Champions League - Spartak vs Siviglia, incrocio decisivo

Il Siviglia può spiccare il volo, lo Spartak ribaltare la classifica.

Champions League - Spartak vs Siviglia, incrocio decisivo
Champions League - Spartak vs Siviglia, incrocio decisivo - Siviglia Twitter

Il Gruppo E si presenta tra i più interessanti all'alba della terza giornata. Vige un assoluto equilibrio. Al comando, dopo due tornate, il Siviglia, forte di 4 punti, frutto di un successo e un pari. All'inseguimento degli spagnoli, a quota 2, Liverpool e Spartak Mosca, chiude il Maribor. Un punto per la compagine slovena. Questa sera può spezzarsi l'inerzia, il Siviglia di Berizzo fa visita allo Spartak di Carrera, un incrocio difficile da decifrare e senza una squadra nettamente favorita. Lo Spartak, dopo un avvio in difetto, naturale contraccolpo visti i successi dell'annata precedente, è in netta ripresa, non perde da settimane e torna ad osservare da distanza ridotta le vetta del campionato russo. Quarta posizione, sei lunghezze da rimontare alla Lokomotiv. In coppa, ultima apparizione con il Liverpool. Pari interno, con Fernando a segno per l'iniziale vantaggio. Carrera può giocarsela, specie in Russia, specie a Mosca. 

Il Siviglia deve replicare al passo falso con l'Athletic, pesante in una Liga che vede il Barcellona in controllo dopo il pari con l'Atletico e un Real in prepotente risalita. Berizzo ha l'obbligo di approdare quantomeno agli ottavi, visto un raggruppamento di livello medio. Il 3-0 al Maribor - tripletta di Ben Yedder - consente di guardare dall'alto le concorrenti, ma il discorso non è ovviamente chiuso. Uscire con un risultato positivo questo sera può proiettare al ritorno in terra di Spagna in una posizione di forte vantaggio. 

Spartak Mosca Twitter
Spartak Mosca Twitter

Berizzo non può disporre di N'Zonzi, mastino di mezzo, Pareja e Carrico. Muriel va in panchina, come Vazquez. Il brasiliano Ganso è il trequartista designato, Ben Yedder l'unico attaccante di ruolo. A destra lo stantuffo Jesus Navas, a sinistra Krohn Delhi. Montoya e l'ex Inter Banega in mediana, Kjaer e Lenglet al centro della difesa. I terzini sono i collaudati Mercado ed Escudero. Sergio Rico in porta.

Diverse defezioni anche per la formazione di casa. 5-3-2 accorto per Carrera, il tecnico italiano non intende spianare la strada agli avanti del Siviglia. Luiz Adriano e Melgarejo formano la coppia d'attacco, Pasalic è il faro del centrocampo a tre. Mezzali Samedov e Popov. Eschenko e Kombarov i laterali bassi, Bocchetti, Tasci e Dzhikiya a protezione di Rebrov.   

Dirige Rocchi, fischio d'inizio alle 20.45.