Continua la favola Leicester, 3-0 al Brugge

Grande esordio per i campioni d'Inghilterra che stendono con un perentorio 3-0 i padroni di casa del Brugge. Decidono il match il gol di Albrighton e la doppietta di Mahrez.

Continua la favola Leicester, 3-0 al Brugge
Club Brugge
0 3
Leicester
Club Brugge: Club Brugge (4-4-2): Butelle, van Rhijn, Engels, Denswil, De Bock; Vormer, Simons, Pina, Vanaken; Diaby, Izquierdo. All.: Preud'homme
Leicester: Leicester (4-4-2): Schmeichel, Hernandez, Morgan, Huth, Fuchs; Albrighton, Drinkwater, Amartey, Mahrez; Slimani, Vardy. All.: Ranieri
SCORE: 0-1, min. 5, Albrighton, 0-2, min. 29, Mahrez. 0-3, min. 61, Mahrez (R)
ARBITRO: A. Sidiropoulos. Ammoniti: Simons (min. 28'), Engels (min. 35'), Slimani (min. 48), Butelle (min. 60), Ulloa (min. 90), Vormer (min. 94)

Inizia con una strepitosa vittoria l'avventura in Champions League dei campioni d'Inghilterra del Leicester. La favola inglese continua conquistando all'esordio la prima vittoria in "Coppa Campioni" per 3-0 allo stadio Jan Breydel di Bruges, grazie al gol di Albrighton ed alla doppietta di Mahrez, ormai una sentenza nei calci da fermo, ma partiamo dall'inizio.

CRONACA

Per la prima partita in Champions League nella storia del Leicester City, Ranieri sceglie un 4-4-2 classico, con la premiata ditta Vardy-Mahrez a guidare la squadra alla vittoria. Il Brugge invece punta tutto su Izquierdo e proprio il colombiano è quello che fa tremare le Foxes al quarto minuto di gioco: Diaby appoggia per il colombiano che ci prova di prima, ma il suo tiro finisce di poco a lato. Il Leicester allora si scuote e al minuto sette passa già in vantaggio con il marcatore che non ti aspetti: Marc Albrighton. E' lui che segna il primo gol nella storia del Leicester in Champions League e lo fa dopo la lunga rimessa di Slimani e la deviazione di un difensore del Brugge che manda a farfalle Butelle, servendo all'inglese un assist al bacio per insaccare a porta vuota. Dopo il vantaggio delle Foxes, il Brugge comincia a spingere in maniera più convinta, ma non va mai vicino al gol, cosa che invece fa la squadra di Ranieri che con un colpo di testa di Morgan sfiora il raddoppio. Il secondo gol arriva al 29' con uno degli splendidi calci di punizione di Riyad Mahrez che, dal limite dell'area, beffa Butelle con una traiettoria sul proprio palo. Alla mezz'ora quindi la partita è già in ghiaccio, ma i ragazzi terribili di Ranieri continuano ad attaccare e sfiorano ripetutamente la terza marcatura, due volte con Drinkwater e un'altra volta con Mahrez. Si va quindi negli spogliatoi con il Leicester che conduce la gara con due gol di vantaggio sui padroni di casa del Brugge.

Al rientro dagli spogliatoi la partita non cambia, le Foxes continuano a comandare il gioco senza però creare dei veri pericoli fino al 60'. Dopo quindici minuti del secondo tempo, il Leicester affonda il colpo: Vardy recupera palla sfruttando un errore della difesa e si lancia in campo aperto verso la porta belga, una volta arrivato in area Butelle lo stende e per l'arbitro Sidiropoulos la decisione è facile da prendere: calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Mahrez che spiazza il portiere con un tiro forte e centrale portando le Foxes sul 3-0. La reazione del Brugge, come dopo il primo gol, non si fa attendere e ancora una volta il protagonista dell'azione è Izquierdo che stampa la palla sul palo alla sinistra di Schmeichel. Questo resta però l'unico sussulto belga del secondo tempo che si avvia verso una tranquilla conclusione, in cui l'unica azione degna di nota è quella compiuta da Mahrez che, palla al piede, semina il panico nella difesa neroblu prima di essere fermato ad un passo dalla tripletta.