Barcellona spalle al muro, Luis Enrique recupera Mascherano e Busquets ed invoca il Camp Nou

Il tecnico dei blaugrana si affida al calore del pubblico di casa per provare ad intimorire le certezze della Juventus, forte però del 3-0 dell'andata e della migliore difesa della Champions League.

Barcellona spalle al muro, Luis Enrique recupera Mascherano e Busquets ed invoca il Camp Nou
Barcellona spalle al muro, Luis Enrique recupera Mascherano e Busquets ed invoca il Camp Nou

Ad un passo dall'eliminazione, soltanto sfiorata nel turno precedente contro il Paris Saint Germain, il Barcellona prova a fare quadrato attorno alle proprie certezze, a dire il vero poche in questo periodo di stagione. La sconfitta di Malaga un primo campanello d'allarme, seguita da quella rovinosa per 3-0 allo Stadium che mette la schiena dei blaugrana al muro, con pochissime chances di recuperare il gap patito all'andata. Se da una parte il potenziale offensivo, con Messi, Suarez e Neymar, potrebbero essere capaci di tutto, la difesa colabrodo di questo periodo della squadra di Luis Enrique sembra screditare tutte le possibilità di remuntada dei catalani.

Se a perorare la causa rimonta, l'episodio alquanto fortunoso contro il Paris Saint Germain - squadra lontanamente quadrata rispetto alla Juventus - i gol subiti di questo periodo, molti dei quali in contropiede, sembrano far dormire sonni decisamente meno sereni al tecnico oramai destinato all'addio alla panchina del Barça. L'atteggiamento offensivo dei blaugrana, inevitabile vista la situazione di punteggio in ottica doppio confronto, condizionerà parte delle scelte di Luis Enrique, costretto, oltre a schierare chiaramente i pezzi pregiati da centrocampo in sù (Rakitic ed Iniesta alle spalle del trio Messi, Suarez e Neymar), oltre a cercare tanta spinta anche sulle corsie laterali. Motivo per il quale Sergi Roberto e Jordi Alba sono favoriti, con un conseguente ritorno alla difesa a quattro, rispetto al tris di centrali visto alquanto in balia della folate bianconere allo Stadium.

Inoltre, il ritorno dello stantuffo Busquets a centrocampo e contestualmente di Javier Mascherano - che si è allenato in mattinata - consentirà al tecnico ex Roma di schierare l'argentino accanto a Piqué in difesa, mentre il mediano spagnolo farà da raccordo tra difesa e mediana, trait d'union mancato clamorosamente nei novanta minuti dell'andata.

L'onze de Gala del Barcellona è così completo, anche se per impensierire questa Juve e far vacillare le certezze dei bianconeri, che dovranno essere bravi a fronteggiare anche il calore del Camp Nou. Proprio da questo punto di vista, Luis Enrique nella conferenza stampa odierna ha sottolineato l'importanza del catino di casa, anche se è sembrata una richiesta d'aiuto disperata di chi in cuor suo forse sa che servirebbe ben altro apporto per ribaltare le sorti di una contesa che vede i piemontesi italiani con più di un piede e mezzo alle semifinali di Champions League. 

Probabile formazione (4-3-3): Ter Stegen; S. Roberto, Piqué, Mascherano, Jordi Alba; Rakitic, Busquets, Iniesta; Messi, Suarez, Neymar. All: Luis Enrique.