Liga, prima giornata: vincono Atletico e Barcellona, Real solo pari con lo Sporting Gijon

Atletico Madrid e Barcellona di misura su Las Palmas e Athletic Club senza entusiasmare. Messi sbaglia un rigore. Il Real fermato sullo 0-0 dalla matricola Gijon. Pareggio anche per Valencia e Siviglia. Il Granada cade in casa contro l'Eibar, vincono Celta Vigo e Espanyol.

Liga, prima giornata: vincono Atletico e Barcellona, Real solo pari con lo Sporting Gijon
Liga, prima giornata: vincono Atletico e Barcellona, Real solo pari con lo Sporting Gijon

È calato il sipario sulla prima giornata della nuova stagione della Liga spagnola. A sancirne la fine, lunedì sera, il match tra Granada ed Eibar. Se il tonfo casalingo della squadra andalusa per mano dei baschi ha generato incredulità, i risultati maturati nelle altre gare in programma hanno evidenziato un ritardo di condizione generalizzato, risultati poco esaltanti e il sorgere dei primi malcontenti. A farne le spese, un Real che produce molto e che può recriminare per un rigore netto non assegnato ma che non riesce, complice un sorprendente Cuellar, ad andare oltre lo 0-0 contro la matricola terribile Sporting Gijon e dunque già costretto ad inseguire sulle dirette avversarie. Già perché il Barcellona si vendica della bruciante sconfitta in Supercoppa di Spagna spugnando il San Mamés grazie al gol di Suarez. Non brilla però la compagnia di Luis Enrique, con un Messi sottotono a sbagliare il rigore del possibile vantaggio e che non è riuscito a fare la differenza. A complicare le cose, gli infortuni a Dani Alves e Bousquets. Vince anche l’Atletico del Cholo Simeone, che regola di misura la matricola Las Palmas senza brillare e non senza rischiare, nella ripresa, l’incredibile ritorno dell’avversario. Il Siviglia, in dieci, pareggia contro il Malaga nel primo derby andaluso di stagione, 0-0 anche del Valencia a Vallecas.

ATHLETIC BILBAO-BARCELLONA 0-1 Dopo la sconfitta in Coppa del Re, il Barcellona si riscatta e batte di misura il Bilbao al San Mamés: senza esaltarsi, gli uomini di Luis Enrique partono comunque con una vittoria nella nuova Liga. Ci pensa Suarez al minuto 54: cross di Alba dalla sinistra e tocco indisturbato dell'ex Liverpool a centro area. Azione da manuale del calcio quella orchestrata da Rakitic dalle retrovie e rifinita da un cross di prima intenzione di Jordi Alba. Vantaggio conquistato e legittimato nella ripresa dopo che nel primo tempo un Messi in ombra si era fatto parare un rigore da Iraizoz, rigore inesistente perché l’intervento di Elustondo è nettamente sul pallone. Brivido nel finale per i blaugrana uando la bordata di Ibai supera la traversa. Le buone notizie però sono tutte qui. Luis Enrique perde in un colpo solo i pilastri Dani Alves e Busquets per due infortuni e ora la rosa è sempre più corta.

SPORTING GIJON-REAL MADRID 0-0 Inizia senza squilli l’avventura di Benitez alla guida del team blanco. Le merengues infatti non vanno oltre lo 0-0 al Molinon di Gijon rischiando anche qualcosa sulle ripartenze avversarie. Lo Sporting di Abelardo al rientro nella massima serie dopo un anno trascorso in Segunda Division, si salva grazie alla prova super del portiere Cuellar ma può recriminare per un gol fantasma di Sanabria nel primo tempo. Il colpo di testa dell’ex Roma infatti colpisce la parte inferiore della traversa e sembra rimbalzare sulla linea. Le immagini non chiariscono del tutto e qui la goal line technology non è prevista. Nel giro di pochi minuti è il Real a storcere il naso per una evidente trattenuta in area di Alvarez su Ronaldo ma il rigore non viene sanzionato. Nella ripresa l’innesto di James cambia l’inerzia del match ma non il risultato con Cuellar esaltato al massimo a chiudere la porta. Ben 27 tiri, appena 8 in porta e zero reti. Con due punti da recuperare su Barcellona e Atletico, a Madrid già si mormora.

