Champions League - Sporting Lisbona, tre punti e un orecchio a Torino

La squadra lusitana di Jorge Jesus ha bisogno di tre punti per impensierire il secondo posto della Juventus e, contestualmente, sperare che a Torino i bianconeri non superino il Barcellona di Messi.

Champions League - Sporting Lisbona, tre punti e un orecchio a Torino
Champions League - Sporting Lisbona, tre punti e un orecchio a Torino - Foto Sporting Lisbona Twitter

Vincere, per alimentare le proprie speranze di qualificazione agli ottavi di finale e, contestualmente, aspettare buone notizie da Torino, dove all'Allianz Stadium il Barcellona sarà ospite della Juventus di Massimiliano Allegri. Lo Sporting Lisbona di Jorge Jesus si trova, dopo il pareggio-beffa rimediato davanti al pubblico amico contro i bianconeri, spalle al muro e con il destino della qualificazione non più tra le proprie mani. I portoghesi ospitano l'Olympiacos, ancora in corsa per il secondo - difficilissimo - e terzo posto, con l'intento di superare i greci per approcciare all'ultima giornata della fase a gironi con la possibilità di qualificarsi ancora. 

Periodo di forma tutto sommato positivo per la squadra di Jesus la quale, fatta eccezione per gli scivoloni di Champions, tra campionato e coppa sta mantenendo un ottimo ruolino di marcia. La distanza di quattro punti dal Porto capolista nella Primera Liga è colmabile e, un eventuale successo questa sera contro l'Olympiacos potrebbe dare nuova linfa per mettere in atto la rimonta. Di contro, gli ellenici provano a mettere lo sgambetto ai padroni di casa e sperare nella sconfitta della Juventus per alimentare quel barlume - fioco - di speranza che ancora lascia aperte le porte degli ottavi ai greci. In alternativa, la possibilità Europa League non sarebbe da disdegnare, anche se ad oggi l'obiettivo principale sembra riconquistare il primato nel campionato di Grecia dopo un periodo alquanto tribolato. 

Foto Twitter Sporting Lisbona
Foto Twitter Sporting Lisbona

Le ultime di formazione

Jorge Jesus deve rinunciare a Coates, squalificato, oltre che a Jonathan Silva e Doumbia, ma non cambia atteggiamento tattico affidandosi a Gelson Martins, Bruno Fernandes e Bruno César alle spalle di Bas Dost. In mediana dovrebbe recuperare William Carvalho, con lui Battaglia. Piccini e Coentrao sulle fasce laterali in difesa, mentre Mathieu, in dubbio, potrebbe lasciare il posto a Figueiredo accanto a Pinto. In porta Rui Patricio. 

Nessun problema di formazione per gli ospiti, che schierano il solito 4-1-4-1 con Tachsidis metronomo davanti alla difesa. Quattro i trequartisti che agiranno alle spalle di Fortounis, e dovrebbero essere Figueiras, Romao, Odjidje e Carcela, da destra verso sinistra. Elabdellaoui e Koutris i terzini, Botia ed Engels centrali a protezione dei pali difesi da Proto. 

Le probabili formazioni

Sporting Lisbona (4-2-3-1): Rui Patrício; Piccini, Pinto, Mathieu-Figueiredo, Coentrão; William Carvalho, Battaglia; Gelson, Bruno Fernandes, Bruno César; Dost

Olympiacos (4-1-4-1): Proto; Elabdellaoui, Botía, Engels, Koutris; Tachtsidis; Figueiras, Romao, Odjidje, Carcela-Gonzalez; Fortounis