Barcellona - Una vittoria per ipotecare la qualificazione

Domani sera Messi e compagni giocheranno in casa contro l'Olympiakos, tre punti per blindare gli ottavi di finale.

Domani il Barcellona scenderà in campo contro l’Olympiakos nel match valido per la terza giornata del Gruppo D di Champions League. Un incontro importante per i catalani che, con un successo, potrebbero ipotecare la qualificazione agli ottavi di finale, anche se l’avversario è ostico come ha dimostrato nell’incontro perso 2-0 contro la Juventus. Valverde non vuole cali di concentrazione dopo il pareggio in casa dell’Atletico Madrid e, infatti, è intenzionato a schierare lo stesso undici che ha vinto le prime due partite del girone contro Juventus (ad eccezione di Dembelè) e Sporting Lisbona.

Sabato l’ex tecnico del Bilbao ha messo in campo la squadra con il 4-4-2, già visto nel corso della stagione, ma domani tornerà al 4-3-3 con cui ha giocato in Champions. Nessun accenno di turnover anche perché i titolari dovrebbero riposare martedì prossimo quando il Barca giocherà in casa del Murcia nel secondo turno di Coppa del Re, nel mezzo l’impegno casalingo contro il Malaga sabato sera. Dunque, per quanto concerne il capitolo probabile formazione, i blaugrana dovrebbero presentarsi con Ter Stegen in porta, solita difesa a quattro formata da Piquè ed Umtiti centrali mentre sulle fasce Jordi Alba e Semedo, con quest’ultimo che è in ballottaggio con Sergi Roberto. A centrocampo Sergio Busquets in cabina di regia con Iniesta e Rakitic mezzali, mentre in avanti tridente formato da Suarez, Messi ed uno tra Denis Suarez, Deulofeu ed Aleix Vidal. 

Il Barcellona non ha mai affrontato l’Olympiakos nelle competizioni UEFA ma con le squadre greche ha un bilancio più che positivo con 10 vittorie, 1 pareggio ed 1 sconfitta - contro il Paok, 1-0 risalente alla Coppa UEFA 1975-1976. L’ultimo incontro con un club greco in Champions League risale alla fase a gironi dell’edizione 2010-2011 quando gli uomini di Guardiola vinsero sia all’andata (5-1) che al ritorno (0-3) contro il Panathinaikos. Occhi puntati, ovviamente, su Messi che non è andato a segno nell’ultima sfida in campionato e in questa Champions vanta due gol, realizzati nella stessa partita contro la Juventus.