ATLETICO MADRID-LAS PALMAS 1-0 Si apre invece con una vittoria il campionato dell'Atletico Madrid. I colchoneros sono riusciti a superare per 1-0 la neopromossa Las Palmas senza brillare. A decidere la sfida è stata una rete di Griezmann al 16' su punizione complice la deviazione decisiva di un difensore avversario. Senza strafare, giocando col freno a mano tirato, la squadra del Cholo debutta dunque nella Liga portando a casa i primi tre punti. Simeone lancia Jackson Martinez dal primo minuto, ma il colombiano è ancora indietro di condizione e si vede. Pochi spunti, praticamente nessun guizzo, c'è ancora tanto da lavorare per trovare la migliore intesa con Griezmann. Il francese invece è già in forma smagliante. Nel primo tempo non succede praticamente niente: l'Atletico gioca a ritmi lentissimi, gli ospiti si chiudono. A sbloccare il match la punizione di Griezmann. Dopo il lampo del gol, la partita torna ad essere noiosa come all'inizio. Solo negli ultimi minuti i Colchoneros decidono di aumentare di nuovo il ritmo dell'incontro andando vicini al raddoppio con il solito Griezmann. Ogni volta che la banda di Simeone alza il ritmo gli ospiti vanno puntualmente in crisi. Tornati in Liga dopo 13 anni di assenza, gli ospiti escono dal campo a testa alta. Nella ripresa addirittura hanno diverse occasioni per il pareggio, le più clamorose su palla inattiva, prima con David Simon che, solo in area, scheggia la traversa. Poi con Artiles che tocca di schiena su corner con blak a salvare tutto.

MALAGA-SIVIGLIA 0-0 Il team di Emery impatta zero a zero nel primo derby andaluso di stagione. Poco entusiasmo, prestazione deludente ma risultato da salvare considerando l'espulsione del neo acquisto N'Zonzi per doppia ammonizione al 68’. In campo però c’è soprattutto il Malaga. La squadra di Gracia ci mette il cuore e può recriminare per un gol annullato per fuorigioco, molto dubbio, di Charles Diaz all’87’. In campo per gli ultimi dieci minuti anche Ciro Immobile.

RAYO VALLECANO-VALENCIA 0-0 E' un Valencia stanco e sulle gambe quello che si presenta a Vallecas dopo il preliminare di Champions League contro il Monaco, ed infatti contro il Rayo la squadra di Nuno Espirtio Santo non va oltre lo 0-0. Davvero poche le occasioni: la più eclatante, nel finale, la grande parata di Toño su Negredo. È un punto che fa bene al Rayo.

ESPANYOL-GETAFE 1-0 Il primo goal della Liga è segnato da Salva Sevilla al 3’ della gara contro il Getafe, gol che regala anche la vittoria, i primi tre punti e la testa della classifica all'Espanyol. Il destro di Sevilla non lascia scampo a Guaita. Il Getafe, con un uomo in meno nei minuti finali per l’espulsione del difensore Vergini, ha avuto varie occasioni ma non è riuscito a trovare il pareggio.

LEVANTE-CELTA VIGO 1-2 Esordio vincente anche per il Celta Vigo in casa del Levante. I galiziani passano nel primo tempo con il cileno Orellana, ma ad inizio ripresa vengono raggiunti da Verza. Nel finale, però, l'autogoal di Lopez affonda i valenciani.

BETIS-VILLARREAL 1-1 Dividono la posta in palio Betis e Villarreal. Il sottomarino giallo passa per primo grazie alla rete di Soldado al 32' e chiude il primo tempo in vantaggio. Quando sembrava tutto fatto, nei minuti finali arriva il pareggio dei padroni di casa, con Castro Martin a segno all'87'. A gara quasi finita il Villarreal è rimasto in dieci per il rosso rimediato da Soriano, ma il risultato non è più cambiato.

GRANADA-EIBAR 1-3 Sorprendente sconfitta casalinga degli andalusi al "Nuevo Stadio de Los Carmenes" per mano dell'Eibar. Salvo in extremis la scorsa stagione per la penalizzazione del Levante, il club basco regola il Granada con un secco 3-1. A segno Adrian e Escalante nel primo tempo. Nella ripresa accorcia le distanze Rochina, felicità smorzata dall'espulsione di Ruiz. Al 67' poi chiude i conti Arruabarrena.

DEPORTIVO-REAL SOCIEDAD 0-0 Atro 0-0 di giornata, quello fra Deportivo e Real Sociedad. Gara asettica e priva di emozioni ma equilibrata. È un risultato giusto quello maturato a La Coruna.