Champions League, Girone G - Brugge e Porto per riaprire il discorso qualificazione

In Belgio gara già decisiva per le ambizioni di Club Brugge e Porto, che si sfideranno per ottenere tre punti fondamentali per il riaprire il discorso qualificazione. Un pareggio potrebbe servire poco a fiamminghi e lusitani, soprattutto se il Copenaghen dovesse sorprendere il Leicester. Le probabili formazioni.

Champions League, Girone G - Brugge e Porto per riaprire il discorso qualificazione
Champions League, Girone G - Brugge e Porto per riaprire il discorso qualificazione

A caccia di una vittoria, per riaprire il discorso qualificazione. Un punto per chi viaggia fuori casa, zero per chi difende le mura amiche, con entrambe le squadre che sono consapevoli che il treno che passerà stasera potrebbe anche rischiare di essere l'ultimo a disposizione: Club Brugge e Porto si sfidano in Belgio dopo le delusioni dei primi due turni, con i lusitani che sono riusciti a strappare soltanto un pareggio contro i danesi del Copenaghen, che guardano dall'alto dei loro quattro punti le due squadre. Serata molto importante - sebbene non ancora decisiva - quindi per il gruppo G, che potrebbe rimettere in discussione le gerarchie instauratesi dopo i primi 180 minuti di gioco. 

Portoghesi che - nonostante la sconfitta di misura in casa del Leicester - vengono da tre successi di fila in campionato, che hanno permesso ad Herrera e compagni di restare a meno tre dalla capolista Benfica. Meno positivo l'ultimo periodo dei belgi, che nonostante un buon ruolino di marcia allo stadio Jan Breydelstadion - con due vittorie negli ultimi due incontri - fuori casa non riescono ancora ad ingranare e sono reduci da due sconfitte di fila - la prima a Copenaghen in Champions, l'altra venerdì sera a Charleroi -. Gara particolare per Michel Preud'Homme, allenatore dei padroni di casa, che da giocatore ha spesso sfidato il Porto come portiere del Benfica: "È sempre speciale sfidare il Porto: ovviamente erano loro i nostri principali avversari quando militavo nel Benfica. La squadra è molto forte anche adesso, nonostante le tante partenze e i tanti arrivi degli ultimi anni sono riusciti a mantenere molto alto il loro livello di gioco".

Preud'Homme in conferenza stampa - Foto UEFA Champions League
Preud'Homme in conferenza stampa - Foto UEFA Champions League

Di contro, Nuno Espirito Santo - ex Valencia - ha posto l'accento sull'importanza della gara, sottolineando che quella di questa sera potrebbe essere l'ultima occasione per andare a caccia della qualificazione. Motivo per il quale non rinuncerà ai migliori giocatori a sua disposizione: "È una gara importantissima per noi e schiererò la formazione migliore. Vogliamo continuare a crescere e siamo pronti per affrontare questa partita". Lusitani che dovrebbero ripartire dall'ottimo stato di forma di Andrè Silva, autore di quattro delle dodici reti del Portogallo nelle sfide contro Andorra e Far Oer.   

Le ultime dai campi

Preud'Homme dovrebbe schierare un 4-3-3 molto malleabile, con Vanaken che a seconda delle situazioni di gioco varierà molto tra il ruolo di mezzala - con Vormer che si spingerà sulla sinistra - e quello da trequartista alle spalle di Vossen ed Izquierdo, ai quali verrà chiesto molto movimento. A protezione di Butelle linea a quattro con Van Rhijn e De Bock sugli esterni, Denswil e Poulain al centro.

Alcuni giocatori del Porto prima della rifinitura di ieri sera - Foto Twitter Porto
Alcuni giocatori del Porto prima della rifinitura di ieri sera - Foto Twitter Porto

Risponde con una formazione ambiziosa ma comunque equilibrata Nuno Espirito Santo, che davanti a Casillas dovrebbe scegliere Layun, Felipe, Marcano e Alex Telles. Danilo davanti alla difesa, con Andre e uno tra Oliver Torres e Herrera come seconda mezzala. Otavio dietro le due punte che saranno Jota e il gioiellino ventenne di casa Porto Andrè Silva.   

Probabili formazioni

Club Brugge KV (4-3-1-2): Butelle; Van Rhijn, Denswil, Poulain, De Bock; Claudemir, Simons, Vormer; Vanaken; Vossen, Izquierdo. All: Preud'Homme

FC Porto (4-3-1-2): Casillas; Layun, Marcano, Felipe, Alex Telles; Andrè, Danilo, Oliver; Otávio; Jota, André Silva. All: Nuno Espirito Santo.