Diretta Siviglia - Barcellona in Liga

Diretta Siviglia - Barcellona in Liga
Siviglia
1 4
Barcelona
Siviglia: Siviglia (4-2-3-1) : Beto; Diogo, Pareja, Fazio, Alberto Moreno; Iborra (63° Trochowski), Carriço; Vitolo (77° Jairo), Rakitic, Gameiro (63° Cheryshev); Bacca
Barcelona: Barcellona (4-4-3) : Valdes; Montoya, Piqué, Bartra, Adriano; Xavi (83° Busquets), Song, Iniesta; Pedro (73° Fabregas), Messi, Sanchez (89° Sergi Roberto)
SCORE: 1-0, 14°, Alberto Moreno (SIV); 1-1, 33° Alexis Sanchez (BAR); 1-2, 43° Messi (BAR); 1-3, 53° Messi (BAR); 1-4, 87° Fabregas (BAR)
ARBITRO: Jesús Gil (ES), ammonisce Song (BAR) al 19°, Carriço (SIV) al 39°, Pedro (BAR) al 58°, Valdes (BAR) al 67°, Cheryshev (SIV) al 70°
NOTE: Liga, 23° giornata, Siviglia - Barcelona, Stadio Ramón Sánchez Pizjuán (Siviglia, Andalusia)

22.58 - Grazie per aver seguito la nostra diretta!

I gol della partita:


Sevilla 1-3 Barcelona 09.02 ourmatch.net

La classifica vede ora 3 capoliste a pari punti, tre big: Real Madrid, Atletico e Barça:

Liga tutta riaperta ora, con la vittoria del Barça. Vittoria che sancisce un'uscita da un brutto periodo ma soprattutto tre punti fondamentali. Vittoria che sigla l'atteso ritorno di Leo Messi. Siviglia che ha peccato di imprecisione ma non di qualità. Siviglia pieno di motivazioni e di voglia di vincere (anche un po' sfortunato). Può finalmente sorridere ora il Tata Martino e pensare alla Coppa del Rey. Rimane a -6 della Real Sociedad il Siviglia ma intanto sotto preme il Valencia. 

90' - C'è anche spazio per Sergi Roberto nel trionfo del Barça

87' - CESC FABREGASSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSSS 4-1! La chiude! Dopo la doppietta dell'anno scorso, segna il gol anche quest'anno! Assist di Sanchez!

84' - Solito tiki-taka del Barcellona che non fa vedere la palla agli avversari

82' - Attenzione a Mesi con la palla incollata al sinistro... La passa ad Adriano che sfiora l'incrocio dei pali! Si salva il Siviglia

81' - Grandissimo secondo tempo di Piqué: chiude ogni possibile occasione del Siviglia, si fa trovare sempre pronto e non abbassa mai la guardia

79' - Rischia molto Fazio su Messi: la Pulce si addentra nell'area di rigore e il difensore del Siviglia lo atterra. C'era il calcio di rigore ma l'arbitro non ci fa caso

77' - Terzo ed ultimo cambio nel Siviglia: esce Vitolo (applausi per lui) ed entra Jairo. Curioso il caso di questo giocatore: il suo primo gol in Liga, il 5 ottobre 2011, lo segnò con la maglia del Racing de Santander proprio contro la sua attuale squadra, il Siviglia 

76' - ANCORA CHERYSHEV! Il russo classe '90 prova il tiro. Si muove alle spalle di Piqué e tenta la conclusione ma la è troppo imprecisa

74' - Prova in tuti i modi il Siviglia a riaprire la partita: secondo calcio d'angolo consecutivo. La palla finisce, però, fuori (anche se l'ultimo tocco sembra di Valdes)

73' - Entra il fischiatissimo Fabregas (l'anno scorso simulò un fallo e lasciò in 10 gli andalusi) ed esce Pedro

72' - Pallone alto sopra la traversa di Cheryshev. Conclusione disturbata anche dalla scivolata disperata di Piqué

69' - Ancora buona opportunità per il Siviglia: Rakitic calcia la punizione ma Adriano anticipa Fazio di testa

66' - La pioggia si fa sempre più intensa qui a Siviglia. Intanto ammonito Valdes per aver perso tempo

63' - I primi cambi della partita saranno del Siviglia: fuori Iborra e dento Trochowski, fuori Gameiro e dentro Cheryshev (ex canterano madridista)

60' - Il Barça cerca ora di far stancare i giocatori del Siviglia giocando lentamente il pallone a centrocampo

58' - Terzo ammonito del match: Pedro. Tocca la palla con il braccio

55' - LEO MESSSSSSSSSSSSSSSSSIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!! 1-3 PER IL BARCELLONAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!! Controllo in corsa e poi piatto di sinistro! La Pulce è tornata! 226esimo gol in Liga!

