Champions League: la Juventus va a caccia della vittoria

Torna la Champions League e con essa torna l'obbligo della vittoria per i bianconeri. La partita però non sarà di quelle più semplici.

Champions League: la Juventus va a caccia della vittoria
Champions League: la Juventus va alla caccia della vittoria

Dopo il tour de force in Serie A contro Inter, Cagliari e Palermo, nelle orecchie dei giocatori della Juventus torna a suonare l'inno della Champions League. Nella Coppa dalle Grandi Orecchie i bianconeri sono chiamati alla vittoria, dopo il pareggio all'esordio contro il Siviglia. La partita che dovranno affrontare i ragazzi di Allegri non sarà per niente facile, soprattutto perchè si gioca nel temibile stadio Maksimir di Zagabria che per l'occasione riavrà i propri ultrà a riempire gli spalti. Il vantaggio che i bianconeri dovranno sfruttare sarà il recentessimo cambio di allenatore avvenuto sulla panchina della Dinamo, dove Zeljko Sopic è stato promosso da allenatore in seconda ad allenatore in comando.

Il GIRONE – Dopo la prima tornata di partite, la situazione della Dinamo Zagabria è già da dentro-fuori. I croati infatti hanno preso una batosta non da poco allo Stade de Gerland contro il Lione ed ora non si possono permettere passi falsi in casa, se vogliono almeno sperare nella qualificazione in Europa League. La situazione dei bianconeri è simile, anche se loro hanno un punto in classifica a seguito dello 0-0 contro il Siviglia, Higuain&Co sono costretti a vincere per rilanciarsi e mettere a tacere le chiacchiere.

LE ULTIME DAI CAMPI

DINAMO ZAGABRIA – Il nuovo tecnico Zeljko Sopic ha compiuto una decisa virata verso il 4-3-3, ridando equilibrio e sostanza ad una squadra che dopo Lione e Rijeka sembrava essere allo sbando. Il primo risultato ottenuto è stata la vittoria nel derby contro la Lokomotiv, anche se nonostante l'iper offensività del modulo la partita è terminata solo 1-0 con il gol di testa firmato Benkovic. Le responsabilità della squadra croata sono tutte sulle spalle di Ante Coric, l'ultimo talento rimasto dopo le partenze di Marko Pjaca e Marko Rog, che per l'occasione potrebbe rivestire il ruolo di falso nueve per dare fastidio ad Hernanes e Bonucci in fase di impostazione.

JUVENTUS – Per i bianconeri non ci sarà nessun cambio modulo. Nonostante le prove fatte in allenamento da Allegri, il tecnico bianconero conferma ancora la difesa a 3 in cui verrà schierata la BBC ufficiale. Le novità invece sono a centrocampo: Hernanes ha vinto il ballottaggio con Lemina e sarà in mezzo al campo a dirigere l'orchestra, mentre sulle fasce l'hanno spuntata Dani Alves e Patrice Evra che daranno sostanza al tanto amato equilibrio offensivo-difensivo di Max Allegri. In attacco nessuna sorpresa: Mandzukic e Pjaca non partiranno titolari nel loro ex stadio, facendo spazio alla coppia tutta argentina composta da Dybala e Mandzukic.