Real Madrid, Zidane studia le mosse anti-Napoli

Il tecnico francese indeciso tra 3-5-2 o 4-3-3. Contro l'Osasuna la difesa a tre non ha dato risposte positive e contro Sarri non si può rischiare.

Real Madrid, Zidane studia le mosse anti-Napoli
Real Madrid, Zidane studia le mosse anti-Napoli, www.marca.com

L’attesa sulla sponda Napoli è febbrile, a Madrid invece c’è meno frenesia, forse perché sono più abituati a certi palcoscenici, ma sicuramente è un esame importante, per il Real Madrid e per il suo tecnico. L’andata degli ottavi di finale di Champions League si avvicina sempre di più e Zinedine Zidane non può e non deve fallire l’appuntamento contro una squadra in gran forma e che si giocherà tutte le sue carte fin dal match del Santiago Bernabeu.

Innanzitutto il francese sta lavorando su due moduli possibili da schierare contro gli azzurri: secondo il quotidiano AS le opzioni sarebbero il 3-5-2 od il più conosciuto 4-3-3. Per quel che riguarda la prima ipotesi, Zidane ha fatto le prove generali nell’ultimo turno di Liga contro l’Osasuna, con risultati non pienamente soddisfacenti: il Real ha sì vinto sul campo dell’ultima in classifica, ma il migliore in campo è stato il portiere Keylor Navas ed il punteggio è stato in bilico fino alla rete dell'1-3 siglata in pieno recupero da Lucas Vazquez. Davanti a Navas si sono disposti Nacho, Sergio Ramos e Varane, con Danilo sulla fascia destra e Marcelo su quella opposta; i 3 di centrocampo a El Sadar erano Modric, Isco e Casemiro mentre come attacco scelta la coppia Ronaldo-Benzema. L’infortunio di Danilo ha costretto poi Zidane ad inserire James Rodriguez e tornare alla difesa a 4 attorno all’ora di gioco, sul risultato parziale di 1-1, vincendo poi la partita. L’esperimento era già stato fatto nella trasferta al Sanchez Pizjuan contro il Siviglia un mese fa, ed anche il quel caso il Real faticò molto ed uscì sconfitto.

Il pallonetto di Vazquez, www.abs-cbn.com
Il pallonetto di Vazquez, www.abs-cbn.com

Pensare poi di lasciare uomo contro uomo i tre centrali con il tridente del Napoli potrebbe rivelarsi un fallimento, vista la velocità degli attaccanti partenopei – se Sarri sceglierà Callejon-Mertens-Insigne. Ecco perché è pronta l’alternativa: davanti a Navas, Carvajal, Ramos, Varane o Pepe e Marcelo, a centrocampo Isco farebbe posto a Kroos per completare la mediana insieme a Modric e l’indispensabile Casemiro, mentre come ala destra del tridente potrebbe partire dal primo minuto Lucas Vazquez, con Ronaldo e Benzema.

Nella conferenza di vigilia se ne saprà di più, anche sulle condizioni di Gareth Bale. Il gallese ha ricominciato ad allenarsi con il gruppo: molto difficilmente sarà rischiato nella gara d’andata, viceversa è molto probabile vederlo al San Paolo nel match di ritorno, quando verrà decretata la squadra qualificata ai quarti di finale.