Champions League, il Monaco vuole dare la spallata decisiva, il CSKA deve risalire la corrente

Testacoda nel girone E. Il Monaco, primo in classifica, ospita il CSKA, attuale ultimo in classifica e che ha estremo bisogno di ottenere la prima vittoria.

Champions League, il Monaco vuole dare la spallata decisiva, il CSKA deve risalire la corrente
Bernardo Silva nella precedente sfida col CSKA. Fonte: images.performgroup.com

Regna l'equilibrio nel girone E della Champions League. Al primo posto infatti c'è il Monaco a cinque punti, seguito dal Tottenham a quattro e dal Bayer Leverkusen a quota tre. Chiude la fila il CSKA Mosca con due. Un equilbrio che rispecchia grosso modo i valori delle squadre presenti in questo raggruppamento, che è forse quello più omogeneo della competizione. Ci si attende sempre che una delle squadre dia la spallata decisiva per indirizzare i giochi qualificazione, ma fino ad ora, in tre giornate, non è mai successo. Ha questa possibilità il Monaco che, con una vittoria, potrebbe seriamente estromettere il CSKA dalla possibilità di arrivare agli ottavi. Molto dipenderà anche dall'esito della sfida tra Bayer Leverkusen e Tottenham. Serviranno quindi occhi su entrambi i campi.

Le ultime

Il Monaco sta vivendo una stagione per ora molto positiva. Nonostante la forte diminuzione degli investimenti, i monegaschi continuano a lottare per il titolo e ben figurano in Champions. Attualmente in Ligue 1 la squadra è seconda, a parti punti con la corazzata PSG e a sei punti dalla vetta, occupata da un sorprendente Nizza. Nell'ultima giornata di Champions è arrivato un 1-1 a Mosca, cosa che fa ben sperare per un buon esito della sfida al Louis-II. Per quanto riguarda la formazione, Jardel non ha problemi di formazione, con il solo Dirar infortunato, e non ha particolari necessità di fare turnover, dato che la prossima partita è contro il Nancy, diciannovesimo in classifica. Spazio dunque all'artiglieria pesante, con i giocatori di maggior talento (Falcao, Bernardo Silva, Fabinho, etc...) regolarmente in campo.

Il CSKA dovrà assolutamente lottare con il coltello tra i denti. Con due soli punti infatti la qualificazione è fortemente in discussione e, se ci sono ancora speranze di arrivare agli ottavi, i russi devono ringraziare le avversarie, che tra di loro ancora non si sono fatte male. Il pareggio in casa subito negli ultimi cinque minuti proprio contro il Monaco è stato sicuramente una botta psicologica importante. Serivrà dunque subito rialzare la cresta e fare una partita aggressiva, non lasciandosi intimidire dalla tifoseria di casa. Nemmeno in campionato le cose vanno partircolarmente bene, dato che la squadra è terza con addirittura sette punti di distacco dall'accoppiata Zenit-Spartak. La squalifica poi di un mese subita da Eremenko per doping è un'altra mazzata, dato che si tratta di uno dei giocatori di maggior talento. Poco spazio dunque per i calcoli, Slutski metterà in campo la miglior formazione possibile, approfittando del fatto che non ci sono infortunati.

Probabili formazioni

Monaco (4-3-3): Subasic; Sidibè, Glik, Jemerson, Raggi; Fabinho, Bakayoko, Moutinho; Lemar, Falcao, Bernardo Silva.

CSKA Mosca (4-2-3-1): Akinfeev; Fernandes, Berezutski, Ignashevich, Schennikov; Wembledom, Natcho; Tosic, Ionov, Golovin; Traore.