Juventus-Dinamo Zagabria, Petev: "Siamo migliorati dall'andata"

Il tecnico dei croati prova a spaventare i bianconeri in conferenza stampa allo Stadium.

Juventus-Dinamo Zagabria, Petev: "Siamo migliorati dall'andata"
Da sinistra Petev e Situm, UEFA.com

La Dinamo Zagabria non ha più nulla da chiedere a questa Champions League, restano solo l'orgoglio e la voglia di chiudere al meglio un girone in cui i croati sono sempre sembrati essere almeno un gradino sotto rispetto alle altre. Anche la gara dell'andata contro la Juventus aveva evidenziato il divario esistente. Qualcosa è cambiato da allora, ma non sembra essere sufficiente.

Il giovane tecnico Petev, comunque, ha le idee chiare in conferenza stampa alla vigilia della sfida dello Stadium: "Ho tutti i giocatori a disposizione e sceglierò la formazione titolare solo dopo l'allenamento di questa sera. Sono convinto che chi scenderà in campo darà tutto quello che ha e per la nostra squadra è questa la cosa più importante. Siamo pienamente consapevoli del fatto che affrontiamo una grandissima squadra, ma siamo curiosi di misurare le nostre qualità per capire fino a dove possiamo competere ai massimi livelli. E comunque di sicuro qualcosa è cambiato dall'ultima volta che Dinamo e Juventus si sono affrontate. Siamo migliorati, il solo fatto di aver giocato altre partite in Champions League ci ha fatto fare dei passi in avanti sotto ogni punto di vista."

Insieme all'allenatore ha parlato anche l'esterno Situm"Qui in Champions c'è il livello più alto di calcio che si possa incontrare, lo so perfettamente, ma ho delle buone sensazioni e sono fiducioso perché ho visto i miglioramenti che abbiamo avuto nelle scorse settimane. Comunque è un sogno per noi giocare in questo stadio contro una delle migliori squadre d'Europa. Siamo qui senza nessun tipo di pressione e per questo sono convinto che possiamo fare bene. È la nostra ultima partita di Champions, non vogliamo finire con un risultato negativo. Siamo pronti a scendere in campo per mettere in difficoltà la Juventus. Vogliamo far vedere a tutti che non siamo venuti qui in gita."