54' - Carica la conclusione dal limite dell'area, sul secondo palo, Bacca. Valdes, reattivo, la para ma non trattiene, c'è Gameiro sulla ribattuta ma il portiere del Barça manda in calcio d'angolo

53' - Corridoio di Xavi per Sanchez: lungo di poco. Ci arriva prima Beto

51' - Brivido per il Siviglia. Barcellona vicino al 3-1. Alexis Sanchez, con una serie di dribbling su Alberto Moreno, cerca poi il cross che sembra quasi un tiro. Nessuno ci arriva, palla fuori

49' - Dormita di Montoya e occasionissima sprecata per Vitolo che a tu per tu con Valdes cerca il diagonale ma la palla va fuori

49' - Barcellona che spesso lascia aperte delle corsie per gli inserimenti di Montoya

48' - Allarga bene il campo il Barcellona con gli esterni d'attacco (Pedro e Sanchez)

46' - Ricomincia la partita. nessun cambio da ambo le parti

Il Barça rimonta il gol di Alberto Moreno prima con Sanchez (in fuorigioco) ma soprattutto con Leo Messi che torna a segnare in Liga dopo 184 giorni. Barcellona che, all'inizio, era in tremenda difficoltà. Messi che torna a Siviglia, dove si infortunò alla coscia. Siviglia che è la sua vittima preferita (assieme all'Atletico Madrid). Barcellona sempre ingabbiato da un Siviglia quasi perfetto. Quasi perfetto perchè spreca troppe occasioni prima con Bacca (ottima prestaione la sua, oggi) e poi con Rakitic (imperdonabile). Svantaggio immeritato del Siviglia che nel secondo tempo cercherà di prendersi i 3 punti. Da segnalare due sviste arbitrali: gol in fuorigioco di Alexis Sanchez (1-1) e Alex Song che tocca con il braccio la palla (sarebbe stato secondo giallo e quindi espulsione).

45' - L'arbitro non dà recupero. Fine primo tempo: 1-2 per la squadra di Martino.

44' - Sinistro letale della Pulce.

43' - LEO MESSSSSSSSSSSSSSSSSSSIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL! Decimo gol in campionato!

42' - Occasionissima per Bacca!

41' - Gioco fermo: l'ex giocatore dell'Arsenal, Song, ha toccato la palla col braccio. Dovrebbe essere secondo giallo ma l'arbitro grazie pure questa volta...

38' - Carriço mette giù Pedro ed è giallo. Secondo ammonito del match. Buona partita per Pedrito

34' - Solo secondo gol in trasferta per l'ex Udinese, Sanchez. Il gol era totalmente da annullare

33' - GGGGGGGGGGGGGGGGGGGOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL ALEXIS SANCHEZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZ! Colpo di testa su punizione di Messi! Gol, tuttavia, nettamente irregolare. Pessima vista dell'arbitro, il gol è in fuorigioco

32' - Intervento falloso di Nicolas Pareja sul connazionale Leo Messi. La Pulce vorrebbe il cartellino. Sarà calcio di punizione

30' - Subito occasione per il raddoppio del Siviglia. Bacca anticipa Piqué e la passa a Rakitic che non trova la porta. Poteva fare decisamente meglio il giocatore croato

29' - Montoya, posizione regolare, passa a Sanchez che svirgola... Che occasione sprecata dal Nino Maravilla

27' - Conclusione di Xavi. Pallone innocuo 

26' - Sale Montoya e cera di servire Messi ma viene anticipato

25' - Possesso palla lento del Barcellona. Iniesta prova ad innescare la manovra ma è circondato da quattro maglie bianche

24' - Adriano con le sue finte salta Iborra e prova il tiro ma Beto è attento

22' - I numeri parlano di un Alexis Sanchez spento lontano dal Camp Nou. Il Nino Maravilla non ama molto le trasferta infatti si esalta di più in casa, a Barcellona (fonte: Sky Sport)

21' - Quanto soffre il Barcellona. Ancora occasione per il Siviglia! Palo di Bacca! Trema la porta di Victor Valdes

19' - Ammonito il numero #17 del Barça, Song

14' - GGGGGGGGGGGGGGGGGGGGGOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL ALBERTO MOREEEEEEEEEEEENOOOOOOOOOOO! Scambio con Diogo Figueiras e leggera devizione di Bartra! 0-1!

