Champions League - Tutto semplice per il Real Madrid: battuto 3-0 l'Apoel Nicosia

Una doppietta di Ronaldo e la rete di Sergio Ramos regalano il primo successo in questa Champions al Madrid.

REAL MADRID
3 0
APOEL NICOSIA
REAL MADRID: NAVAS; MARCELO, NACHO, SERGIO RAMOS, CARVAJAL, KOVAVIC (25' KROOS), CASEMIRO, MODRIC, ISCO (73' CEBALLOS), RONALDO, BALE (82' BORJA MAYORAL). ALL. ZIDANE
APOEL NICOSIA: WATERMAN; VOUROS, RUEDA, CARLAO, LAGO, SALLAI (60' FARIAS), MORAIS, VINICIUS, ALONEFTIS, DE CAMARGO, EBECILIO (72' ZAHID). ALL. DONIS
SCORE: 3-0. 1-0 12' RONALDO, 2-0 51' RIG. RONALDO, 3-0 61' SERGIO RAMOS
ARBITRO: BASTIEN AMMONITI: SALLAI, EBECILIO, FARIAS (A), CARVAJAL (R)
NOTE: STADIO SANTIAGO BERNABEU INCONTRO VALIDO PER IL GIRONE H DI CHAMPIONS LEAGUE

Inizia con una vittoria agevole la Champions League del Real Madrid. Al Bernabeu gli uomini di Zidane battono senza problemi 3-0 l'Apoel Nicosia nel match valido per il Girone H. Partita subito in discesa per le Merengues che dopo dodici minuti passano con il solito Ronaldo che col piatto destro insacca. La prima frazione si chiude con una sola rete all'attivo per i Blancos che nel secondo tempo raddoppiano con il rigore di Ronaldo e chiudono i conti con Sergio Ramos. 

Per quanto concerne il capitolo formazioni 4-3-3 per il Real Madrid che ritrova Ronaldo, ai suoi lati Isco e Bale, mentre l'Apoel Nicosia risponde con uno scolastico 4-4-2 e la coppia d'attacco formata da De Camargo ed Ebecilio. 

Il canovaccio tattico della sfida è abbastanza chiaro con il Real Madrid che fa la partita, ma il primo pericolo lo crea l'Apoel con Lago che ci prova dai trenta metri, costringendo Navas ad alzare in corner. Al 12', però, i padroni di casa passano, con Isco che serve Bale il quale mette in mezzo per Ronaldo, che elude la marcatura di un avversario e col piatto destro batte l'estremo ospite, 1-0. Poco dopo Real vicino al raddoppio sempre con Ronaldo: raccoglie un cross dalla sinsitra di Bale e va in tuffo di testa con la sfera che termina sull'esterno della rete. Sembra andare tutto per il verso giusto ma al 25' Zidane è costretto a giocarsi il primo cambio con Kroos che pende il posto dell'infortunato Kovacic.

Le Merengues continuano ad attaccare e al 34' vanno vicini al raddoppio, stavolta è Bale che ,servito dal neo-entrato Kross, mette dentro per Ronaldo che va col piatto destro, come nell'occasione del primo gol, ma questa volta la conclusione esce di poco. Poco dopo ancora Cristiano pericoloso con un conclusione di controbalzo, dal limite dell'area,  sfera a lato alla sinistra della porta difesa da Weterman. E' l'ultima occasione della prima frazione che termina con il vantaggio del Madrid. 

La ripresa si apre con un'occasione gigantesca per il Real Madrid con Carvajal che mette in mezzo per Ronaldo: il portoghese va col piattone, da un metro, spara sulla traversa. Il Portoghese, comunque, ha modo di rifarsi qualche minuto dopo quando dal dischetto fa secco Waterman, 2-0. Passano tre minuti e la squadra di Zidane sfiora il tris, con Modric che mette in mezzo per Ronaldo che viene steso in area, l'arbitro fa giocare e sul prosieguo dell'azione Isco calcia dalla linea del dischetto trovando la risposta di Waterman. Il terzo gol è comunque nell'aria e arriva al 61': Sergio Ramos fa partire l'azione invitando Marcelo al cross, il brasiliano trova Bale che di testa fa da sponda proprio a Ramos che in acrobazia mette dentro, 3-0. 

La partita sostanzialmente si chiude qui, anche se il Madrid continua ad attaccare e al 69' va vicino al gol con Isco, che prende palla al limite e calcia, la sfera esce di pochissimo. Nell'ultimo quarto d'ora Zidane concede minuti anche a Ceballos e Borja Mayora,l ma non succede più nulla fino alla fine. Al Bernabeu il Real Madrid comincia la sua Champions League con una vittoria, battuto 3-0 l'Apoel Nicosia.