Il sabato di Liga: due gol in quattro partite. Vincono Espanyol e Atletico

Non decolla, almeno in quanto a realizzazioni, il campionato spagnolo. I Colchoneros con il minimo indispensabile battono il neo promosso Las Palmas, i catalani hanno la meglio sul Getafe. Parziale delusione Valencia.

Il sabato di Liga: due gol in quattro partite. Vincono Espanyol e Atletico
Il sabato di Liga: due gol in quattro partite. Vincono Espanyol e Atletico

Parlando del campionato spagnolo si pensa sempre a tanti gol, a squadre che puntano più a farne che a non prenderne, a difese tutt'altro che fenomenali e ad attacchi mediamente molto prolifici. Ecco, le prime cinque partite della Liga BBVA edizione 2015/16 hanno dimostrato quasi l'esatto opposto di quanto detto sopra. Tre partite terminate a reti inviolate, due vittorie casalinghe con il minimo indispensabile (1-0) e senza nemmeno un gol su azione. Insomma, non proprio entusiasmante come partenza.

Venerdì sera avevano aprto il programma Malaga e Siviglia (0-0 e varie polemiche), ieri invece è toccato a Deportivo e Real Sociedad dare il la alle altre sfide da disputarsi. Al Riazor la partita non entusiasma decisamente troppo, gli ospiti non riescono a imporsi e i padroni di casa hanno il pallino del gioco in mano, creando anche qualche occasione con Rulli sempre pronto e reattivo. Dall'altra parte, oltre a una bella giocata di Jonathas, non c'è realmente molto da segnalare. Oviamente, il punteggio è 0-0.

Cambiano le cose nelle due gare seguenti, ma solo parzialmente: l'Espanyol batte infatti il Getafe per 1-0, grazie a una rete di Salva Sevilla dopo soli tre minuti di gioco. Il gol è una punizione deliziosa dal limite dell'area che a a infilarsi sotto al sette, con Guaita fermo a guardare. Il resto della partita è un assedio che non va a buon fine: un 67% di possesso palla inutile, visto che il gol non arriva. Nell'Espanyol non trova però spazio Bardi, che parte da secondo di Pau Lopez.

Raccoglie una vittoria importante l'Atletico Madrid contro il neo-promosso Las Palmas, anche stavolta è 1-0 e da calcio di punizione, con la firma del solito Griezmann, che inizia questa stagione rispettando le proprie abitudini. I Colchoneros dominano, ma rischiano parecchio perchè non la chiudono: se la cava alla fine con l'1-0, anche se Oblak è chiamato a una gran parata su Aythami.

Chiude il programma il Valencia, una delle squadre in teoria più spettacolari, ma che anche lei non riesce a vincere, tornando a casa con un misero punto dalla trasferta nelle Vallecas contro il Rayo. Le occasioni stavolta sono più nitide rispetto al solito, e fioccano sia da una parte che dall'altra, ma sono i due portieri ad avere la meglio. Toño, portiere dei padroni di casa, è decisivo soprattutto nel finale, con un miracolo che mantiene il risultato sullo 0-0.