11' - Brividi per il Barcellona, insiste il Sevilla, qui arriva un gol a momenti

9' - Nervoso Tata Martino a bordo campo. Momento delicato per il Barcellona

8'- Don Andres Iniesta insegna un po' di calcio a Rakitic

5' - Tanto possesso palla del Barcelona che fa impazzire i giocatori del Siviglia

3' - Come già detto nel preview della gara, nella capitale dell'Andalusia piove

1' - Pressing alto da parte degli uomini di Martino

21.00 - Si parte! Gioca il Siviglia il primo pallone

20.58 - Dopo quasi un mese rieecco Iniesta titolare in Liga (ultima volta: 11 Gennaio)

20.54 - E sì, la Real Sociedad ha pareggiato (0-) in casa col Levante e va a +6 dal Siviglia. Ora tocca agli andalusi vincere e accorciare le distanze 

20.45 - Nel Ramón Sánchez Pizjuán c'è un video molto emotivo in memoria di Luis Aragones, il tecnico che portò la Spagna sul tetto d'Europa

20.30 - Tra mezzora comincia la partita! Accomodatevi sul divano e gustatevi l'attesa

20.22 - Questa è la 250esima partita di Pedro in maglia blaugrana

20.17 - Intanto la Real Sociedad è sullo 0-0 al 62' contro il Levante. Se finisce così, la Real Sociedad si porta temporaneamente a +6 sul Siviglia

20.10 - Gli arbitri controllano il terreno di gioco:

20.03 - Formazione del Barcellona : Valdes; Montoya, Bartra, Piqué, Adriano; Xavi, Song, Iniesta; Sanchez, Messi, Pedro

20.03 - Formazione del Sevilla : Beto; Diogo, Pareja, Fazio, Alberto Moreno; Iborra, Carriço; Vitolo, Rakitic, Gameiro; Bacca

20.00 - Benvenuti alla diretta di Siviglia - Barcellona! Vi rendiamo subito pubbliche le formazioni.

19:15 - Il pullman del Siviglia che arriva al Ramón Sánchez Pizjuán:

Siviglia contro Barcellona. Due vecchie rivali. L'epiteto di un derby che è quasi sempre finito nelle mani del Barcellona.
Il Siviglia ha una buona squadra, che può davvero mettere in difficoltà i catalani. Barcellona lontano dai tempi d'oro, appunto con qualche problema. Ma il Siviglia non vede i tre punti da quattro partite. Ma il Barcelona ha perso in casa col Valencia. Andiamo qui ad analizzare nello specifico le due squadre:

Il Siviglia è settimo a 31 punti, ovvero solo +2 sull'Espanyol, ottavo (impegnato ieri in casa, ha vinto di misura contro il Granada),a pari punti col Valencia ottavo (che ha vinto ieri con convinzione: 5-0 al Mestalla e spazzato via il Real Betis) e a -5 dalla Real Sociedad sesta (impegnata oggi alle 19:00 contro il Levante). Periodo non brillante per gli andalusi ma neanche deludente: nelle ultime 10 ne hanno vinte 5, perse 3 (ultime due consecutive contro Malaga e Levante) e pareggiate 2 (Atletico Madrid ed Elche). Il sogno sarebbe raggiungere almeno il quarto posto e giocarsela per entrare in Champions League ma ora come ora dista 12 punti. L'Europa League sarebbe una (magra) consolazione.

Meglio in trasferta che in casa però. I numeri recitano così:

  • Ultime 5: 2 vinte, 2 perse, 1 pareggio. 10 gol fatti e 5 subiti

  • Ultime 5: 2 vinte, 2 pareggiate, 1 persa. 8 gol fatti e 7 subiti

I primi dati sono i numeri del Siviglia in casa. Gli altri, quelli del Siviglia in trasferta. Leggermente meglio lontano da casa, quindi.

Nella sessione del mercato invernale, il Siviglia s'è dato molto da fare. Ha lasciato andare in prestito gente come Diego Perotti (ala sinistra) al Boca, Manu del Moral (ala sinistra) all'Elche, Raul Rusescu (prima punta) al Braga. In entrata: nessuno.

Oggi, Unai Emery, dovrà fare a meno di Coke (squalificato) e Mbia (lesione). Recupera però, dopo le squalifiche, Carriço e Jairo. Mentre Marko Marin ha chiesto un permesso speciale per problemi familiari e tornerà la settimana prossima. Compare fra i convocati il nome del canterano Luismi.

Questi i 18 giocatori chiamati a vincere contro i blaugrana: Beto, Javi Varas; Diogo Figueiras, Federico Fazio, Pareja, Fernando Navarro, Alberto Moreno (si parla di un forte interesse e affare quasi fatto per lui con il Real Madrid), Carriço; Iborra, Cristóforo, Rakitic, Trochowski; Vitolo, Jairo, Cheryshev, Reyes, Gameiro e Bacca.

