Bomba dall'Ucraina: Srna positivo all'antidoping

Secondo quanto riportato da un quotidiano locale, Darjo Srna sarebbe stato trovato positivo al test antidoping dopo la sfida di Champions League contro il Napoli, vinta dagli ucraini per due reti ad uno.

Bomba dall'Ucraina: Srna positivo all'antidoping
Source photo: calcio.fanpage.it

Dario Srna positivo all'antidoping, è questa la clamorosa notizia che giunge quest'oggi dall'Ucraina. Non schierato da Paulo Fonseca durante la scorsa sfida di campionato del suo Shaktar Donetsk contro l'Odessa (terminata 0-0, ndr), il difensore croato sarebbe stato "pizzicato" proprio dopo i turno di Champions League scorso, dopo una prestazione di spessore che ha contributo al successo dei suoi contro i partenopei. Una vera e propria bomba che, se confermata, potrebbe allontanare Srna dallo Shaktar, costretto nel contempo a trovare soluzioni tattiche differenti. Come è chiaro, il Napoli non riceverà diretti benefici da un'eventuale squalifica del croato, potendo però contare sulla sua pesante assenza in vista del ritorno. 

Per spegnere i primi focolai, il tecnico Fonseca  ha gettato acqua sul fuoco, ricordando i motivi che hanno portato all'esclusione di Srna in campionato: "Dico solo una cosa su Darijo: non era qui con noi per una mia decisione. Ho voluto farlo riposare dopo un match molto dispendioso e difficile contro il Napoli, inserendolo in una rotazione assieme ad altri calciatori" ha immediatamente sottolineato in conferenza stampa, allontanando le eventuali voci rilanciate poi dal quotidiano ucraino Sportikka e di quello croato Dnevik, che etichettato come "precauzionale" l'assenza del classe '82 per la sfida di campionato.

Nei prossimi giorni, dunque, avremo maggiori chiarimenti, con la UEFA chiamata ad esprimersi in merito. Una voce così importante, giunta d'altronde dalla nazione ucraina, se confermata potrebbe seriamente concludere la carriera del trentacinquenne, vero e proprio pilastro di una squadra capace di battere il Napoli e di iniziare al meglio la propria esperienza in Champions League, puntando a qualcosa in più del semplice terzo posto nel girone.