dei tedeschi in Champions League. Questa la chiosa del ventiduenne trequartista in vista della sfida di domani. 

"Lo scorso anno non ho potuto giocare contro di loro perchè ero infortunato e l'anno prima abbiamo perso complessivamente circa 9-2. Ora voglio farcela, dare il meglio. Sono fiducioso, voglio far vedere che siamo un grande team. Che sono un grande giocatore".