Gli undici probabili: Beto in porta; J. Figueiras, Fazio, Pareja, Moreno i quattro nomi che andranno a comporre la difesa; Iborra, Carico in cabina di regia; Vitolo, Rakitic, Reyes dietro Bacca.

Il tecnico del Siviglia, Emery, non prende nemmeno in considerazione questo Barcellona, sa che è un periodo che passerà. "Dobbiamo aspettarci il miglior Barcellona. Dobbiamo aspettarci il meglio da tutte le squadre d'ora in poi, a partire da questa partita. Il Barcellona è una delle squadre più forti al mondo ed è un onore per noi, giocare contro di loro. Sarà una bella partita che chiama all'attenzione i tifosi ma soprattutto noi". Poi qualche parola sul suo Siviglia: "Devo ammettere che ci sono stati momenti in cui la difesa è caduta. La squadra ha le basi per far bene. Dobbiamo continuare così e trovare la solidità difensiva (che ci manca, ndr). La squadra continuerà a lavorare per ottenere questa stabilità difensiva che ci permetterà di raggiungere i nostri obiettivi". Poi qualche domanda sulla Champions: "Se raggiungi i tuoi obiettivi, si ampliano i tuoi orizzonti. Quando abbiamo cominciato ed eramo in basso il messaggio, l'obiettivo, era salire. Dunque, adesso che siamo in una posizione più comoda il messaggio è quello di puntare all'Europa, quella più grande". Quindi non accontentiamoci dell'Europa League, bensì cerchiamo di fare di tutto per la Champions. Ma non è tutto, continua l'allenatore degli andalusi: "Per ora l'obiettivo è vincere partita per partita. Così cominceranno a prender forma questi obiettivi. Poi ovvio che un allenatore e dei giocatori possono avere diversi obiettivi. Per esempio il mio è stare per il settimo anno consecutivo in Europa. Man man che raggiungiamo questi obiettivi, se ne creano altri più ambiziosi". Precisa, poi, che questi obiettivi devono essere chiari per tutti e che quindi dev'essere chiaro il rapporto tra allenatore e giocatore: "L'allenatore deve utilizzare una comunicazione fluida, come faccio io, con il d.s e il Presidente. Quando io arrivai non eravamo in Europa, ed ora lo siamo. Negredo raddoppiò la sua cifra di gol e la qualità dei giocatori, per esempio Rakitic, crebbe. E anche il Club. Oppure, oggi, la cifra di gol di Bacca e Gameiro è pari a 22. E l'obiettivo era 30 a fine stagione". In conclusione ironizza su Messi: "Non mi piacerebbe essere quello che risveglia la bestia. Anche se un giocatore con le sue qualità può farlo quando vuole".

Il Barcelona che, la settimana scorsa ha perso in casa contro il Valencia, si è ripreso in Copa del Rey con la vittoria sulla Sociedad per 2-0. Si trova al terzo posto ad osservare le due squadre di Madrid, a pari punti, che si godono la vetta (+3 sui blaugrana)  e può vantare +11 punti sull'Athletic Bilbao quarto (impegnato domani in trasferta contro il Celta de Vigo, ore 22:00).

Lo stato di forma nelle ultime 5 partite è simile a quello degli andalusi: 2 vinte (Malaga ed Elche), 2 pareggiate (Levante e Atletico Madrid, tutte e due in trasferta), 1 persa (Valencia). 10 gol segnati e solo 4 subiti.

L'acquisto dell'anno, i catalani, lo hanno fatto in estate e non nella sessione di mercato invernale, quando hanno rubato al Real Madrid il gioiellino brasiliano Neymar. Sempre nel periodo estivo hanno salutato T.Alcantara che ha deciso di seguire Pep Guardiola al Bayern Monaco, Bojan Krkic che ha raggiunto l'Ajax, un altro talento da seguire qual è Gerard Deulofeu, attualmente all'Everton, David Villa all'Atletico per 5 milioni, Marc Muniesa in Premier League, precisamente allo Stoke City ed Eric Abidal al Monaco. Unici due movimenti invernali: Antonio Sanabria, canterano classe 96, al Sassuolo e Joan Roman al Villarreal (ieri il suo debutto in Liga, al Bernabeu).

