Champions League - Ronaldo disintegra l'Atletico, Real Madrid a un passo dalla finale: 3-0 al Bernabeu

Gli uomini di Zidane surclassano i Colchoneros 3-0 grazie a una tripletta di Cristiano Ronaldo. Finale ad un passo per i Blancos.

Champions League - Ronaldo disintegra l'Atletico, Real Madrid a un passo dalla finale: 3-0 al Bernabeu
Champions League - Ronaldo disintegra l'Atletico, Real Madrid a un passo dalla finale: 3-0 al Bernabeu
REAL MADRID
3 0
ATLETICO MADRID
REAL MADRID: NAVAS; CARVAJAL (46' NACHO), SERGIO RAMOS, VARANE, MARCELO, KROOS, CASEMIRO, MODRIC, ISCO (67' ASENSIO), BENZEMA (77' VAZQUEZ), RONALDO. ALL. ZIDANE
ATLETICO MADRID: OBLAK; LUCAS, SAVIC, GODIN, FILIPE LUIS, SAUL NIGUEZ (58'GAITAN), KOKE, GABI, CARRASCO (68' CORREA), GAMEIRO (57' TORRES), GRIEZMANN. ALL. SIMEONE
SCORE: 3-0. 1-0 10' RONALDO, 2-0 73' RONALDO, 3-0 86' RONALDO
ARBITRO: ATKINSON AMMONITI: SAVIC, KOKE, SAUL (A), ISCO (R)
NOTE: STADIO SANTIAGO BERNABEU INCONTRO VALIDO PER L'ANDATA DELLE SEMIFINALI DI CHAMPIONS LEAGUE

Delirio Real Madrid nel derby. Al Bernabeu gli uomini di Zidane surclassano l'Atletico Madrid 3-0 grazie a una tripletta straordinaria di Ronaldo e vedono la finale ad un passo. Partita senza storia al Bernabeu con i Blancos che passano subito in vantaggio con un colpo di testa di Ronaldo. Nella ripresa i Colchoneros non riescono a pungere nemmeno con i cambi e allora la squadra di Zidane la chiude ancora con Ronaldo che sigla la sua seconda tripletta consecutiva in Champions lanciando il Real verso la seconda finale consecutiva. 

Per quanto riguarda le formazioni 4-3-3 per il Real Madrid con Isco a comporre il tridente offensivo con Benzema e Ronaldo mentre l'Atletico risponde col solito 4-4-2 e la coppia Francese formata da Griezmann e Gameiro in attacco. 

Partenza aggressiva dell'Atletico ma la prima vera occasione è del Real Madrid che dopo sette minuti va ad un passo dal vantaggio con Carvajal che chiede e ottiene l'uno-due con Isco e calcia in porta ma Oblak si fa trovare pronto, poi Benzema calcia fuori. Sono solo le prove generali, però, del gol che arriva al 10' con Savic che allontana di testa un cross di Sergio Ramos. Casemiro rimette subito il pallone al centro dove c'è Cristiano Ronaldo che di testa batte Oblak, 1-0. La squadra di Simeone accusa il colpo e le Merengues sfiorano il raddoppio con Varane che stacca più in alto di tutti, sugli sviluppi di un corner, ma Oblak fa il miracolo e salva i suoi. 

La prima occasione dell'Atletico Madrid arriva al 17' ed è clamorosa con  che imbuca alla grande per Gamiero che prova a saltare Navas ma il portiere Costaricano lo anticipa con una grande uscita. Dall'altra parte sempre Real temibile con Modric che controlla ai venti metri e calcia in diagonale col destro, palla fuori di nulla. Gli uomini di Zidane tengono in mano il pallino del gioco e alla mezz'ora vanno ancora a pochi centimetri dal gol del raddoppio con Ronaldo che disorienta Lucas Hernandez e crossa in mezzo per Benzema che va in rovesciata, palla alta di poco. E' l'ultima emozione di una prima frazione che termina con il vantaggio del Real Madrid. 

Il secondo tempo si apre con un cambio perché nel finale del primo tempo si fa male Carvajal, al suo posto Nacho. Simeone, invece, si accorge che i suoi non riescono a cambiare marcia e decide di optare subito per un doppio cambio gettando nella mischia Torres e Gaitan per Gameiro e Saul. Il primo squillo della ripresa arriva al 57' ed è dell'Atletico con Koke che calcia da fuori, palla larga di molto. Simeone si gioca anche la carta Correa per Carrasco mentre Zidane risponde inserendo Asensio per Isco già ammonito e graziato dall'arbitro per un fallo su Koke. 

Al primo acuto della ripresa, però, il Real raddoppia con Ronaldo vince un rimpallo con Filipe Luis e calcia di potenza dall'interno dell'area di rigore battendo Oblak, 2-0. L'Atletico si spacca clamorosamente e all'85' il Real serve il tris  con Ronaldo che serve Vazquez il quale ricambia il favore trovando ancora Ronaldo che da due passi non sbaglia, 3-0, partita chiusa e finale ad un passo.

Il Real Madrid schianta un Atletico Madrid non pervenuto, Cardiff è sempre più vicina per i Blancos.