Champions League - Il Barcellona ipoteca il passaggio del turno: battuto l'Olympiakos 3-1

Gli uomini di Valverde vincono grazie ai gol di Messi, Digne ed un'autorete mentre per gli ospiti a segno Nikolaou. Blaugrana in dieci per tutto il secondo tempo a causa del rosso a Piquè.

BARCELLONA
3 1
OLYMPIAKOS
BARCELLONA: TER STEGE; DIGNE, UMTITI, PIQUE, DIGNE, INIESTA (67' RAKITIC), SERGIO BUSQUETS (80' ANDRE GOMES), PAULINHO, SUAREZ, MESSI, DEULOFEU (46' MASCHERANO). ALL. VALVERDE
OLYMPIAKOS: PROTO; ELABDELLAOUI, BOTIA, NIKOLAOU, KOUTRIS, GILLET (55' DJURDJEVIC), ROMAO, ZDJELAR, CARCELA-GONZALEZ (67' PARDO), ODJIDJA (72' FORTOUNIS), ANDROUTSOS. ALL. LEMONIS
SCORE: 3-1. 1-0 18' AUT. NIKOLAOU, 2-0 61' MESSI, 3-0 64' DIGNE, 3-1 90' NIKOLAOU
ARBITRO: COLLUM AMMONITI: PIQUE (B), NIKOLAOU (O) ESPULSI: PIQUE (B)
NOTE: STADIO CAMP NOU INCONTRO VALIDO PER LA FASE A GIRONI DI CHAMPIONS LEAGUE

Il Barcellona batte l'Olympiakos 3-1 e si avvicina sempre più al passaggio del turno in Champions. Tutto semplice per la compagine catalana, che domina dall'inizio alla fine e porta a casa un successo mai stato in dubbio. Per quanto concerne l'andamento del match i padroni di casa la sbloccano intorno al ventesimo con un autorete di Nikolaou ma nel finale della prima frazione si ritrovano in inferiorità per il doppio giallo ingenuo rimediato da Piquè. Nella ripresa il copione non cambia e il Barca la chiude con Messi (che fa 100 nelle competizioni UEFA) e Digne. Nel finale Nikolaou si riscatta e segna il gol della bandiera.  Barcellona a punteggio pieno dopo tre giornate mentre l'Olympiakos resta a zero. 

4-3-3 per il Barcellona con Suarez e Deulofeu a supporto di Messi. Modulo speculare per l'Olympiakos con Carcela-Gonzalez e Androutsos a supporto dell'unica punta Odjidja. 

Il copione tattico della sfida è chiaro con il Barcellona che fa la partita mentre l'Olympiakos aspetta. Al 5' la prima vera occasione per i padroni di casa con Umtiti che, sugli sviluppi di un corner, prolunga per l'accorrente Suarez che in spaccata manda a lato di nulla da pochi passi. Al secondo tentativo, però, il Barcellona non fallisce con Deulofeu che mette in mezzo e trova la deviazione di Nikolaou che infila nella propria porta, 1-0. Poco dopo gli uomini di Valverde sfiorano il raddoppio con Iniesta che premia l'inserimento di Paulinho il quale scavalca l'estremo ospite con un pallonetto ma la sfera si stampa sulla traversa.

E' un monologo quello del Barca che al 33' va ancora vicino al raddoppio con Suarez che si presenta davanti a Proto ma si fa ipnotizzare dall'estremo ospite. Poco dopo è il turno di Messi che entra in area, sterza sul mancino e calcia ma Potro respinge con i pugni. La squadra di Valverde sembra in controllo ma al 42' Piquè, già ammonito, entra in area e deposita in rete con la mano. L'arbitro non ha dubbi ed estrae il secondo giallo che vuol dire rosso. 

Nell'intervallo Valverde corre ai ripari: dentro Mascherano per Deulofeu. Il Barcellona, nonostante l'inferiorità numerica, continua a fare la partita e al 61' trova il gol del raddoppio con Messi che batte Proto direttamente da calcio di punizione, 2-0. Passano tre minuti e arriva il tris con Messi che fa tutto da solo e mette in mezzo per Digne che stoppa e con un diagonale mancino, dall'interno dell'area, batte l'estremo ospite per il 3-0. A metà ripresa girandola di cambi con Pardo che entra al posto di Carcela-Gonzalez nell'Olympiakos mentre nel Barca fuori Iniesta per Rakitic. Al 70' Barca ad un passo dal poker con Messi che mette in mezzo per Suarez che calcia, sulla respinta della difesa il pallone giunge a Paulinho ma Proto risponde presente.

Con il passare dei minuti i ritmi si abbassano ma al 90' i Greci trovano il gol della bandiera con Nikolaou che, sugli sviluppi di un corner, insacca con un bel colpo di testa per il 3-1 con cui si chiude la sfida. Il Barcellona vince ed ipoteca la qualificazione agli ottavi mentre i Greci continuano a sperare per l'Europa League.