Il Tata ha qualche problema in difesa a causa delle assenze di Mascherano e Jordi Alba (squalificati) e notizia dell'ultima ora: l'ennesimo infortunio di Carles Puyol. Tornano, perciò, Montoya e Bartra (non erano stati convocati in Coppa). E tanto per buttare benzina sul fuoco oltre a Neymar anche Oier e Jonathan Dos Santos sono out.
Martino ha convocato quindi, 18 giocatori, quali: Valdés, Pinto; Montoya, Dani Alves, Adriano, Piqué, Bartra; Xavi, Iniesta, Sergio Busquets, Fàbregas, Song, Sergi Roberto; Alexis Sanchez, Messi, Pedro, Tello

La probabile formazione: Victor Valdes tra i pali, Dani Alves, Bartra e Pique i centrali di difesa, Adriano il terzino sinistro; Busquets, Xavi, Iniesta ad occupare il centrocampo; Alexis Sanchez, Messi, Pedro i tre chiamati a gonfiare la rete andalusa

Martino in conferenza stampa ha detto che "Questa è una partita decisiva. E' una delle più importanti di sempre. E' probabilmente una delle partite in trasferta più dure". Poi ha descritto il Siviglia come "Una squadra 'intensa'. Hanno lavorato duro sulla strategia. Sarà difficile per noi batterli". Poi decide di scacciare via il pessimismo che si è creato in questa settimana: "Dobbiamo concentrarci sulla partita di oggi, su di noi. Dobbiamo essere cinici, pensare a noi stessi. Tutto cambia in tre giorni. Puoi passare da un estremo all'altro. Il nostro primo tempo col Valencia è stato buono, il secondo invece è stato povero". Poi qualche parola sul match contro la Real: "Una partita corretta. Ma dobbiamo sfruttare meglio le opportunità che creiamo". Il tecnico argentino ha poi spiegato che "d'ora in poi le formazioni non cambieranno molto. Siamo in una fase importante della stagione e i cambi diventeranno sempre di meno. Darò comunque opportunità ai giocatori che stanno facendo bene".

Nelle ultime sette partite in Liga, dal 2010 fino ad oggi, si contano 5 vittorie per il Barça (tra cui un enorme 5-0) e due pareggi. Ma quello era il Barcellona di Pep, tutta un'altra storia.
Nel girone d'andata, i catalani faticarono a portarsi a casa la vittoria. Era il 14 settembre e si giocava, ovviamente, al Camp Nou. Al primo tempo vincevano di misura, comodo 1-0 firmato Dani Alves. Nel secondo tempo, al 75°, Leo Messi sigla il 2-0. Poi 10 minuti: Rakitic e Coke, uno all'80° e uno al 90°, reti del 2-2. L'arbitro dà 3 minuti di recupero. Sarà proprio al 90+3 che Alexis Sanchez infilerà, quasi per fortuna, una palla capitatagli in area dopo che la Pulce aveva bruciato tutti in velocità (cosa che lo caratterizza e per cui tutti rimaniamo, inevitabilmente, sempre a bocca aperta). Aveva fatto l'impresa il Siviglia, c'era quasi riuscito. Suona come una scottante rivincita, la partita di stasera.
Questa l'unica partita in cui si sono affronti i due allenatori, questo l'unico precedente.

Gli highlights di quella partita:

http://youtu.be/HjIWG4Js63U

Il capocannonere degli andalusi è Bacca con 10 gol, segue Rakitic a pari numero (10). Inoltre Rakitic è l'uomo che ha fatto più assist nel Siviglia (8), poi ancora Bacca (5). Nel Barcelona, invece, il capocannoniere è Alexis Sanchez (13), a seguire Pedro (12), e Messi (9). Fabregas l'uomo con il maggior numero di assist: ben 10. Dietro di lui Neymar (8).

Curiosità: Il Siviglia ha collezionato 7 cartellini rossi fin ora (1 Jairo, 1 Alberto Moreno, 1 Cala, 1 Diogo Figueiras, 2 M'Bia, 1 Coke). E le squadre che hanno affrontato il Siviglia hanno ricevuto in totale 11 cartellini rossi (dall'inizio della stagione, compresa la Copa del Rey).

Rakitic è, inoltre, di solito il primo che segna nel Siviglia (5 dei suoi 10 gol sono la prima rete andalusa). Dall'altra parte, solitamente, il primo ad aprire le danze è Alexis Sanchez (6 dei suoi 13 gol sono la prima rete blaugrana) e Neymar (4 dei suoi 8).

Juan Cala (Siviglia) e Busquets (Barcellona) i più ammoniti delle rispettive squadre.

L'arbitro sarà Jesús Gil, spagnolo‎ (arbitra in Primera Division appena dal 2012). A Siviglia sta attualmente piovendo e ci sono 12°.