Champions League - Il Borussia Dortmund per chiudere, lo Sporting per respirare ancora

Al Signal-Iduna Park va in onda il rematch tra le due outsider del Real Madrid, ma i tedeschi con un risultato positivo si guadagnerebbero la qualificazione.

Champions League - Il Borussia Dortmund per chiudere, lo Sporting per respirare ancora
Borussia Dortmund
20 45
Sporting Lisbona

Sembrava che dalla doppia sfida tra Borussia Dortmund e Sporting Lisbona dovesse uscire il nome della candidata al secondo posto nel girone F di Champions League alle spalle del Real Madrid, ma la realtà è invece che le Merengues dovranno con tutta probabilità giocarsi la prima piazza in un agguerrito testa-a-testa con i tedeschi, pronto a culminare nello scontro diretto all'ultima giornata. Già, perchè il BVB due settimane fa ha espugnato l'Alvalade vincendo per 2-1 grazie alle reti di Aubameyang e Weigl, ponendo un timbro forte sulla qualificazione, ancora da ottenere nel ritorno contro i portoghesi: questa sera i riflettori si accenderanno sul Signal Iduna Park per scoprire il destino di queste due compagini, con l'ago della bilancia nettamente a favore dei ragazzi di Tuchel.

Passlack ed Elias a contrasto durante la gara d'andata, terminata 1-2. | Fonte immagine: Ansa
Passlack ed Elias a contrasto durante la gara d'andata, terminata 1-2. | Fonte immagine: Ansa

Il tecnico dei tedeschi è reduce da un periodo abbastanza buio, con sole due vittorie nelle ultime sette gare giocate, e vede questa sera l'occasione di risollevarsi il morale, anche grazie "ai rientri di Castro e Guerreiro, i quali provvedono agli assist che sono mancati ultimamente", ha detto in conferenza stampa ieri. I due torneranno immediatamente in campo dal primo minuto: il portoghese agirà da terzino sinistro nella linea a quattro davanti a Burki, con Ginter a destra e Bartra-Papastathopoulos coppia centrale. Castro si posizionerà invece tra mediana e trequarti, per assistere Weigl e Gotze, con il tridente formato da Dembelé, Schurrle e Aubameyang in avanti.

Borussia Dortmund

"Le due squadri sono su un livello simile", ha anche aggiunto Tuchel. Jorge Jesus la vede forse diversamente, avendo definito il Borussia "un top club, una delle migliori squadre della Champions League", riservando invece ai suoi gli aggettivi "compatti e organizzati". Innegabile, ma sarà il campo a stabilire dove sarà la ragione, che per ora sta con Jesus. Il tecnico portoghese manderà in campo il solito 4-2-3-1, con Dost unica punta; a supportarlo ci saranno Bruno Cesar, Bryan Ruiz e Gelson Martins, mentre in mediana Elias e William Carvalho offriranno copertura e corsa. In difesa larghi Schelotto e Zeegelaar, con Coates e Semedo in mezzo. Tra i pali va ovviamente Rui Patricio.

Sporting Lisbona

Entrambe le squadre devono fronteggiare assenze importanti: per i tedeschi non ci saranno Bender, Durm, Schmelzer e Reus, oltre a Piszczek e Kagawa i quali non sono al meglio; gli ospiti non possono invece contare su Bruno Paulista e Jefferson. L'arbitro della sfida sarà l'olandese Danny Makkelie.