Incubo Real: eliminato a tavolino dalla Copa del Rey dopo il caso Cheryshev

Approvato il ricorso del Cadice, Perez afferma: "Mancata notifica della sanzione da parte della Federazione"

Incubo Real: eliminato a tavolino dalla Copa del Rey dopo il caso Cheryshev
Cheryshev sostituito da Rafa Benitez nella gara di Coppa del Rey contro il Cadice.(Gazzetta dello Sport)

Periodo da incubo per il Real Madrid, dopo il caso Benzema, la sonora batosta subita in casa per mano del Barça nel Clasico, con la posizione di Rafa Benitez in discussione, ieri è arrivata la notizia poco desiderata dai Blancos di Florentino Perez: la squadra infatti è stata eliminata a tavolino dalla Copa del Rey per il caso Cheryshev, accaduto mercoledì sera nella gara valida per il quarto turno della manifestazione contro il Cadice (vinta dal Real per 1-3). Il 24enne russo infatti era stato squalificato nella scorsa edizione del torneo dopo aver rimediato il suo terzo giallo della manifestazione in semifinale col Villarreal (squadra in cui era in prestito all'epoca) e schierato in campo da Benitez (aprendo le marcature tra l'altro). Non appena si sono resi conto dalla panchina del madornale errore, il calciatore è stato immediatamente sostituito. Ormai la frittata era stata fatta e ieri il  Cadice ha deciso di porre ricorso, il quale è stato approvato da un'apposita commissione. Tra l'altro un fatto simile accadde all'Osasuna la scorsa stagione.

Queste le dichiarazioni in conferenza stampa di Perez dopo il fatto: "Nessuno ha detto al Real Madrid che Cheryshev era squalificato e, mancando la notifica, la sanzione va considerata nulla. A nostro modo di vedere, la sanzione inflitta a Cheryshev mentre era al Villarreal non è effettiva perché nessuno l'ha notificata al giocatore. Come dice l'articolo 41 del codice disciplinare della Federazione, la sanzione non è in vigore fino a quando non la si notifica al sanzionato. Il Real non ne era a conoscenza, nessuno ce lo ha comunicato. Né il giocatore, né il Villarreal, né la Federazione. E anche se ammettessimo che la squalifica era in vigore, ma lo neghiamo, doveva essere annullata in base a un altro paragrafo che prevede la cancellazione di tutte le squalifiche alla fine del terzo turno eliminatorio. Il Real non ha schierato una formazione illecita". (Fonte Sky Sport).

Lo stesso Perez si è scusato ieri in conferenza stampa, sottolineando il senso d'ingiustizia della situazione e il desiderio del club di ricorrere a questa decisione che ha portato all'eliminazione del club dalla manifestazione più importante del paese. Un periodo non certo entusiasmante per los Blancos che, nonostante la qualificazione acquisita a punteggio pieno (finora) e col primato nel girone di Champions League, si trovano già a dover rincorrere il Barça nella Liga e con presidente ed allenatore sotto una pioggia di critiche da parte dei tifosi e della stampa locale per le ultime prestazioni poco convincenti. Non certo il clima ideale in vista della gara casalinga di campionato contro il Getafe.