Real Madrid, Nozze d'argento con il Bernabeu: 2-1 al Galatasaray

La squadra di Benitez si impone sui turchi grazie al gol decisivo di Marcelo e si presenta con il venticinquesimo trofeo Santiago Bernabeu alla prima di Liga Spagnola. Per Benitez primo sorriso davanti ai suoi tifosi.

Real Madrid, Nozze d'argento con il Bernabeu: 2-1 al Galatasaray
Real Madrid, Nozze d'argento con il Bernabeu: 2-1 al Galatasaray

Prima stagionale per il Real Madrid di Rafa Benitez davanti ai propri tifosi. I blancos affrontavano nell'ultima amichevole pre-stagionale il Galatasaray dell'ex Wesley Sneijder per il trofeo Santiago Bernabeu. Vittoria di Gala per i galattici, che dopo aver ufficializzato il rinnovo di Sergio Ramos sono in attesa dell'arrivo e della presentazione che avverrà oggi del nuovo acquisto Mateo Kovacic, festeggiano le Nozze d'Argento conquistando il venticinquesimo trofeo intitolato al Bernabeu. 

Buona partenza per il Real, che vuole ben figurare alla prima madrilena ed imprime fin dai primi minuti un buon ritmo alla gara. In campo dal primo minuto ci sono sia Bale che Ronaldo, che con Jesé ed Isco, che alcune voci danno sul piede di partenza, formano il quartetto di violini offensivo. Dopo una prima iniziativa di Podolski che impegna Navas, il match si sblocca dopo un quarto d'ora, quando sugli sviluppi di un corner battuto da Modric, che ha formato la coppia di mediani con Kroos, Nacho ha staccato indisturbato al centro dell'area battendo l'incolpevole Muslera sul secondo palo. Il Gala prova a rispondere con la coppia d'attacco Podolski-Sneijder, ma i due ex interisti della sfida non riescono ad impensierire la retroguardia madrilena, con Navas che non è chiamato quasi mai ad interventi impegnativi. Isco sfiora gol a giro pizzicando la traversa, ma ad avere invece la palla clamorosa del raddoppio è Cristiano Ronaldo, che apre l'azione di ripartenza sulla mediana, per Jesé, andandosi successivamente a prendere l'assistenza del giovane compagno all'altezza del dischetto del rigore: la conclusione è decisamente infelice e poco consona alle caratteristiche del fenomeno portoghese. 

La ripresa vede un inizio migliore degli ospiti turchi. Ad accendere la luce, come spesso accade ai giallo-rossi di Turchia, il solito Wesley Sneijder: l'olandese si crea lo spazio come soltanto i migliori trequartisti del Globo sanno fare, il controllo è magistrale, il sinistro ancor più vellutato ed il gol è la degna conseguenza di un'azione celestiale, che si trascina con sé l'ammirazione e l'ovazione della platea del Bernabeu, da sempre particolarmente avvezza alle manifestazioni di classe sopraffina. Il Galatasaray ci prova con Sarioglu dalla distanza, ma Navas è bravissimo a deviare, prima che ancora Isco a tu per tu con Muslera si faccia ipnotizzare dall'ex estremo difensore della Lazio. I ritmi della sfida calano e quanto tutto lasciava presagire ad un pareggio finale, il lamo po arriva dalla sinsitra, dove Marcelo si inventa una cavalcata perentoria slalomeggiando tra i difensori turchi ed infilando Muslera con un tocco di punta degno del futsal brasiliano. 

Si chiude così la prima al Bernabeu di Benitez, che bagna con la vittoria la sua prima da allenatore davanti ai propri esigenti tifosi, in attesa dell'inizio della Liga e della Champions League.