Coppa del Re, un super Neymar elimina l'Atletico Madrid

Un super Neymar trascina il Barcellona di Luis Enrique, e con la sua doppietta elimina dalla Coppa del Re l'Atletico Madrid. Il risultato finale è di 3-2 per gli azulgrana, con tutte le reti messe a segno nella prima frazione. Per il Colchoneros reti di Torres e Gabi, espulso poi insieme a Mario Suarez. Decisiva un'autorete di Miranda.

Coppa del Re, un super Neymar elimina l'Atletico Madrid
Coppa del Re, un super Neymar elimina l'Atletico Madrid

Succede di tutto al Vicente Calderon durante il ritorno dei quarti di finale tra Atletico Madrid e Barcellona. Dallo spettacolo puro della prima frazione, ricca di ben 5 reti, alle botte dell'intervallo e della ripresa. Alla fine a sorridere è il Barcellona di Neymar, e non di Messi questa volta. Il talento brasiliano con la sua doppietta trascina i catalani alle semifinali di Coppa del Re, decidendo con le sue giocate la sfida di questa sera. 

Ma veniamo alla partita. Parte fortissimo l'Atletico che trova subito il gol del vantaggio con il redivivo Fernando Torres. L'attaccante spagnoolo è bravissimo a saltare in dribbling Mascherano e a freddare Ter Stegen con un tiro preciso all'angolino. Ma passano soltanto 8 minuti ed inizia il Neymar show. L'attaccante brasiliano parte palla al piede seminando tutta la difesa Colchoneros, per poi battare con un preciso diagonale l'incolpevole Oblak. Sembra che il Barca prenda le redini del match, ma quando meno te l'aspetti lo spirito dell'Atletico sale alla ribalta. Ottima azione di Juanfran sulla destra, cross al centro del terzino spagnolo e fallo di mano di Mascherano: rigore per i Colchoneros. Sul dischetto va come sempre Raul Garcia, che con la sua glaciale freddezza solito batte Ter Stegen. 2-1 Atletico alla mezz'ora. Continuano le emozioni di questa prima frazione al Calderon, con i catalani che trovano il pronto pareggio grazie ad un'autorete del maldestro Miranda, che infila Oblak sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Ma non si ferma il Barcellona e trova anche il gol del 2-3 che ribalta la partita. Jordi Alba va via sulla fascia sinistra, e mette al centro per Neymar, lestissimo ad anticipare Oblak e a firmare la rete del vantaggio azulgrana. 

Il gol fa perdere completamente la testa all'Atletico, che si scaglia contro tutta la terna arbitrale per un presunto fallo di mano di Jordi Alba sull'azione del gol. Se ne vedono di tutti i colori nel tunnel che porta agli spogliatoi, proteste a non finire e forse vola anche qualche manata. Nella ripresa i padroni di casa sono in dieci in campo, manca Gabi, espulso dopo il parapiglia. I Colchoneros perdono completamente la bussola e si lasciano andare a comportamenti completamente antisportivi, con Arda Turan che prova a colpire il guardalinee con una pallonata: l'arbitro non se la sente di cacciare il turco e si limita ad ammonirlo. Il Barca approfitta della situazione e irretisce i Campioni di Spagna con un possesso palla ammirevole, sfiorando in varie occasioni il 4-2, prima con Messi e poi con Pedro. Nel finale altra espulsione in casa Atletico: Mario Suarez falcia in maniera incomprensibile Messi guadagnandosi anzitempo la via degli spogliatoi, mettendo fine al match. Il Barcellona si guadagna così l'accesso alle Semifinali, diventando di diritto la favorita alla vittoria finale della Coppa del Re, vista l'uscita prematura di Atletico e Real Madrid.