Champions League, Zidane a Dortmund: "Una sfida provare a vincere qui"

Il Real Madrid si presenta domani su un campo mai espugnato. Contro il Borussia Dortmund per ritrovare i gol degli attaccanti, dice Zinedine Zidane.

Champions League, Zidane a Dortmund: "Una sfida provare a vincere qui"
Zinedine Zidane. Fonte: JOSÉ A. GARCÍA

Per il Real Madrid di Zinedine Zidane ora si comincia a fare sul serio anche in Champions League. Dopo aver vinto all'esordio nella fase a gruppi, in casa contro i ciprioti dell'Apoel Nicosia, i merengues campioni d'Europa in carica incontrano domani al Signal Iduna Park (ex Westfalen Stadion) un Borussia Dortmund in gran forma, primo in Bundesliga e desideroso di rivincita in Champions dopo il k.o. di Wembley contro il Tottenham. 

A parlare nella consueta stampa della vigilia, sono Dani Carvajal e Zinedine Zidane. Prime domande rivolte al terzino destro del Real, sempre utilizzato in questo avvio di stagione: "Sì, è vero che sto giocando molto - dice l'esterno difensivo merengue - ma mi sento bene, meglio che mai. Gli infortuni capitano anche quando non giochi spesso. Zidane è sempre molto attento, quanto un giocatore non sta bene rimane fuori. Io mi sto gestendo molto. Alle mie spalle c'è Achraf, un ragazzo fantastico, che sta imparando velocemente. Avrà le sue opportunità, ma io non ho bisogno di concorrenza per migliorare, il miglior competitor per me sono io stesso". Sulla partita di domani: "Purtroppo il Real Madrid non ha mai vinto qui, è un campo molto difficile contro un grande avversario. Dovremo mostrare la nostra miglior versione per vincere. Ci sono in palio i tre punti, è ovviamente una partita importante. Possiamo fare un passo avanti notevole verso gli ottavi di finale, speriamo di sfruttare l'occasione". Sul momento della squadra: "Alcuni risultati sono dipesi da sfortuna, siamo stati superiori a tutti i nostri avversari. L'importante è creare occaasioni da gol, prima o poi il pallone entra. Non ci sono dubbi sulla squadra, tutti remiamo nella stessa direzione. Abbiamo solo avuto tante occasioni e non le abbiamo concretizzate. Ci sono cose da migliorare, per arrivare al nostro miglior livello abbiamo bisogno di tempo. Domani sarà una gran partita, in un grande ambiente, la squadra darà il massimo. I gol subiti sono un punto a nostro sfavore in questo momento, ma siamo solo all'inizio della stagione. Finiremo per fare molti punti se riusciremo a correggere gli errori e a non incassare più reti". Infine, due battute su Cristiano Ronaldo e sull'attaccante del Borussia Philipp: "Nessun dubbio su Cristiano, ogni suo allenamento è uno spettacolo, le sue occasioni si trasformeranno presto in gol, è sempre stato così. Philipp è un buon giocatore, come tutto il Borussia. Speriamo che domani non sia la sua serata".

Subito dopo ecco le considerazioni di Zinedine Zidane: "Stiamo bene - le sue parole - siamo reduci da una vittoria e contenti di poter giocare di nuovo su un campo bellissimo dove si respira un'aria da Champions League. E' difficile giocare un po' ovunque in trasferta, ma qui non abbiamo mai vinto, è una sfida ulteriore. Qui si respira un clima da Champions e si vive di grande calcio, domani vogliamo giocare bene e goderci una bella partita. Non ho parlato con i giocatori del nostro momento, questo è un altro match e un'altra competizione. Domani può essere un punto di svolta, ma dobbiamo dimostrarlo sul campo. Speriamo che domani gli attaccanti ritrovino il gol, ho sempre detto che è importante creare occasioni: ovviamente se i miei giocatori le sbagliano non posso essere contento. Ma poi non significa nulla, perchè la volta successiva ci sono altre chances. Noi continuiamo sempre alla stessa maniera, domani è una buona occasione per dimostrarlo. Abbiamo fiducia in ciò che facciamo. Il fine settimana ci ha messo di fronte a una partita difficile, ma sappiamo che ci toccherà giocare ogni tre giorni. E' sempre lo stesso discorso, perchè ogni partita sarà sempre più difficile, ma non sono preoccupato per il gioco della squadra. Il calcio è questo, noi proviamo a fare del nostro meglio, ma ci sono rivali che a loro volta vogliono migliorare. Per me la Liga è la competizione più difficile, la nostra difficoltà è quella di mantenerci ad alti livelli per tutto l'arco della stagione. Per quanto riguarda i gol avversari, non voglio pensare a cosa succederà, sappiamo che gli avversari giocano bene. Noi dovremo fare lo stesso e creare occasioni. Quello che dovremo provare a fare sarà fermare i loro attacchi". Real Madrid favorito per la conquista della Champions? "Abbiamo vinto due titoli negli ultimi due anni, conviviamo con la pressione dei favoriti, non sarà facile vincere ancora. La sfida è provarci e provare ad arrivare il più lontano possibile". Recuperato Toni Kroos: "Se è qui con noi significa che sta bene. Tutti conosciamo la sua importanza per questa squadra". Su Casemiro: "Sì, può essere paragonato a Makelele o Deschamps, fa un lavoro di equilibrio tra difesa e attacco come facevano loro. Non è più una sorpresa, ha fiducia, migliora di giorno in giorno e di stagione in stagione". Su Carvajal: "Non sono preoccupato, ci sono giocatori come Achraf e Nacho che possono dargli il cambio e giocare bene in quella posizione. Lui è giovane e può sopportare tutti questi minuti".